La 5 Migliori Graffettatrici Elettriche del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Graffettatrice Elettriche – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

Le graffettatrici elettriche sono adoperate soprattutto nell’ambito della tappezzeria, ma sono utili anche per fissare cablaggi e per altre applicazioni più generiche. Tra i diversi modelli attualmente disponibili in commercio, i più apprezzati dagli acquirenti sono la Stanley TRE550, predisposta per l’uso con i punti di tipo G, e la Bosch Home and Garden PTK3, che assicura performance da 30 punti al minuto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore graffettatrice elettrica?

 

Un hobbista che si diletta di lavori di ristrutturazione di vecchi divani o poltrone a cui rifare la tappezzeria sa che l’uso di una graffettatrice elettrica è in grado di semplificare e rendere, oltre che più piacevole, anche più rifinito un lavoro che poi andrà messo in bella mostra nella stanza più importante della casa. Per questo tipo di uso, che non richiede l’impiego di particolare forza ma che è sempre più agevole delegare a uno strumento elettrico, il prezzo da pagare non è mai esorbitante e questa guida si propone di offrirti gli elementi utili per permetterti di scegliere l’attrezzo adeguato ai tuoi bisogni.

 

 

Differenze tra manuale, elettrica e ad aria compressa

Ti sarà capitato di confrontare prezzi e notare differenze sostanziali tra attrezzi preposti allo svolgimento del medesimo ruolo: fissare dei punti, chiodi o graffette nello specifico, per assemblare strati di materiale, dal legno alla stoffa, o plastica e simili.

In questa guida ci occupiamo di definire le caratteristiche di un tipo di fissatrice, quella elettrica per l’appunto, e nella classifica che segue ti consigliamo quelli più apprezzati, ma è utile sapere che esistono diversi attrezzi, con diversa potenza e che di conseguenza appartengono a fasce di prezzo distinte.

Se tra manuale ed elettrica la differenza sta soprattutto nella fatica che deve impiegare l’utente per apporre i punti, nel caso delle graffettatrici ad aria compressa la faccenda cambia molto. Si tratta di attrezzi specifici per i professionisti che operano nel settore della falegnameria e che hanno bisogno di strumenti potenti e in grado di perforare più strati di legni duri e con punte adeguate allo scopo.

 

Scegliere i punti giusti

La recensione di un modello mette sempre in chiaro un dato numerico relativo alla dimensione della graffa o del chiodo compatibili, se la graffettatrice è in grado di spararli entrambi. Nel caso dei modelli ad aria compressa destinati a un pubblico di professionisti la lunghezza delle graffe arriva anche a 3 millimetri, mentre nel caso degli attrezzi elettrici, destinati a un pubblico meno esigente, di solito non supportano punti che superano i 14 mm di lunghezza.

Sul mercato poi esistono diverse soluzioni di dimensione inferiore, pensate per svolgere lavori più minuti e precisi. Quello a cui bisogna prestare grande attenzione è l’effettivo formato compatibile con la graffatrice: altri valori come la larghezza del punto e lo spessore del filo metallico impiegato possono non essere compatibili con il carrello contenitore della pistola scelta. La verifica attenta della disponibilità dei punti compatibili è un elemento da prendere in considerazione tanto quanto la potenza effettiva della sparapunti.

 

 

Requisiti imprescindibili di maneggevolezza e sicurezza

La migliore marca si distingue perché propone un prodotto ben fatto anche nei dettagli. Una buona presa e la facilità con cui si preme il grilletto per far partire i punti sono dettagli che fanno la differenza tra un prodotto di buona qualità da usare con frequenza, e uno da tenere di scorta per non trovarsi impreparati al bisogno.

Altro aspetto che vogliamo evidenziare in questa guida è quello della sicurezza: diffidare sempre da prodotti che non sono in grado di offrire i requisiti di sicurezza contro l’eventualità che parta un colpo accidentalmente.

 

La 5 Migliori Graffettatrici Elettriche – Classifica 2022

 

In cerca della migliore graffettatrice elettrica del 2022 ti proponiamo una selezione tra le cinque soluzioni più interessanti che si sono affermate quest’anno come le più vendute. Ti descriviamo le caratteristiche peculiari di ogni modello perché tu possa scegliere quello più adatto all’uso che hai in mente di farne.

 

 

1. Stanley 6-TRE550 graffatrice elettrica 

 

La ditta statunitense Stanley non ha certo bisogno di presentazioni, visto che è uno dei marchi leader nel settore di produzione degli elettroutensili e dei relativi accessori; la qualità e l’affidabilità di questo brand sono noti soprattutto ai professionisti, ma la ditta produce anche attrezzature per uso amatoriale di ottimo livello.

La TRE550 è un attrezzo destinato appunto all’uso domestico, quindi è apprezzato soprattutto dagli appassionati di fai da te e bricolage. Si tratta di una graffatrice elettrica alimentata dalla comune rete elettrica, mediante l’apposito cavo integrato, leggera e facile da usare grazie al suo design a pistola e all’impugnatura ergonomica rivestita in gomma morbida.

Nonostante sia predisposta anche per l’utilizzo con i chiodini, però, con questi ultimi è di gran lunga meno efficiente, quindi è meglio usarla solo con le graffette; quelle compatibili sono di tipo G, da 6 a 14 millimetri di larghezza.

 

Pro

Ergonomica: Il design della graffatrice Stanley è studiato apposta per ridurre al minimo gli sforzi e incrementare il comfort d’uso; l’impugnatura è ergonomica, infatti, ed è rivestita in gomma morbida per migliorare la presa.

Facile da usare: A parte la comoda forma “a pistola”, la piastra ha un profilo lineare che facilita ulteriormente l’uso, permettendo di accedere senza problemi anche negli angoli e negli incavi.

Versatile: La TRE550 è progettata per adoperare sia le graffette di tipo G di 6, 8, 10, 12 e 14 millimetri sia i chiodi di tipo J da 12 e 15 millimetri; quindi è un attrezzo decisamente versatile.

 

Contro

Chiodi: Alcuni acquirenti hanno segnalato che la TRE550 va benissimo con le graffette ma molto meno con i chiodini, che non riescono a penetrare del tutto fino in fondo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Bosch Home and Garden PTK 3 Graffatrice a Batteria

 

Incerto su quale graffettatrice elettrica comprare, potresti volerti orientare verso un modello cordless alimentato in questo caso da una batteria al litio da 3,6 Volt, la cui potenza è proporzionale alla velocità con cui spara i colpi e alla dimensione consentita per le graffette. Si tratta di una macchina dalla potenza di 30 punti per minuto di dimensioni medie, larghi 11,4 mm possono essere alti da 4 a 10 mm.

Indicata per lavori di tipo hobbistico, specie per chi si diletta a restaurare e tappezzare mobili, ha un sistema di sicurezza studiato per evitare che partano colpi accidentalmente: il Push + Release che permette di sparare il colpo solo se la testina della graffettatrice è premuta contro una superficie.

Al momento di chiedersi come scegliere una buona graffettatrice elettrica, piace sapere di potere contare anche su una dotazione ricca che prevede, oltre al caricatore per la batteria che ha un’autonomia di 3/5 ore a seconda dell’uso che se ne faccia, anche la valigetta in metallo e una considerevole scorta di mille graffe che danno una buona autonomia per iniziare a lavorare.

Il nuovo prodotto della Bosch piace molto agli utenti, in basso trovi il link che ti indica dove acquistare a un prezzo vantaggioso.

 

Pro

Batteria integrata: A differenza di altre che hanno scomodi e lunghi cavi, questa graffatrice elettrica ha una batteria integrata al litio che garantisce una buona autonomia e non presenta problemi di autoscaricamento, per cui puoi riporla e ritrovarla ancora carica all’utilizzo successivo.

Confezione: Uno dei pregi è senz’altro la confezione che comprende un bel contenitore in metallo. Comodo per riporla con il caricabatterie e trasportarla.

Fornitura: Una delle poche che viene venduta con 1000 graffette comprese, il che permette di poter cominciare subito a utilizzarla e sperimentarne le varie applicazioni.

 

Contro

Dispositivo di sicurezza: Dovendo trovare un difetto, potremmo dire che il dispositivo di sicurezza che impedisce di sparare graffette per sbaglio, impone una bella pressione e quindi può rendere difficile l’utilizzo in posizioni un po’ più ostiche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Einhell TC-EN 20 E chiodatrice elettrica

 

La TC-EN 20 E è una graffettatrice elettrica dal design a pistola e dall’impugnatura ergonomica, al pari di molti altri modelli analoghi appartenenti alla stessa categoria ma prodotti da altre ditte.

È predisposta sia per le graffette di tipo 53 dalla larghezza standard di 11,4 millimetri e lunghezza da 6 a 14 millimetri, sia con i chiodi di tipo 47 dalla lunghezza standard di 14 millimetri e di spessore compreso tra 1,16 e 1,27 millimetri. La caratteristica più apprezzata della graffettatrice elettrica Einhell, però, consiste soprattutto nel suo eccellente rapporto qualità-prezzo, visto che è disponibile a un prezzo inferiore rispetto ai modelli analoghi prodotti dalle altre ditte.

La TC-EN 20 E infatti, essendo destinata prevalentemente all’uso amatoriale, ha una potenza di penetrazione adeguata solo per i legni dalle essenze più morbide; su quelli più duri sia le graffette sia i chiodi, purtroppo, fanno fatica a penetrare e lasciano segni superficiali.

 

Pro

Versatile: Può essere adoperata sia con le graffette sia con i chiodini, nella fattispecie graffette di tipo 53 larghe 11,4 millimetri e con una lunghezza variabile da 6 a 14 millimetri, e chiodi di tipo 47 da 14 millimetri di lunghezza.

Accessori: La confezione include una discreta scorta di “colpi”; infatti sono presenti ben 500 chiodi e 1.000 graffette, in modo da poterla subito mettere alla prova. Il caricatore possiede anche un indicatore di riempimento bene in vista.

Sicura: A parte l’elevato comfort assicurato dall’impugnatura ergonomica, la graffettatrice Einhell è anche sicura in quanto possiede un dispositivo che abilita lo sparo solo quando l’attrezzo è in posizione di lavoro.

 

Contro

Potenza di sparo: Purtroppo è scarsa, quindi chiodi e graffette riescono a penetrare fino in fondo soltanto sui legni più morbidi; sulle essenze dure devono essere ribattuti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Stanley STHT6-70414 Graffatrice Elettrica

 

Tra le offerte pensate per lavorare sia con graffette che con chiodini, quella proposta da Stanley fa contenti gli acquirenti che la preferiscono dopo avere fatto una comparazione con altri modelli simili in termini di prezzo ma dalle prestazioni inferiori.

Non mancano gli accorgimenti che mettono in primo piano la sicurezza per scongiurare il rischio che partano colpi accidentalmente. Buona anche l’ergonomia della graffettatrice che consente una presa sicura e ferma, tanto per via della forma come per alcuni accorgimenti nel design come gli inserti di gomma morbida che permettono di afferrarla saldamente.

Buona la gamma di graffette e chiodini compatibili con la graffettatrice che si presta a eseguire buoni lavori in casa o sporadicamente anche in officina.

La confezione di vendita è direttamente proporzionale al prezzo parecchio accessibile, quindi niente punti o chiodi in dotazione né valigetta per il trasporto. Ma quello che merita particolare attenzione è la forza con cui riesce a oltrepassare anche due strati di compensato che ha lasciato parecchio soddisfatto chi l’ha testata sul campo.

Anche questa graffettatrice è dotata di cavo elettrico. In basso trovi un link per comprarla a un prezzo vantaggioso.

 

Pro

Sicurezza: Indubbiamente questo dispositivo è molto sicuro, infatti non spara graffette se non c’è una buona pressione contro il materiale da fissare, quindi è impossibile che questo avvenga in modo accidentale.

Impugnatura: Una comoda impugnatura dotata di parti in gomma morbida facilita la presa e rende confortevole tenerla in mano quando si lavora anche per lungo tempo.

Cavo lungo: Il filo è lungo quasi 2 metri e mezzo, il che rende raggiungibili anche i posti più ostici, difficili da raggiungere dove non ci sono molte prese.

 

Contro

Peso: Pur essendo piccola e compatta, questa graffettatrice pesa 1,4 kg, che sebbene poco in termini assoluti, si fanno sentire se bisogna pinzare oggetti posti molto in alto, o in posizione scomoda.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Einhell 4257860 BT-En 20 Graffettatrice Elettrica

 

Un modello da tenere nella scatola degli attrezzi e da tenere pronto all’occorrenza senza lasciarsi trovare impreparati, ecco come descrivere al meglio questo modello proposto da Einhell nella fascia medio/bassa di prezzo e le cui prestazioni sono indicate per chi non ha necessità di sottoporre lo strumento a un uso parecchio intenso.

Sono venti le graffe o i chiodi sparati in un minuto mentre è buona la scelta per quanto riguarda le dimensioni per entrambi. Tutto sommato poco potente, si addice a lavorare su superfici non troppo dure e che oppongano la minima resistenza, oppure considerare l’opportunità di ripassare con il martello i punti che non sono entrati perfettamente.

Non pecca in termini di sicurezza e assicura di sparare solo quando realmente compressa su una superficie, mentre è possibile scegliere l’intensità del colpo in base al tipo di punto scelto e al materiale con cui si lavora.

Anche la Einhell è un buon attrezzo, pensato soprattutto per uso hobbistico e che rivela una buona versatilità d’uso. Vediamone in breve pro e contro.

 

Pro

Qualità/prezzo: È davvero economica e, considerata la sua resa per un uso hobbistico, può rivelarsi un affare.

Anche chiodi: Al pari di altri prodotti più costosi, anche questa graffettatrice spara sia chiodi, sia graffette di varie misure, quindi è molto versatile.

Sicurezza: Una graffettatrice può essere pericolosa, ma questo modello presenta un beccuccio di sicurezza che impedisce di farsi male accidentalmente.

 

Contro

Scarsa potenza: Essendo pensata per l’uso domestico questa graffettatrice può presentare qualche difficoltà se utilizzata su legni un po’ più duri, dando in questi casi prestazioni un po’ limitate.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una graffettatrice elettrica

 

Una graffettatrice elettrica è un elettroutensile utilizzato da hobbisti e amanti del fai da te per fissare tappezzerie o rimettere a nuovo divani, sedie e, più in generale, fissare tessuti e pellami su materiali come il legno e la plastica.

 

 

Quale acquistare?

Sul mercato è possibile trovare diverse tipologie di graffettatrici: ad aria compressa, manuali e infine a energia elettrica.

Le prime, quelle ad aria compressa, sono attrezzi appositamente pensati per i professionisti, in grado di sparare chiodi e graffette ad alta velocità, per penetrare a fondo nel legno e altre tipologie di materiali senza il minimo sforzo.

Se avete intenzione di usare questo strumento in maniera amatoriale, vi sconsigliamo però di investire una quantità di denaro significativa, optando per le più economiche graffettatrici elettriche.

Per quanto riguarda quelle manuali, potrebbero rappresentare una buona scelta a basso costo, tuttavia dovrete prendere in considerazione lo sforzo maggiore necessario alla lavorazione. Pertanto, i modelli elettrici rappresentano un’ottima via di mezzo con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

 

Come funzionano?

Il funzionamento di questi dispositivi, a parte l’alimentazione, è sempre lo stesso. Innanzitutto è importante assicurarsi di utilizzare le graffette appropriate. Nella scheda tecnica del prodotto potrete individuare subito la tipologia di graffette compatibili, potrete quindi provvedere all’acquisto di queste ultime per averne una buona scorta da parte.

Per inserirle nel caricatore, dovrete, premendo l’apposito pulsante di rilascio, aprire il vano superiore della graffettatrice: potrete così caricarla con un numero variabile di graffette. Per scoprire quanti punti è in grado di alloggiare l’elettroutensile, vi invitiamo a consultare il manuale di istruzioni relativo dal momento che la quantità varia di modello in modello.

 

Collegare l’elettroutensile

Una volta preparata la macchina, non dovrete far altro che collegarla alla corrente elettrica tramite l’apposito cavo di alimentazione e sarete pronti ad azionarla.

 

 

Occhiali protettivi

Alcuni piccoli accorgimenti da prendere, prima di lavorare al vostro progetto, prevedono il munirsi di occhiali anti infortunio. Potrete facilmente acquistarli on-line o in qualsiasi negozio di ferramenta e salvaguardano gli occhi da eventuali graffette che potrebbero essere sparate accidentalmente.

 

Regolare la potenza

In base al materiale su cui avete intenzione di lavorare, potreste aver bisogno di regolare la forza della graffettatrice tramite manopola o pulsante. Per un materiale come il legno, dovreste impostarla su un valore più alto, mentre invece, se dovete semplicemente unire pezzi di stoffa, potreste ridurre la forza al minimo.

Saranno necessari alcuni tentativi prima di riuscire ad adoperare il dispositivo al meglio, vi invitiamo quindi a effettuare dei test su materiali di scarto per prendere confidenza con la graffettatrice e procedere al lavoro vero e proprio solo quando avrete capito come funziona.

 

Accessori extra

Tenente conto del filo dell’alimentazione. Qualora abbiate bisogno di lavorare in giro per la casa potreste aver bisogno di una prolunga. Non fatevi trovare impreparati e considerate anche l’acquisto di eventuali accessori che potrebbero facilitarvi il lavoro.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Einhell 4257843 BT-En 30 e Graffettatrice Elettrica

 

Ha una impugnatura comoda e salda la macchina proposta da Einhell per dedicarsi ai lavori domestici, fissando la tela alle cornici o trasformando vecchi mobili in nuovi capolavori d’arte moderna. Tra i nostri consigli per l’acquisto questa graffettatrice elettrica fa bella figura specie se non si vogliono investire grosse cifre ma ci si vuole comunque regalare una buona macchina per rifinire in dettaglio lavori di fai da te.

Come molte altre macchine simili vendute online, anche questa offre la possibilità di regolare l’intensità del colpo da adattare al tipo di materiale con cui si lavora, in più in questo attrezzo è possibile effettuare la regolazione elettronicamente, per un controllo ancora più preciso da calibrare al millesimo in base al tipo di materiale con cui si lavora.

La tecnologia che semplifica la vita incontra la graffettatrice, che dispone anche di un indicatore del livello di riempimento (alzi la mano chi non ha mai perso almeno 5 minuti prima di rendersi conto che la macchina non è rotta ma ha solo esaurito la carica di graffette!).

Ecco un altro oggetto dal prezzo competitivo, vediamo in dettaglio adesso i pregi e difetti secondo gli utenti.

 

Pro

Prezzo: È forse il più economico rispetto ad altre pinzatrici della stessa categoria. Ovviamente non è adatta a un uso professionale, ma risolve tanti piccoli problemi per chi ama il fai da te e l’hobbistica.

Indicatore di livello: Comoda da usare e maneggevole, questa graffettatrice ha un indicatore di livello che consente di osservare facilmente quante graffette siano contenute al suo interno evitando di restare sprovvisti all’improvviso, magari mentre si sta lavorando in cima a una scala!

Fornitura: La spillatrice include una notevole fornitura di graffette di diverse dimensioni, così è possibile cominciare a utilizzarla subito, per vari tipi di lavoretti.

 

Contro

Funzionamento: Se devi farne un uso intensivo può dare dei problemi, dato che a volte si inceppa. Ma va bene per un uso saltuario, dato il prezzo davvero modico.

 

 

Black & Decker KX418E-QS Graffatrice Elettronica, 1500W

 

Tra le migliori graffatrici elettriche non può di certo mancare una a firma del colosso statunitense, ci ha colpito particolarmente per via delle caratteristiche di affidabilità anche se sottoposta a lavori intensi, seppure mantenendosi in ambito hobbistico.

Funziona alimentata alla corrente, il cavo può essere un intralcio a volte, ma è una garanzia se si pensa di farne un uso continuativo e non vincolato alla durata della batteria ricaricabile. L’autonomia è resa interessante dalla capacità di immagazzinamento di 64 punti, non tantissimi visto che se ne trovano da 100, ma comunque un buon numero per dedicarsi a lavori lunghi e accurati nei dettagli.

Sei sono i livelli di regolazione della percussione, in questo modo è facile dosare la forza della graffettatrice per raggiungere, o a volte oltrepassare un po’, il piano del materiale con cui si sta lavorando. Va bene con il legno, specie in quello più morbido la graffetta potrebbe sprofondare un po’, e con altri materiali di consistenza simile visto che applica una potenza notevole dettata dai suoi 1500 W.

Guardiamo ora pregi e difetti della Black & Decker, alla fine trovi un link per acquistare a prezzi bassi.

 

Pro

Design: Come si può notare a prima vista questa graffettatrice ha un bel design, caratterizzato dal colore arancio sgargiante e da un’ottima maneggevolezza, con comoda impugnatura.

Regolabile: Questa graffettatrice ha l’intensità di percussione regolabile su sei livelli diversi, così da poterla adattare alle specifiche esigenze e ai vari materiali.

Versatile: Non solo spillette! Questo modello infatti funziona sia con le graffette che con i chiodi, quindi risulta molto versatile.

 

Contro

Confezione: Si può restare delusi, aprendo la confezione, ma è bene essere preparati: l’acquisto non comprende neanche un piccolo campione di chiodi o graffette, quindi se vuoi provarla subito acquista anche i consumabili.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS