Le 5 Migliori Smerigliatrici Angolari del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Smerigliatrice Angolare – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

La smerigliatrice angolare è un elettroutensile estremamente versatile, adatto sia per interventi e lavori di meccanica sia nel campo delle costruzioni e dell’edilizia. Nella nostra guida approfondiremo ulteriormente le caratteristiche di questi attrezzi a beneficio degli appassionati di fai da te. Nella classifica, invece, abbiamo esaminato i cinque modelli di smerigliatrici angolari più apprezzate, sia in ambito hobbistico sia professionale; quelle che spiccano di più sono la Einhell TE-AG 18/115 Li, un modello economico che piace soprattutto agli hobbisti, e la Makita BGA452Z, che invece è più adatta per l’uso professionale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore smerigliatrice angolare?

 

Se sei appassionato di fai da te saprai senza dubbio che ci sono alcuni strumenti che non possono mancare nella tua officina o nel tuo piccolo laboratorio. Uno di questi è la smerigliatrice, un utensile indispensabile per rimuovere le irregolarità, lucidare, molare o eliminare le sbavature di numerosi materiali ma anche, più semplicemente, per affilare lame e punte.

Di questo apparecchio ne esistono molte versioni, alcune dedicate agli hobbisti altre ai professionisti e, mettendo a confronto i prezzi, noterai come sia possibile spendere molto oppure trovare modelli estremamente economici.

Con questa guida cerchiamo di fare chiarezza e illustrare quali sono le caratteristiche di cui devi tenere conto al momento della scelta. Troverai anche la classifica e le recensioni di quelle che sono per noi le migliori smerigliatrici angolari per rapporto tra qualità e prezzo.

 

 

Da banco o a batteria?

La prima decisione che dovrai prendere è stabilire se necessiti di una smerigliatrice angolare o di una da banco. La differenza più grande tra le due tipologie è che una deve essere fissata a un piano di lavoro mentre l’altra può essere adoperata e spostata in totale libertà.

Le smerigliatrici da banco sono mediamente più costose e tipicamente si prestano per lavorazioni di tipo professionale, perché assicurano una maggiore precisione nell’operazione di smerigliatura e restituiscono risultati impeccabili con un elevato numero di materiali, superfici e dimensioni.

Le versioni angolari, invece, fanno della comodità di utilizzo e della maneggevolezza il loro punto di forza ma possono essere utilizzate per lavorazioni più localizzate e con una varietà di materiali inferiore.

A loro volta i modelli delle migliori marche si dividono in due categorie: quelli elettrici che necessitano dunque di essere collegati a una presa di corrente, e quelli a batteria, che possono essere sfruttati e portati ovunque ma che obbligano a metterli in carica, pena ritrovarsi a non poterli usare perché scarichi.

Ci sono differenti versioni di smerigliatrici a batteria: con set di ricarica ad hoc, con batteria rimovibile oppure a pile. Prova a immaginare la frequenza delle occasioni in cui ti troverai a utilizzare questo utensile lontano da una presa di corrente per decidere quale versione sia più adatta alle tue esigenze.

 

Potenza e sicurezza

Mettendo in comparazione i vari dispositivi presenti sul mercato noterai come ci siano smerigliatrici con motori con una potenza che oscilla tra i 600 e i 2.200 watt. Optare per il modello più potente senza effettuare le giuste valutazioni non è sempre la scelta più azzeccata, perché per le tue necessità l’utensile potrebbe dimostrarsi sovradimensionato.

La frequenza d’utilizzo, per esempio, è un’importante discriminante: se la smerigliatrice sarà sollecitata per molte ore al giorno è indispensabile che il motore sia potente mentre se il suo utilizzo sarà sporadico ti potrai accontentare di un modello con meno watt e quindi più economico.

Anche la tipologia di materiali che ti troverai a lavorare sarà determinante nella scelta, visto che la potenza del motore è direttamente proporzionale alla durezza della superficie da molare.

 

 

L’importanza della lama

In base al tipo di lavoro da eseguire dovrai optare per differenti tipi di dischi. I più comuni sono quelli diamantati, che si prestano per operazioni di taglio, quelli telati, per abrasione leggera e quelli a spazzola, per la lucidatura. Infine ci sono le mole abrasive, per eseguire l’operazione di abrasione con gli spessori più alti.

Il materiale con cui sono realizzati i dischi da taglio telati, ovvero una mescola di particolari resine, ha una data di scadenza, perciò prima dell’eventuale acquisto controlla sempre che non sia superata.

I dischi sono disponibili con tre diametri standard: 115 mm, 125 mm e 230 mm. Le prime due misure si rivelano più adatte per un uso hobbistico mentre i dischi da 230 mm si prestano soprattutto a venire incontro alle esigenze professionali.

 

Le 5 Migliori Smerigliatrici Angolari – Classifica 2022

 

Se avrete la pazienza di seguire i nostri consigli d’acquisto che vi riportiamo di seguito, sarete maggiormente in grado di capire come scegliere una buona smerigliatrice angolare. Dedicando un minuto del vostro tempo acquisirete maggiori informazioni che vi torneranno utili nell’individuare il prodotto più adatto alle vostre esigenze.

 

Smerigliatrice angolare a batteria

 

1. Einhell TE-AG 18/115 Li Kit (1×3,0Ah) Smerigliatrice angolare a batteria Power X-Change

Principale vantaggio

Uno dei punti di forza della smerigliatrice Einhell TE-AG 18/115 Li Kit sta nel prezzo contenuto, facilmente accessibile anche per chi ha un budget limitato. L’ulteriore vantaggio consiste nella presenza della batteria e del relativo caricatore nella sua dotazione di accessori.

 

Principale svantaggio

Si tratta di un elettroutensile di fascia economica, in quanto tale è adatto esclusivamente per uso hobbistico leggero; se sottoposto a sforzi eccessivi, infatti, il motore si blocca e l’attrezzo corre il rischio di rompersi.

 

Verdetto 9.9/10

La smerigliatrice Einhell è consigliata a chi non ha esigenze professionali; ha un prezzo vantaggioso e un livello di prestazioni ideale per l’uso hobbistico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Smerigliatrice completa di batteria

Il marchio tedesco Einhell è famoso in tutto il mondo. La ditta fa infatti concorrenza ad altri grandi marchi leader del settore, come Bosch per esempio, ma i suoi elettroutensili si collocano nella fascia più economica di mercato e sono apprezzati soprattutto dalla fascia di utenza costituita dagli appassionati di fai da te.

La Einhell TE-AG è una smerigliatrice angolare a batteria progettata appunto per l’uso hobbistico ed è uno dei modelli più venduti online grazie al prezzo contenuto, soprattutto considerando la dotazione di accessori. A differenza della maggioranza degli elettroutensili a batteria prodotti dalle altre ditte, per i quali la batteria e il relativo caricatore sono optional non inclusi da acquistare a parte, la Einhell TE-AG 18/115 Li è venduta in una confezione kit completa di batteria, caricabatteria e custodia rigida a valigetta.

Robusta e maneggevole.

Da un punto di vista prettamente strutturale la smerigliatrice angolare Einhell appare ben fatta; chi ha avuto modo di provarla, infatti, la descrive come solida e abbastanza resistente, anche se i materiali non sono proprio di primissima scelta. Per quanto riguarda il design e l’ergonomica, invece, questi sono decisamente curati; oltre alla classica combinazione di colori rosso e nero, che è distintiva degli elettroutensili Einhell, la TE-AG 18/115 è dotata di un inserto in gomma morbida antiscivolo sull’impugnatura principale, che rende la presa sull’attrezzo più salda e allo stesso tempo anche più comoda.

Come le smerigliatrici di fascia alta, inoltre, è dotata anche dell’impugnatura supplementare, che può essere posizionata sul lato destro, sinistro o superiormente a seconda delle esigenze del caso.

Il motore sviluppa una potenza adeguata a eseguire piccoli lavori; è dotato di avvio graduale Soft Start e integra un sistema di protezione contro l’avvio accidentale. La velocità è di 8.500 giri al minuto a vuoto e non è regolabile, mentre la massima profondità di taglio consentita è di 28 millimetri.

La batteria in dotazione è quella da 3 aH, ma volendo è possibile acquistarne una da 5 aH per avere una maggiore autonomia operativa.

 

Progettata esclusivamente per uso amatoriale

La Einhell TE-AG 18/115 è considerata una delle migliori smerigliatrici angolari del 2022, ma bisogna precisare che questa definizione è riferita principalmente all’ambito hobbistico.

Nonostante le buone caratteristiche, infatti, la smerigliatrice Einhell non è fatta per l’uso prolungato e intensivo, infatti se viene sottoposta a sforzi eccessivi tende a bloccarsi; anche l’autonomia offerta dalla batteria da 3 aH è limitata a circa 30-45 minuti.

Se ci si limita all’uso amatoriale, però, questa smerigliatrice può dare grandi soddisfazioni e permette di risparmiare notevolmente rispetto all’acquisto di un modello di fascia medio-alta, che può arrivare a costare anche il triplo calcolando anche la batteria, il caricatore e i dischi.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smerigliatrice angolare Makita

 

2. Makita BGA452Z, Smerigliatrice Angolare, Diametro: 115 mm

 

Quale smerigliatrice angolare comprare? Secondo i pareri dei numerosi acquirenti soddisfatti non ci sono dubbi in merito, la loro scelta ricade sulla BGA452Z prodotta dalla famosa ditta giapponese Makita.

Si tratta di un modello decisamente particolare però, perché invece di montare i dischi dal diametro standard di 125 millimetri è fatta per montare quelli da 115 millimetri di diametro; a parte questo dettaglio, la smerigliatrice angolare Makita può vantare una qualità costruttiva e un livello di prestazioni decisamente alto, infatti è un elettroutensile apprezzato sia dalla fascia di utenza amatoriale sia da quella professionale. È alimentata mediante una batteria da 18V LXT, quindi intercambiabile con altri elettroutensili Makita a batteria, ed è dotata di cuffia protettiva e impugnatura supplementare reversibile.

L’unica pecca è che la batteria LXT e il relativo caricabatteria non sono inclusi nella confezione, ma devono essere acquistati a parte in quanto entrambi sono considerati optional.

 

Pro

Potente e versatile: Il motore a batteria sviluppa una velocità a vuoto di ben 10.000 giri al minuto, il che la rende adatta per lavorare ogni tipo di materiale: alluminio, ferro, plastica, piastrelle, cemento e laterizi.

Compatta: Offre le stesse prestazioni di taglio che ha un flex professionale alimentato a filo, con la differenza che è più piccola e leggera, molto più maneggevole e fa anche meno rumore.

Robusta e resistente: Come nella migliore tradizione Makita, anche la smerigliatrice angolare BGA452Z è fabbricata con materiali di prima scelta, resistenti e assemblati con estrema cura. È un elettroutensile fatto per durare.

 

Contro

Versione Z: Questa versione è venduta senza batteria e caricabatteria; se non ne siete in possesso dovrete per forza acquistarli a parte, meglio ancora se in offerta.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smerigliatrice angolare Bosch

 

3. Bosch Professional 601396104 Smerigliatrice Angolare GWS 9-125 S

 

Anche se non è una smerigliatrice angolare 230 millimetri, la Bosch GWS 9-125 S rimane comunque un elettroutensile dalle prestazioni superiori, in grado di affrontare senza problemi l’uso intensivo e prolungato.

La smerigliatrice angolare Bosch appartiene infatti alla linea Professional, e si distingue innanzitutto per i materiali di fabbricazione di prima qualità, resistenti e assemblati con cura, in modo da garantire la massima protezione dalla polvere e una durata elevata. Il motore è alimentato a filo e ha una potenza di 900 watt; è dotata anche di impugnatura supplementare reversibile, schermo di protezione aperto, dado di serraggio e chiave a due fori.

Un altro punto a favore è il suo prezzo contenuto; se vi state chiedendo dove acquistare una smerigliatrice di alta qualità con prestazioni professionali, che però non costi eccessivamente, allora la Bosch Professional GWS 9-125 S è proprio l’attrezzo che fa per voi.

 

Pro

Costo: Il rapporto qualità-prezzo della GWS 9-125 S è a dir poco eccellente, infatti la smerigliatrice angolare Bosch appartiene alla serie Professional ed è caratterizzata da una qualità costruttiva e da un livello di prestazioni superiore alla media standard.

Versatile: Ovviamente è adatta per tagliare, smerigliare e levigare su ogni tipo di materiale, ma la sua resa migliore la offre soprattutto su metallo, mattoni, piastrelle e opere in muratura.

Sicura: La velocità può essere regolata a seconda del materiale e del tipo di lavorazione, inoltre è dotata di protezione contro il riavvio accidentale e cuffia per schermare la parte posteriore del disco.

 

Contro

Accessori: Purtroppo la dotazione include soltanto le componenti standard, i dischi devono essere acquistati per forza separatamente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smerigliatrice angolare Parkside

 

4. Parkside Smerigliatrice angolare PWS 125 D3

 

Tra le migliori proposte a prezzi bassi disponibili in rete, merita di essere prese in considerazione anche la smerigliatrice angolare Parkside PWS 125 D3, che oltre a essere il modello più economico della nostra classifica, offre una potenza di ben 1.200 watt e un regolatore a sei livelli per impostare la velocità da un minimo di 3.000 fino a un massimo di 12.000 giri/min.

La maniglia supplementare può essere installata in tre posizioni differenti per lavorare comodamente da qualsiasi angolazione e si hanno a disposizione tre metri di cavo per beneficiare di un’ampia libertà di movimento durante la smerigliatura, senza essere vincolati alla vicinanza della presa di corrente.

Compatibile con tutti i dischi standard con diametro fino a 125 mm, compresi quelli a tazza e con spazzole, è dotata anche di blocco di sicurezza che, in caso di interruzione dell’alimentazione o se si stacca la spina senza spegnere l’utensile, ne impedisce la ripartenza alla riattivazione per evitare spiacevoli incidenti.

Apprezzabile anche la dotazione di accessori che, oltre alla smerigliatrice angolare, include anche un disco da taglio di 125 millimetri, una chiave per il serraggio e due spazzole al carbonio di ricambio.

 

Pro

Rapporto qualità/prezzo: La smerigliatrice angolare Parkside PWS 125 D3 si contraddistingue per le buone prestazioni offerte, la soddisfacente qualità costruttiva e – cosa ancora più interessante – il prezzo che non spaventa.

Pratica da usare: Le dimensioni contenute e il peso di appena 3,10 chili la rendono estremamente maneggevole e facile da gestire, anche grazie alla maniglia supplementare montabile in tre differenti posizioni.

Velocità regolabile: È alimentata da un motore elettrico da 1.200 watt di potenza in grado di generare una velocità massima di 12.000 giri al minuto, regolabile su sei diversi livelli in base al tipo di smerigliatura da eseguire.

 

Contro

Chiave: Dal momento che i fori per il fissaggio del disco non hanno dimensioni standard, bisogna prestare attenzione a non perdere la chiave di serraggio in dotazione perché non si potrà usare quella di un’altra smerigliatrice (le altre marche usano tutte la stessa misura).

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Smerigliatrice angolare 125

 

5. Dewalt DCG405N-XJ Smerigliatrice Angolare

 

Molti professionisti del settore ritengono che la DeWalt DCG405N-XJ sia la migliore smerigliatrice angolare per quanto concerne l’uso sui cantieri e nelle officine; non a caso, infatti, una delle caratteristiche che la rendono così apprezzata è la presenza di un filtro dell’aria in ingresso, la cui funzione è appunto quella di proteggere il motore dalle polveri e dai detriti che si producono in quantità massive sui cantieri.

È alimentata da una batteria XR al litio da 18V e 5,0 aH, in grado di rendere una potenza equivalente a 800 watt; anche se la potenza è inferiore rispetto a quella degli altri modelli esaminati, però, la sua resa è di livello professionale.

La smerigliatrice angolare DeWalt è leggera e compatta, ben bilanciata e oltre alla guardia protettiva è dotata anche di maniglia laterale a due posizioni. L’unica pecca è il costo elevato, che però è perfettamente proporzionato a qualità e prestazioni.

 

Pro

Compatta e leggera: Le dimensioni contenute e il peso di appena 1,74 chili la rendono estremamente maneggevole, inoltre è ben bilanciata ed essendo dotata di guardia è anche sicura da usare.

Freno e frizione: Sono entrambi elettronici; il freno è in grado di arrestare il disco rapidamente mentre la frizione riduce la reazione di contraccolpo quando si verificano stalli o pizzicotti.

Professionale: La DeWalt DCG405N-XJ è una smerigliatrice progettata apposta per l’uso professionale intensivo, monta dischi da 125 millimetri di diametro ed è dotata anche di un filtro antipolvere sulla presa d’aria in ingresso.

 

Contro

Costosa: Purtroppo è anche il più costoso tra tutti i modelli esaminati, soprattutto considerando il fatto che la batteria XR non è fornita ma va acquistata a parte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una smerigliatrice angolare

 

Utilizzata in diversi contesti e campi, la smerigliatrice angolare costituisce un buon supporto, rivelandosi un’alleata potente nel taglio di materiali o nella lucidatura e regolazione di abrasioni e irregolarità. Di seguito abbiamo inserito alcune note generali che possono dare un ulteriore supporto all’utente.

 

 

Controllate l’autonomia

Nei modelli a batteria è bene avere sotto controllo la durata del supporto energetico. In questo modo non si rischia di lasciare un lavoro a metà e si può al contempo tenere sotto osservazione il livello grazie all’apposito indicatore.

 

Sostituite con regolarità i dischi

L’uso di dischi differenti consente un lavoro di sgrossatura o una specifica tipologia di lavorazione a seconda del materiale. Tra le opzioni a disposizione quella delle lame di tipo telate, possiede una data di scadenza di cui è necessario tenere traccia, al di là dell’utilizzo.

 

Assicurate la giusta impugnatura

Nella lavorazione di mattonelle o zone difficilmente raggiungibili, l’utilizzo e il supporto che le mani dell’utente riescono ad avere va di pari passo con una buona ergonomia. Tenete ben salda la smerigliatrice, aiutando anche con dei guanti da lavoro.

 

Verificate la compatibilità dei dischi con il mandrino della vostra macchina

In caso di sostituzione o rimozione di una mola, è necessario prima di mettere in funzione il nuovo elemento verificare l’avvenuto fissaggio e la buona connessione tra le parti. Utilizzare accessori di altre marche senza aver fatto le opportune ricerche, può compromettere il funzionamento dell’oggetto e la sicurezza dell’utente.

 

Non esercitate una forza eccessiva

Durante la lavorazione, in caso di resistenza del materiale, è comunque sconsigliato spingere in maniera eccessiva sul pezzo, facendo pressione sulla mola. Il rischio in questo caso che il disco possa piegarsi è alto. Inoltre potrebbe verificarsi anche un contraccolpo pericolo per l’incolumità dell’operatore.

 

Riponete l’oggetto dentro una valigetta

A operazione ultimata vi consigliamo di rimuovere con delicatezza il cavo di alimentazione, senza strappi bruschi. Verificato lo spegnimento della macchina, è buona pratica collocarla all’interno di una zona dedicata, magari una valigetta da lavoro insieme a tutto il necessario. Lasciare incustodito l’oggetto può esporlo all’umidità e a un’usura più rapida.

 

 

Mettete in sicurezza il pezzo da lavorare

In caso di tagli su oggetti e materiali di una certa grandezza, vi suggeriamo di creare una zona di supporto che assicuri la parte su cui state operando. Numerosi materiali tendono a piegarsi, a fronte del loro stesso peso e durante il taglio si rischia un pericoloso sbilanciamento.

 

Indossate abiti da lavoro

Il funzionamento di una smerigliatrice angolare e la vicinanza abituale tra operatore e pezzo, obbligano l’utente a prendere tutte le precauzioni del caso. Acquistate o indossate guanti da lavoro, una mascherina che protegga il viso e in particolare gli occhi. Non è raro che frammenti e schegge possano prodursi in corso d’opera.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

2 COMENTARIOS

Giuseppe Tiranti

August 26, 2020 at 4:23 pm

Buongiorno io sto cercando una smerigliatrice angolare da 125 di almeno 1000 w di marca perché se anche non la uso sempre voglio che quando la uso non abbia problemi di surriscaldamento ….ne ho già avuta una che mi è durata pochi giorni ….che mi consigliate Bosch Makita o altro saluti Giuseppe

Répondre
Flavio EU

September 1, 2020 at 8:34 pm

Salve Giuseppe,

una buona smerigliatrice Makita è la DGA504RTJ, che è alimentata a batteria ma sviluppa una potenza equiparabile (se non superiore) a quella che hai indicato tu. In alternativa ti consigliamo la HILTI AG 125-13S, che è una smerigliatrice angolare professionale alimentata a filo, della potenza di 1.300 watt.
Entrambi i modelli sono di ottima qualità, ma la HILTI si colloca un gradino più in alto dal momento che questa ditta svizzera è specializzata nella produzione di elettroutensili destinati esclusivamente a uso professionale.

Saluti

Team EU

Répondre