Come arredare casa da soli: gli errori da evitare

Ultimo aggiornamento: 16.04.24

 

Avete la necessità di arredare il vostro nuovo appartamento o volete riprogettare quello in cui già abitate? Ecco una serie di suggerimenti (e di errori da non fare) per vivere in un ambiente più confortevole ed elegante.

 

Quando si decide di arredare o riarredare casa l’obiettivo che ci si pone, naturalmente, è quello di creare un ambiente più confortevole, a misura delle nostre esigenze e dei nostri gusti. Probabilmente la scelta migliore sarebbe quella di affidarsi a un professionista come un interior designer ma non sempre si tratta di un’opzione praticabile. 

Non è dunque un azzardo pensare di arredare casa da soli, l’importante è cercare di seguire i propri gusti ma anche alcune regole, in modo che l’appartamento risulti accogliente, funzionale ed esteticamente gradevole. Per questo vi proponiamo una serie di consigli su come arredare casa ma anche alcuni errori nell’arredamento casa che sarebbe meglio evitare.

 

I vari ambienti

Vi state chiedendo come arredare casa con buon gusto? Per farlo è indispensabile cominciare a ragionare ambiente dopo ambiente. A seconda delle dimensioni dell’appartamento e delle singole stanze, dunque, dovrete valutare gli spazi disponibili, se creare uno stile uniforme per tutta la casa o distinguere in modo netto anche a livello di design, per esempio, la zona giorno da quella notte. 

In particolare, a nostro parere, soggiorno, cucina e camera da letto sono gli ambienti che, almeno inizialmente, necessitano di maggiore attenzione nella scelta dei mobili, al fine di creare una casa accogliente.

 

Arredare la cucina

Il punto di partenza per l’arredamento della cucina deve necessariamente essere la valutazione dello spazio a disposizione. Va da sé che un ambiente più ampio permetta di sbizzarrirsi, per esempio optando per un tavolo da cucina bello grande o per un’isola centrale che racchiuda il piano cottura o i lavandini, ma anche una stanza più piccola può risultare gradevole e funzionale. Si può, per esempio, scegliere una penisola e degli sgabelli e, nel caso la cucina sia lunga e stretta, ricavare molto spazio per pentole e piatti installando numerosi pensili. 

In base ai vostri gusti potrete prendere in considerazione una cucina in legno dal design classico, che è un grande evergreen, oppure una più moderna. Una buona idea, poi, può essere quella di sfruttare eventuali angoli per inserire mobiletti o per incassare alcuni elettrodomestici, come il forno o il frigorifero. 

 

Arredare la camera da letto

Sono due gli elementi imprescindibili in una camera: il letto matrimoniale o singolo che sia e l’armadio. È indubbiamente attorno a questi due mobili che deve essere studiata la struttura della stanza, valorizzando gli spazi e optando per stili e colori che vadano a braccetto con quelli dell’armadio e del letto. 

Va da sé che avere un materasso big size sia il sogno di molti, però cercate di prendere attentamente le misure, per non rischiare che lo spazio di movimento risulti eccessivamente sacrificato. Cercate anche di prevedere una serie di soluzioni per agevolare l’ordine, come comodini dotati di cassetti, letto con contenitore e scatole – da sistemare sotto il letto – in cui stipare gli oggetti di non utilizzo quotidiano. 

Optate poi per colori non troppo accesi, prediligendo quelli neutri e tenui – come il bianco, il beige o il crema – che hanno un effetto tranquillizzante e favoriscono il rilassamento e il riposo. Anche creare una certa simmetria, sia nella disposizione dei mobili sia negli abbinamenti cromatici, contribuisce a dare una sensazione di tranquillità. 

Arredare il soggiorno

Per quel che riguarda il soggiorno sarà con tutta probabilità il divano a dettare lo stile generale nonché a influenzare il posizionamento di mobili, televisore e librerie. In base allo spazio potrete decidere di affiancare al divano anche una o due poltrone, aggiungere il tocco di colore di vari cuscini e di una lampada per la lettura. Sempre a seconda dell’ampiezza del soggiorno potrete valutare se acquistare un mobile porta Tv più o meno ampio oppure, per limitare gli ingombri, scegliere di montare lo schermo a parete. 

Tenete presente che il tipo di divano darà un indirizzo preciso al design dell’ambiente. Uno in pelle, per esempio, è perfetto in un soggiorno moderno mentre uno dagli ampi braccioli e dallo stile ricercato rappresenta la scelta giusta per gli amanti del classico. 

 

Arredare casa: gli errori da evitare

•  Trascurare l’importanza della luce: L’illuminazione di ogni stanza è determinante, in modo particolare se si desidera ottenere un ambiente elegante e confortevole. La soluzione con un unico punto luce centrale – il classico lampadario – è da scartare. O meglio è da integrare, in soggiorno e in camera da letto optando per varie lampade e abat-jour o per un controsoffitto con faretti ad incasso, in cucina con faretti incastonati sotto i pensili. La progettazione dell’illuminazione è fondamentale e non va in alcun modo trascurata.

•  Abbinamenti cromatici sbagliati: Uno degli errori più frequenti è quello di scegliere i colori dell’arredamento e dei complementi senza tenere in debita considerazione una palette cromatica nonché la “compatibilità” di diversi materiali. Si rischia così di ritrovarsi con un ambiente eccessivamente colorato, con un mix di tinte e materiali poco gradevole. Tra i colori di tendenza del 2024 ci sono il verde acqua, il blu, il giallo mostarda e il tortora. Sceglietene uno e valutate mobili e accessori che virino verso quella tonalità o che almeno non vadano in netto contrasto.

•  Posizionare i mobili solo a ridosso dei muri: Lasciare uno spazio eccessivo al centro della stanza, collocando l’arredamento contro le pareti, è uno sbaglio. Gli spazi e il loro riempimento vanno studiati, prestando attenzione anche a non creare sproporzioni, come per esempio collocando un divano grande contro una parete piccola. 

•  Fare in fretta: Pensare di arredare subito tutti gli ambienti della casa è un errore, perché la fretta rischia di portarvi ad acquistare mobili e complementi senza aver avuto il tempo di studiare il loro “impatto” nella stanza. Meglio cominciare con gli arredi più grandi e fondamentali, ricordando sempre di sceglierli in modo da creare una certa armonia con pavimento e pareti. Successivamente potrete ragionare sull’altro mobilio e sugli accessori, avendo già i precedenti come paradigma. 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS