Gli 8 migliori voltmetri del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Voltmetri – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Occhio a non confondere il voltmetro con il voltametro, ma soprattutto fate attenzione alla tipologia di strumento perché alcuni voltmetri sono più adatti di altri in base alla loro destinazione d’uso. La nostra guida all’acquisto vi aiuterà ad approfondire ulteriormente l’argomento e a chiarire ogni vostro dubbio; le recensioni degli otto voltmetri che abbiamo esaminato per voi, invece, vi daranno un’idea di quali sono le tipologie più diffuse tra quelle attualmente in commercio. I modelli più richiesti sono l’ Arceli 00243 0.56”, un voltmetro digitale per montaggio a pannello su auto e motoveicoli, e lo Heschen DH-670, un voltmetro analogico ideale per l’installazione su apparecchiature ed equipaggiamenti elettrici.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori voltmetri – Classifica 2022

 

Come potrete facilmente intuire dando un’occhiata ai diversi modelli inclusi nella nostra lista, la maggior parte degli acquirenti predilige l’acquisto di voltmetri economici per auto, moto e imbarcazioni. Ma ce ne sono anche alcuni destinati a uso “tecnico”.

 

Voltmetro digitale

 

1.  Arceli 00243 0.56” DC 0-30V voltmetro digitale calibro LED

 

Uno dei migliori voltmetri del 2022, tra tutti quelli destinati al montaggio su auto, moto e imbarcazioni, è l’Arceli 00243.

Il grande successo di mercato di questo voltmetro è stato decretato innanzitutto dal prezzo facilmente accessibile, infatti si tratta del modello più economico tra tutti quelli che abbiamo sottoposto a comparazione. Il voltmetro digitale Arceli è dotato di un display LED luminoso dai caratteri blu su sfondo nero, estremamente visibile sia di giorno sia di notte, e e di una protezione di collegamento inversa; il suo campo di misura va da 0,00V a 30,0V e ha uno scarto di precisione di appena l’uno per cento quando la tensione misurata è uguale o superiore a 10V.

Le sue dimensioni ridotte, appena 48 x 29 x 22 millimetri, permettono di installarlo facilmente sul cruscotto del veicolo; l’unica pecca, secondi i pareri degli acquirenti, è la totale assenza di istruzioni per il montaggio.

 

Pro

Economico: Si tratta di un voltmetro particolarmente economico quindi il prezzo è facilmente per chiunque, anche per coloro che hanno particolarmente a cuore le proprie finanze e cercano di risparmiare il più possibile.

Display: Il display LED è luminoso e ha i caratteri blu che spiccano sullo sfondo nero, e questa caratteristica lo rende chiaramente visibile e facile da leggere, sia con la luce diurna sia di notte.

Preciso: Nel campo di misura da 10V a 30V lo scarto di precisione è dell’uno per cento soltanto, mentre in quello da 0V a 10V si riduce ulteriormente arrivando addirittura allo 0,3 per cento.

 

Contro

Istruzioni: Purtroppo è privo di istruzioni di montaggio, chi non ha nozioni di elettronica dovrà ricorrere a un aiuto esterno per l’installazione, oppure documentarsi in rete.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro analogico

 

2. Heschen DH-670 voltmetro rettangolare con pannello analogico classe 2.0

 

Se volete sapere dove acquistare un nuovo voltmetro analogico da installare su apparecchiature elettriche come accumulatori, alimentatori, impianti fotovoltaici o quadri elettrici, allora è proprio il caso di dare un’occhiata all’Heschen DH-670. Si tratta infatti di uno dei modelli più venduti online grazie al suo eccellente rapporto qualità-prezzo.

Il DH-670 è ritenuto il migliore voltmetro tra i diversi modelli analogici disponibili in commercio nella fascia dei prodotti a prezzi bassi; le caratteristiche offerte dal dispositivo della ditta Henschen, infatti, sono la solidità dei materiali di fabbricazione, l’ottimo assemblaggio e la facilità di installazione per chi ha un minimo di esperienza nel campo.

Il suo campo di misura va da 0V a 30V e il livello di precisione è di classe 2 quindi le sue applicazioni d’uso ideali sono quelle standard, amatoriali e qualsiasi altro ambito dove non è richiesto un grado di precisione particolarmente alto.

 

Pro

Prezzo: Il voltmetro Heschen è uno strumento di classe 2, quindi è disponibile a un costo facilmente accessibile; il rapporto qualità-prezzo è a dir poco eccellente visto che i materiali di fabbricazione e l’assemblaggio sono di buon livello.

Analogico: La caratteristica di possedere un pannello analogico invece che digitale, lo rende particolarmente adatto per l’uso tecnico, quindi è ottimo per l’installazione su apparecchiature e quadri elettrici.

Facile da installare: Grazie alle viti incluse e alle indicazioni delle polarità, il voltmetro Heschen DH-670 risulta estremamente semplice da installare per coloro che hanno un minimo di dimestichezza con gli apparati elettrici.

 

Contro

Applicazioni: Ovviamente si tratta di un voltmetro economico di classe 2, quindi il suo grado di precisione è limitato e inadatto per le applicazioni professionali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro moto

 

3. Rosebear misuratore di temperatura voltmetro digitale auto e motoveicoli

 

Quello prodotto per il brand Rosebear è uno strumento di misura che svolge la doppia funzione di voltmetro per la batteria e misuratore di temperatura ambiente; il display digitale è rotondo e le sue misure sono estremamente compatte, in modo da poterlo installare facilmente sul cruscotto di autoveicoli o motoveicoli.

Il corpo principale, infatti, ha un diametro di appena 27 millimetri, che diventano 37 con il bordo del quadrante; il display LED è disponibile in due colori, blu o rosso a seconda delle esigenze, e riporta i Volt nella parte superiore e i gradi Celsius in quella inferiore. Il campo di misura della temperatura va da -5 a +80 gradi Celsius, mentre la tensione d’ingresso è di 12 volt.

Il voltmetro moto Rosebear costa poco, ma ha alcuni difetti: il display non è leggibile sotto la luce del sole, inoltre il filo sensore del termometro è lungo appena 5 centimetri.

 

Pro

12V: La tensione d’ingresso di 12V lo rende adatto soprattutto per l’installazione su automobili, camper e motociclette, per tenere sempre sotto controllo la tensione della batteria.

Termometro: Oltre alla tensione, il voltmetro Rosebear svolge anche la funzione di termometro, misurando la temperatura esterna o interna all’abitacolo a seconda dell’installazione.

Economico: Il prezzo è relativamente basso, soprattutto considerando che lo strumento svolge una doppia funzionalità, e questo aspetto ha contribuito non poco al suo successo di mercato.

 

Contro

Qualità: Si tratta di un voltmetro economico, quindi presenta alcune limitazioni: la scarsa leggibilità del display se esposto a luce solare diretta e il sensore di temperatura corto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro auto

 

4. Thlevel voltmetro digitale DC 12V per auto e moto

 

Il design del Thlevel lo rende adatto soprattutto come voltmetro auto, ma può essere tranquillamente installato anche a bordo delle motociclette, delle imbarcazioni, dei camper oppure su apparecchiature di test o di automazione di sottostazioni e distribuzioni.

Si presenta infatti come un corpo unico integrante un display LED, disponibile a luce blu oppure bianca a seconda delle esigenze o dei gusti personali, dalle dimensioni ultra compatte, appena 56 x 29 x 10 millimetri.

Ha una tensione d’ingresso di 12V e una gamma di misurazione della tensione che va da DC 8 volt a DC 16 volt il display integra anche un sistema di segnalazione: mostra LLL se la tensione è inferiore a 8 volt e HHH se è superiore a 16 volt, inoltre i numeri sul display lampeggiano se la tensione scende sotto gli 11,5 volt o supera i 19,8 volt; la precisione, però, non è proprio al top.

 

Pro

Compatto: Le dimensioni ridotte, appena 56 x 29 x 10 millimetri, consentono il posizionamento anche negli spazi angusti dei cruscotti più piccoli, come quelli delle moto e delle utilitarie.

Facile da installare: Bisogna collegare soltanto i due cavi, uno per il polo positivo e uno per il negativo, inoltre non si devono fare buchi sul cruscotto perché il voltmetro è dotato di un biadesivo per il fissaggio.

Versatile: Anche se è pensato soprattutto per l’installazione a bordo di auto e motoveicoli è uno strumento decisamente versatile, adatto anche per apparecchiature e quadri elettrici.

 

Contro

Prestazioni: Si tratta di un voltmetro economico, quindi ha uno scarto di precisione leggermente superiore alla media ed è lento nel riportare le variazioni di tensione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro e amperometro

 

5. Greluma ZL038LUM voltmetro amperometro digitale LED rosso e blu 

 

La ditta Greluma propone una confezione a un prezzo a dir poco concorrenziale soprattutto perché contiene due strumenti di misura invece di uno soltanto, ognuno dei quali offre la doppia funzionalità di voltmetro e amperometro digitale.

I dispositivi Greluma sono studiati apposta per essere installati a incastro nei pannelli, misurano appena 48 x 29 x 21 millimetri e per l’incasso richiedono un foro rettangolare di soli 45,5 x 26,5 millimetri; i due voltmetri sono in grado di operare entro un range di temperatura che va da -10° a +65° e possono misurare la tensione DC in un campo da 0V a 100V con una risoluzione minima di 0,1V e la corrente DC da 0,01A a 10A.

Il display mostra le letture di entrambi i valori, in colore rosso per i volt e blu per gli ampere; per il montaggio, però, bisogna avere dimestichezza con gli apparati elettrici.

 

Pro

Doppia misura: Il Greluma svolge la duplice funzione di voltmetro e di amperometro, il che lo rende particolarmente adatto come strumento di misura per batterie di ogni tipo con tensione da 10V a 100V.

Conveniente: Oltre al prezzo, che è decisamente vantaggioso, la confezione del Greluma include ben due voltmetri invece di uno soltanto, come avviene per tutti gli altri modelli che abbiamo esaminato.

Accessori: A differenza dei voltmetri prodotti dalle altre ditte, inoltre, i Greluma hanno l’ulteriore vantaggio di includere anche i cavi per l’installazione, che in questo caso sono quattro visto che i dispositivi sono due.

 

Contro

Montaggio: Data la doppia funzionalità e la maggiore complessità dello strumento, è consigliabile farlo installare da un tecnico elettricista in modo da non correre rischi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro digitale da pannello

 

6. Akozon voltmetro digitale AC display LED 70-380V da pannello 

 

Il voltmetro digitale da pannello prodotto per il brand Akozon è consigliato soprattutto agli appassionati di fai da te che hanno una solida conoscenza ed esperienza nel campo dell’elettricità e dell’elettronica.

L’Akozon, infatti, è un voltmetro progettato per il controllo della tensione di generatori e inverter a 220V e in generale per test e controlli delle reti e dei circuiti elettrici a 220V a corrente alternata, di conseguenza il suo campo di misura va dai 70 ai 380 volt. Le sue dimensioni sono ridotte, misura soltanto 45 x 30 millimetri ed è facile da installare in quanto possiede soltanto i due fili delle polarità, positivo e negativo, in modo da poter testare direttamente e senza bisogno di alimentazione.

Ovviamente si tratta di un voltmetro economico, quindi è consigliato esclusivamente per l’uso non professionale, infatti è poco affidabile nel campo di misura dai 70 agli 180 volt.

 

Pro

Da pannello: Questo voltmetro è ideale soprattutto per il test e il controllo di apparecchiature, circuiti e reti elettriche; il suo campo di misura, infatti, va dai 70 ai 380 volt in corrente alternata.

Compatto: Le sue misure sono di appena 45 x 30 millimetri, il che aiuta molto a posizionarlo anche su pannelli di dimensioni contenute dove lo spazio disponibile non permette l’installazione di strumenti dai quadranti vistosi.

Display: Lo schermo del display a tre cifre ha una diagonale da 0,36 pollici e occupa la maggior parte dell’area frontale del dispositivo, questa caratteristica gli conferisce una visibilità ottima in qualsiasi condizione di luce.

 

Contro

Precisione: Non è proprio al top, visto che si tratta comunque di un voltmetro economico; nel campo di misura da 70 a 180 volt non è molto affidabile infatti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro digitale 12V

 

7. Cptdcl JS-C35 Battery Capacity Voltage voltmetro digitale per batteria

 

Il JS-C35 è un voltmetro digitale 12V, cioè è fatto apposta per misurare la tensione delle batterie al piombo acido, ed è uno strumento multifunzione 4 in 1: voltmetro, termometro, livello batteria e allarme di bassa tensione.

Le sue dimensioni sono contenute e può essere facilmente montato sia sui camper e le automobili sia sulle motociclette e su altri veicoli a due ruote; può essere tranquillamente adoperato anche come strumento di test libero, senza cioè installarlo in posizione fissa. Il display LED a colori mostra la tensione, il livello di carica della batteria, l’indicatore di livello in percentuale e la temperatura, che può essere visualizzata sia nella scala Celsius sia in quella Fahrenheit.

Questo voltmetro funziona con una tensione d’ingresso da 10 a 100V, quindi è in grado di testare anche batterie al litio, al nichel metallo idruro, al litio ferro fosfato e altre apparecchiature elettriche.

 

Pro

Multifunzione: Il voltmetro JS-C35 è un dispositivo multifunzione in grado di misurare la tensione delle batterie, la temperatura e il livello di carica; inoltre integra anche un allarme di bassa tensione.

Display: Lo schermo LED è fatto in modo da non essere fastidioso a causa della luminosità; nel riquadro sono indicate tutte le misurazioni: la tensione, i gradi in scala Celsius o Fahrenheit, e il livello della batteria in percentuale e in icona visiva.

Versatile: La tensione di ingresso va da 10 a 100 volt, il che lo rende estremamente versatile e in grado di testare batterie di ogni tipo, non soltanto quelle di auto e motoveicoli.

 

Contro:

Cavi: Il connettore dei cavi di collegamento è di scarsa qualità e rischia di provocare un cortocircuito; bisogna sostituirlo con uno di qualità migliore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Voltmetro barca

 

8. YGL AU041-IT-FBA DC 12V voltmetro impermeabile display digitale LED

 

Quello prodotto dalla ditta inglese YGL ha tutte le carte in regola per essere un voltmetro barca, infatti è dotato di un guscio completamente impermeabile realizzato in ABS, un materiale plastico estremamente resistente agli urti.

Le sue dimensioni e la forma rotonda lo rendono ideale per l’installazione a incasso sui pannelli di controllo delle imbarcazioni, per tenere sotto controllo la tensione e lo stato della batteria. Ovviamente può essere tranquillamente installato anche a bordo di camper, automobili e veicoli a due ruote; la tensione d’ingresso, infatti, è di 12 volt a corrente continua e ha un campo di misura che va dai 5 ai 15 volt.

Il display LED riporta anche una corona luminosa a tre colori che circonda l’indicatore numerico; quando è illuminata fino alla sezione verde indica la tensione ottimale, se invece si ferma alle sezioni gialla o rossa allora indica rispettivamente un tensione media o bassa.

 

Pro

Impermeabile: Il voltmetro YGL è simile a molti altri dispositivi analoghi progettati per l’installazione a bordo di veicoli; ma essendo impermeabile è consigliato soprattutto per le imbarcazioni.

Display: Lo schermo tondo è di tipo LED e oltre alla tensione visualizza anche un cerchio, o una corona, suddiviso in tre colori, rosso, giallo e verde, per indicare rispettivamente uno stato di bassa, media o alta tensione.

Allarme visivo: Se la tensione rilevata è troppo alta, allora il display comincia a lampeggiare segnalando visivamente che c’è un problema alla batteria.

 

Contro

Indicatore di carica: La corona LED è poco affidabile perché non funziona perfettamente con tutte le batterie, quindi l’indicatore dello stato di carica non è preciso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori voltmetri

 

Non si può decidere quale voltmetro comprare senza tenere conto della sua destinazione d’uso, ma esistono anche altri aspetti da tenere in considerazione, andiamo quindi ad approfondire ulteriormente l’argomento.

Le dimensioni e le destinazioni d’uso

Il voltmetro è uno strumento di misura che viene adoperato in due ambiti specifici: a bordo di veicoli e imbarcazioni, dove ha la funzione di tenere sotto controllo la tensione e lo stato della batteria, oppure integrato in pannelli di controllo per apparecchiature, reti e circuiti elettrici.

Si tratta quindi di un oggetto estremamente compatto, la cui dimensione frontale si riduce a quella del solo display, che deve essere collegato alla batteria o all’impianto nel quale viene installato, praticando un foro a incasso oppure fissandolo semplicemente mediante l’uso di una striscia biadesiva.

Le dimensioni possono variare da un minimo di due o tre fino a un massimo di cinque o sei centimetri o poco più, a seconda del tipo e della destinazione d’uso, mentre la forma del display può essere circolare o rettangolare; i voltmetri destinati al montaggio sui veicoli e sulle imbarcazioni tendono a essere più piccoli per esempio, proprio perché sono progettati per occupare un piccolo spazio e trovare facile collocazione in mezzo alla strumentazione del veicolo.

 

Le categorie di voltmetro

I voltmetri si suddividono soltanto in due categorie: analogici e digitali, ma può essere basato su differenti principi di funzionamento. La differenza sostanziale tra le due categorie è che i voltmetri analogici sono dotati di un quadrante dove la tensione viene indicata mediante una lancetta che si sposta lungo una scala graduata, mentre quelli digitali sono dotati di un display LED sul quale viene visualizzato direttamente il parametro.

Molti sostengono che i voltmetri digitali siano più precisi rispetto a quelli analogici, ma questa è una convinzione errata che nasce dal fatto che il display del voltmetro digitale riporta anche i decimali, mentre sulla scala di misura analogica le frazioni di valore sono indicate in maniera approssimativa.

Questo non implica assolutamente che il voltmetro digitale sia più preciso; il grado di precisione di questi strumenti, infatti, non dipende dalla visibilità dei decimali ma è indicato direttamente dalla classe a cui appartiene lo strumento, e che è definita dall’indice di precisione: 0,05 – 0,1 – 0,2 – 0,3 – 0,5 – 1 – 1,5 – 2 – 2,5 – 3 – 5

La classe di precisione, inoltre, incide sul prezzo, di conseguenza un voltmetro di classe 0,2 è più costoso rispetto a un voltmetro di classe 1; nella fascia più economica di mercato si trovano i voltmetri dalla classe 2 fino alla classe 5, i quali sono destinati a uso domestico e amatoriale.

 

 

 

Come collegare voltmetro e amperometro

 

Voltmetro e amperometro sono entrambi strumenti che se vengono installati a bordo di un veicolo, sia esso una motocicletta, un’automobile, un camper oppure una barca, permettono di tenere sotto controllo l’impianto elettrico e scoprire eventuali malfunzionamenti prima che questi possano creare problemi più gravi.

In commercio si possono trovare dei voltmetri digitali da pannello che integrano anche la funzione di amperometro, che sono adatti sia per l’installazione a bordo dei veicoli sia nei pannelli di controllo per apparecchiature elettriche; a differenza dei semplici voltmetri che hanno soltanto due o tre cavi da collegare, positivo e negativo oppure positivo, negativo e alimentazione, i voltmetri-amperometri hanno cinque fili da collegare, perché a quelli citati in precedenza si aggiungono anche il filo positivo e quello negativo dell’amperometro.

Il collegamento dei cavi varia a seconda del tipo di installazione che si deve fare e dal campo di misura del dispositivo; inoltre bisogna seguire uno schema tecnico ben preciso, quindi se non avete alcuna nozione di elettricità è meglio affidarsi a un tecnico.

Non lasciatevi ingannare nemmeno dall’apparente semplicità dell’operazione così come viene mostrata in molti tutorial video, perché in quel caso le procedure sono eseguite da professionisti o da hobbisti che hanno una buona conoscenza dell’elettricità.

Pasticciando senza esperienza, infatti, si corre il serio rischio di commettere errori e di innescare dei cortocircuiti.

 

Perché un voltmetro non può essere collegato in serie a un conduttore

Il voltmetro è uno strumento di misura che possiede una sua resistenza elettrica, resistenza che teoricamente è infinita; la ragione per la quale non si possono collegare dei voltmetri in serie a un conduttore, quindi, è che la somma delle resistenze andrebbe a ostacolare il passaggio di corrente, e quindi impedirebbe al circuito di funzionare correttamente.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il voltmetro?

Il voltmetro è uno strumento che serve a misurare la tensione della corrente, ovvero la differenza di potenziale che intercorre tra due punti di un circuito, e la cui misura è appunto il volt; in ogni caso bisogna comunque distinguere il tipo di tensione che il voltmetro deve misurare, che può essere continua o alternata a seconda del tipo di strumento.

Anche se i voltmetri hanno tutti lo stesso scopo infatti, indipendentemente dal loro principio di funzionamento, le destinazioni d’uso possono cambiare in base alla loro tipologia.

Per capire come scegliere un buon voltmetro, quindi, bisogna tenere conto dei seguenti parametri: la classe di precisione, la risoluzione, la portata e la tensione di isolamento.

Della tensione abbiamo già parlato in precedenza: il voltmetro può essere destinato infatti a misurare la tensione della corrente DC, continua, oppure di quella AC, alternata; la portata non è altro che il campo di misura dello strumento, che può variare da 0 a 30 volt, da 10 a 100 volt o da 0 a 380 volt.

La portata stabilisce anche i limiti di impiego, per esempio un voltmetro con campo di misura da 0 a 30 volt DC è adatto esclusivamente per misurare la tensione delle batterie di auto, moto e imbarcazioni, mentre un voltmetro con campo di misura da 70 a 380 volt AC è adatto per la verifica di apparecchiature e quadri elettrici.

La classe di precisione indica il valore massimo di accuratezza che il voltmetro è in grado di raggiungere durante le misurazioni, e per questa ragione viene definita usando il valore nominale che è in grado di misurare; un voltmetro di classe 2, per esempio, ha uno scarto di precisione di +/- il 2% rispetto alla sua portata massima, mentre un voltmetro di classe 0,5 ha uno scarto di precisione dello 0,5% rispetto alla portata massima.

Voltmetro come funziona?

Il voltmetro può essere basato su diversi principi di funzionamento a seconda della sua tipologia: magnetoelettrico, elettromagnetico, elettrodinamico, termico, elettronico, elettrostatico, a induzione o digitale; indipendentemente dal principio adottato, il risultato finale non cambia ovviamente, in quanto lo strumento ha sempre e comunque la finalità di misurare la differenza di potenziale tra due punti di un circuito elettrico.

La differenza che passa tra un tipo di voltmetro e un altro quindi, in base al principio di funzionamento, è determinante soltanto per il tipo di applicazione a cui esso è destinato; i voltmetri elettromagnetici ed elettrodinamici, per esempio, hanno una portata che non supera i 100 volt, mentre i voltmetri elettrostatici possono arrivare a una portata che oltrepassa di molto i 500.000 volt.

 

Quanto costa un voltmetro?

Il costo di un voltmetro può variare a seconda della classe di appartenenza, della tipologia e delle caratteristiche.

Nella fascia di prezzo più economica, dove si collocano i voltmetri destinati a uso hobbistico e amatoriale, i prezzi oscillano dai 7-8 euro fino ai 25-30 euro; questi possono differenziarsi per categoria, cioè essere analogici o digitali, e per la versatilità, visto che alcuni integrano anche funzioni di amperometro e termometro, ma hanno tutti in comune il fatto di possedere una classe di precisione non inferiore a 2.

I voltmetri che appartengono alle classi di precisione da 0,5 a 1,5 sono destinati ad applicazioni professionali, ma i prezzi degli strumenti sono ancora relativamente contenuti e possono variare dai 50 ai 100 euro circa o poco più, a seconda del modello.

I voltmetri che vanno dalla classe 0,05 a 0,3 sono invece adoperati nei laboratori o integrati in apparecchiature usate per la ricerca, quindi hanno un costo di gran lunga più elevato che in alcuni casi può arrivare superare il migliaio di euro o anche di più.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS