Le 8 migliori vernici per legno del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Vernici per legno – Opinioni, analisi e guida all’acquisto 

 

Se avete deciso di rimettere a nuovo un vecchio mobile, oppure gli infissi, e volete dei consigli relativi alle vernici per legno, la nostra guida all’acquisto vi offrirà tutte le informazioni utili per scegliere quella più adatta alle vostre esigenze. Se invece non avete molto tempo da dedicare alla lettura, vi suggeriamo di dare un’occhiata alle recensioni delle otto vernici per legno più richieste sul mercato. Le più apprezzate dagli acquirenti sono la Veleca Pinteco, trasparente lucida e adatta soprattutto per il legno esposto alle intemperie, e la Chalk Paint, una vernice speciale che non richiede carteggiatura e lascia una finitura simile a quella del gesso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori vernici per legno – Classifica 2022

 

Nelle righe che seguono scoprirete quali sono le migliori vernici per legno, in base al tipo di esigenza vogliate soddisfare. Nel nostro sito trovate anche altri prodotti per il legno, come per esempio le recensioni delle migliori colle, che potete leggere cliccando sul link.

 

 

Vernice per legno esterno

 

1. Veleca Pinteco vernice lucida trasparente per legno

 

Tra i diversi prodotti venduti online, la Veleca Pinteco è una delle migliori vernici per legno del 2022, e sostenerlo non sono soltanto i pareri dei numerosi acquirenti soddisfatti. Il pregio principale della Pinteco, infatti, è quello di possedere un elevato grado di resistenza alle intemperie; ha una notevole durabilità e non tende a sfogliarsi col passare del tempo come invece capita ad altri prodotti. 

Inoltre è adatta anche ai principianti perché è una vernice all’acqua inodore, facile sia da preparare, senza l’ausilio di solventi chimici, sia da stendere. Queste caratteristiche la rendono ideale soprattutto come vernice per legno esterno, quindi per le parti esposte degli infissi, per gli steccati e per i mobili da giardino.

L’unica pecca consiste nella descrizione della finitura, che viene indicata come lucida ma che invece dipende in parte dal previo trattamento del legno. La Pinteco, infatti, deve essere applicata successivamente al trattamento con l’impregnante.

 

Pro

Durabilità: La vernice Pinteco non si sfoglia ma tende a semplicemente a consumarsi molto lentamente; rispetto ad altri prodotti analoghi, infatti, ha una maggiore resa in termini di durabilità.

Ad acqua: Non richiede l’uso di solventi chimici, e per diluirla basta usare acqua; questo la rende molto più semplice da gestire, soprattutto per gli amanti del fai da te, e anche più tollerabile per quando riguarda l’odore.

Rendimento: Il barattolo da 750 ml ha una resa indicativa di circa 8-10 metri quadrati; questo valore, ovviamente, può essere soggetto a variazioni in base alla proporzione di diluizione.

 

Contro

Preparazione: Non può essere applicata direttamente sul legno nudo, ma bisogna trattare quest’ultimo con una vernice impregnante prima; quindi non va bene per uso singolo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vernice per legno senza carteggiare

 

2. Chalk Paint Everything 250 ml bianco gesso

 

La Chalk Paint è una vernice per legno senza carteggiare, cioè non richiede alcuna preparazione preliminare delle superfici, a eccezione di quelle lucide, che però vanno soltanto opacizzate leggermente strofinandole con una spugna scotch-brite.

Può essere usata sia per il legno in interni sia in esterni, ma è ideale soprattutto per rimettere a nuovo i vecchi mobili, e può essere applicata a pennello, a rullo oppure a spruzzo. Prima di usarla, però, è bene dare almeno una rapida sgrassata con acqua e bicarbonato, dopodiché si può stendere la vernice, che ha un notevole potere coprente e lascia una finitura extra opaca estremamente gradevole al tatto.

La Chalk Paint è disponibile in 44 colori diversi; l’unica pecca è il costo, purtroppo, che è abbastanza elevato in proporzione alla quantità. Il barattolo, infatti, contiene 250 ml di vernice, che sono sufficienti appena per dare due mani a un comodino di medie dimensioni.

 

Pro

Senza carteggio: La Chalk Paint può essere applicata direttamente sulle superfici, senza bisogno di carteggiare prima; l’unica eccezione sono le superfici lisce che devono essere leggermente opacizzate.

Colori: La scelta dei colori è molto ampia, e permette di accontentare ogni tipo di esigenza; inoltre può essere stesa con il pennello, con il rullo oppure applicata con la pistola a spruzzo.

Finitura: In termini di potere coprente, la Chalk Paint è la migliore vernice per legno tra tutte quelle che abbiamo preso in esame; inoltre lascia una finitura extra opaca molto bella.

 

Contro

Costosa: Il prezzo è un po’ caro, soprattutto in proporzione alla quantità di vernice contenuta nel barattolo; e purtroppo è venduta solo in barattoli da 250 ml.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vernice per legno interno

 

3. Bondex Vernice impregnante 2in1 per legno interno

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una vernice per legno interno dalla doppia azione protettiva e sigillante, allora la Bondex 2in1 è sicuramente la soluzione che fa per voi.

Facilissima da stendere e già pronta all’uso, si contraddistingue per la formula a base d’acqua che nobilita il legno come un impregnante e lo sigilla come una vernice, formando una barriera invisibile sulla superficie che impedisce l’infiltrazione e l’assorbimento di acqua e sporco, senza però andare a coprire le venature naturali del materiale.

Ottima per creare una finitura lucida durevole e altamente resistente alle sollecitazioni meccaniche, risulta asciutta al tatto dopo soli 60 minuti dalla stesura ed è sovraverniciabile già dopo quattro ore dalla prima mano, rendendo il lavoro di restauro più pratico e veloce.

Oltre a rientrare tra le proposte a prezzi bassi offerte dalla rete, vanta anche una resa superiore al 10% rispetto ai principali prodotti concorrenti, permettendo di verniciare 10 mq con un litro di prodotto.

 

Pro

2 in 1: Quella di Bondex è una vernice per legno ad azione impregnante che permette di creare uno strato protettivo repellente all’acqua e allo sporco, ravvivando al contempo il colore e la lucentezza della superficie.

Pratica da usare: Può essere stesa con il pennello, il rullo o la pistola a spruzzo e, una volta applicata, si asciuga al tatto in soli 60 minuti ed è riverniciabile già dopo quattro ore dalla prima mano.

Finiture: L’azienda mette a disposizione quattordici colori tra cui scegliere per consentirne l’utilizzo su qualsiasi tipo di supporto, potendo contare su una gradevole finitura lucida e trasparente che non va a coprire le venature naturali del legno.

 

Contro

Bassa capacità riempitiva: Per ottenere un risultato più uniforme ed esteticamente apprezzabile è necessario rimuovere eventuali irregolarità o imperfezioni dalla superficie poiché la vernice non ha alcun effetto riempitivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vernice per legno coprente

 

4. Gori 88-3169 Sabbia 0,75 l vernice di finitura coprente

 

Quella prodotta dalla ditta Gori, invece, è una vernice per legno coprente adatta soprattutto per l’uso esterno; e anche se il barattolo esaminato è color sabbia, è disponibile in molti altri colori a seconda delle esigenze.

In linea di massima, quindi, è simile alla Chalk Paint esaminata in precedenza, soprattutto per quanto riguarda il potere coprente, e può essere applicata con il pennello, con il rullo oppure a spruzzo. In comparazione alla Chalk Paint, inoltre, è caratterizzata da un rapporto qualità-prezzo molto più conveniente; purtroppo, però, prima di essere applicata richiede il trattamento previo delle superfici, che devono essere accuratamente carteggiate e poi sgrassate.

Trattandosi di una vernice a gel, inoltre, la sua resa dipende dalla consistenza e dal grado di densità della stessa quando viene applicata; con il caldo la vernice è più liquida e ha una resa maggiore, quindi è preferibile applicarla durante la stagione estiva.

 

Pro

Potere coprente: Anche se nella media rispetto ad altre vernici per legno dalle caratteristiche analoghe, la Gori offre un discreto potere coprente; ovviamente la sua densità incide sulla resa in tal senso.

Versatile: Può essere applicata in vari modi: usando il pennello, il rullo o la pistola a spruzzo; il che la rende molto versatile e più semplice da usare, anche per i pittori fai da te.

Colori: Come altre vernici del genere, anche la Gori è disponibile in una discreta gamma di colori a seconda dei gusti e delle esigenze del caso.

 

Contro

Resa: La Gori è una vernice a gel, quindi la resa varia in base alla densità e al tipo di legno su cui viene applicata; con il caldo è più liquida e ha una resa migliore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Primer vernice per legno

 

5. Adler VariColor 2 in 1 primer acrilico per legno

 

Il VariColor, prodotto dalla ditta austriaca Adler, è un primer per legno 2 in 1, quindi non richiede l’applicazione preliminare di altri tipi di vernice di supporto; inoltre è estremamente versatile e a parte il legno è adatta anche per le superfici in plastica e per quelle in metallo, come per esempio i radiatori dei termosifoni.

Il barattolo preso in esame è di colore azzurro, ma la VariColor è disponibile in oltre 40 tonalità diverse; è resistente al calore e alle intemperie, quindi è adatta anche per gli esterni, ed è inodore e facile da preparare e da stendere visto che è a base d’acqua.

Il limite maggiore di questa vernice però, è rappresentato dallo scarso potere coprente; a seconda della proporzione di diluizione infatti, per ottenere dei risultati soddisfacenti in termini di uniformità del colore, sarebbe necessario stendere come minimo tre mani.

 

Pro

Primer: Grazie alla sua particolare formula che le assicura proprietà di primer, la VariColor può essere applicata anche senza che il legno abbia subito un trattamento previo con altre vernici.

Non solo legno: Può essere applicata anche sulle superfici metalliche o di plastica; l’elevata resistenza al calore, per esempio, la rende ideale anche per verniciare i radiatori dell’impianto di riscaldamento.

Colori: La vernice VariColor è disponibile in oltre quaranta diverse tonalità di colore, quindi è in grado di soddisfare le esigenze più disparate.

 

Contro

Potere coprente: Purtroppo servono più due mani di vernice per avere una buona copertura e risultato sufficiente anche in termini di uniformità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vernice acrilica per legno

 

6. Scobuty set di vernice acrilica per legno 14 pezzi

 

Quello prodotto dalla ditta Scobuty, invece, è un set di vernice acrilica per legno a prezzi bassi, destinato a tutti gli appassionati di hobby artistici che amano rilassarsi dipingendo nel tempo libero.

Oltre al legno, ovviamente, la Scobuty è adatta per tutte le superfici non assorbenti, inoltre sono adatti anche per l’esterno perché una volta asciutti formano una pellicola elastica e impermeabile, quindi sono ideali per graffiti e murales; il set è composto da quattordici pezzi in totale: dodici tubetti di vernice da 12 ml ciascuno, due pennelli di diverse misure e una tavolozza in plastica con un’ampia vaschetta centrale, dove mescolare insieme le varie tonalità, circondata da otto vaschette più piccole dove mettere i singoli colori.

Il kit Scobuty è apprezzato soprattutto per il suo costo economico, ma la qualità dei colori è ben lungi dall’essere professionale; di conseguenza è consigliata soltanto per l’uso amatoriale.

 

Pro

Uso artistico: Le vernici Scobuty sono economiche ma ideali per chi ha l’hobby della pittura artistica, anche sulle pareti esterne e su oggetti con superfici non assorbenti, tela inclusa.

Murales: Le sue caratteristiche la rendono adatta soprattutto per i murales e i graffiti, ma ovviamente va bene anche per altri utilizzi, sempre in ambito artistico però.

Set: La confezione è costituita da un set che include 12 tubetti con diversi colori, due pennelli di taglia differente e una tavolozza in plastica.

 

Contro

Non professionale: Ovviamente si tratta di un set di colori economici; se siete alla ricerca di pittura acrilica professionale allora dovrete optare per un prodotto diverso e più costoso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vernice spray per legno

 

7. Ambro-Sol V400SAT2 Smalto Acrilico Multiuso

 

A chi, invece, è alla ricerca di uno smalto acrilico facile da applicare e utilizzabile sia all’interno sia all’esterno della casa, consigliamo la vernice spray per legno Ambro-Sol V400SAT2, che unisce la rapidità di essiccazione (sui quindici minuti circa) a un’ottima capacità di adesione.

Oltre al legno, può infatti aderire anche su altre tipologie di supporti, come quelli in metallo, vetro, ceramica e persino sull’intonaco, donando alla superficie una finitura brillante con ottime proprietà di protezione contro lo sporco, i graffi, l’umidità e i raggi UV.

Anche in questo caso si tratta di un vernice a base acqua, quindi risulta quasi completamente inodore e non richiede l’uso di solventi chimici per la diluizione ma, dal momento che non è coprente, sarà comunque necessario uniformare il manufatto da verniciare con un fondo apposito per renderne la superficie perfettamente liscia e omogenea.

Il prezzo a cui viene proposta la bomboletta da 400 ml appare abbastanza elevato rispetto alla media, ma va comunque precisato che da questo punto di vista siamo perfettamente in linea con la qualità del prodotto e l’affidabilità dell’azienda produttrice.

 

Pro

Versatile: La vernice spray per legno Ambro-Sol V400SAT2 è idonea all’uso tanto all’interno quanto all’esterno e può essere applicata anche su altri tipi di materiali come metallo, vetro, ceramica e intonaco.

Protettiva: Oltre a mantenere il legno compatto, ne evita la deformazione e impermeabilizza la superficie trattata conferendogli un gradevole aspetto lucido.

Asciugatura rapida: Dopo appena 15 minuti dalla stesura risulta già secca al tatto ed è possibile applicare una seconda mano di vernice a distanza di sole sei ore dalla prima.

 

Contro

Rapporto quantità/prezzo: Pur trattandosi di un prodotto di elevata qualità e proposto da una delle aziende più quotate del settore, riteniamo che il prezzo del formato da soli 400 ml sia decisamente troppo alto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vernice per legno ad asciugatura rapida

 

8. Rustins vernice ad asciugatura rapida con finitura satinata

 

L’ultimo prodotto esaminato nella nostra classifica è la vernice per legno ad asciugatura rapida prodotta dalla ditta francese Rustins, disponibile in diverse tonalità di color legno. Il costo può variare in maniera più o meno consistente a seconda del colore ma il barattolo più economico è quello dal colore Light Oak con finitura satinata. 

Date le sue caratteristiche di asciugatura rapida e di buona resistenza alle intemperie, ovviamente, è consigliata prevalentemente per i mobili e il legno situati in esterni. La vernice è base acrilica e quindi non richiede l’uso di solventi chimici, può essere usata pura o diluita in acqua e l’unica preparazione richiesta è quella delle superfici lucide, che devono essere opacizzate con una spugna scotch-brite prima di applicare la vernice; il legno nudo, invece, richiede almeno tre mani.

L’unica pecca, purtroppo, è che una volta asciugata il colore non rimane fedele alla tonalità indicata.

 

Pro

Prezzo: Il costo del barattolo del colore Light Oak è a dir poco concorrenziale, e questo rappresenta decisamente uno dei suoi maggiori punti di forza visti i prezzi delle altre vernici.

Per esterni: Offre un ottimo grado di resistenza alle intemperie, quindi è consigliata soprattutto per verniciare mobili e casette da giardino, gli steccati e la parte esterna degli infissi in legno.

Asciugatura rapida: A 30 minuti dall’applicazione risulta già secca al tatto, e a distanza di sole 4 ore è già possibile applicare una seconda mano di vernice.

 

Contro

Colore: Una volta asciugata, purtroppo, il colore tende a variare tonalità e a differire da quella che dovrebbe avere, seppur di poco.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori vernici per legno

 

Prima di decidere quale vernice per legno comprare bisogna prendere in considerazione diversi fattori, altrimenti si corre il rischio di sprecare denaro per un prodotto non idoneo alle proprie esigenze.

Lo stato del legno e la sua collocazione

Per capire come scegliere una buona vernice per legno bisogna innanzitutto partire dal tipo di legno sul quale dovrà essere applicata, e a quale scopo. Le esigenze possono essere diverse infatti, dalla semplice verniciatura di un mobile fino a quella degli infissi; se i mobili o i manufatti di legno su cui intervenire sono collocati all’esterno, poi, bisogna tenere conto anche del fattore di resistenza alle intemperie. Il primo requisito da identificare in una vernice per legno, quindi, è la sua idoneità all’uso in esterni o in interni, tenendo conto che esistono dei prodotti idonei per entrambi i casi, che però hanno un costo leggermente più alto.

Le superfici da verniciare, inoltre, devono essere prima trattate; la carteggiatura è necessaria nella maggior parte dei casi, soprattutto se si deve agire sugli infissi oppure rimuovere vecchi strati di vernice consumata. Nel caso di mobili collocati all’interno dell’abitazione, però, è possibile usare vernici che non richiedono la carteggiatura preliminare; sulle superfici lucide, però, è bene dare sempre una leggera passata con una spugna Scotch-Brite, in modo da opacizzarle quanto basta a consentire una migliore presa della vernice.

 

I prodotti complementari per il trattamento completo

Fate molta attenzione ai prodotti complementari; la verniciatura del legno, specialmente quella degli infissi, richiede spesso un trattamento completo con diversi tipi di vernice. Oltre a preparare le superfici con la carteggiatura, infatti, bisogna stendere una mano di impregnante, poi passare la vernice e su quest’ultima applicare eventualmente un ulteriore strato di finitura.

Il trattamento può variare a seconda dei casi; nelle abitazioni situate in zone dove la percentuale di umidità tende a essere più alta del normale, per esempio, oltre a proteggere il legno dalle intemperie bisogna prendere in considerazioni anche gli agenti biologici, come le muffe e i funghi. In questo caso è preferibile adoperare una vernice che abbia proprietà specifiche, oppure stendere prima una mano di primer con protezione antibatterica, poi uno strato di impregnante e poi le mani di vernice.

Per i trattamenti, quindi, è preferibile acquistare sempre prodotti della stessa marca, in quanto le formule chimiche usate sono complementari e ottimizzate per offrire il massimo della resa quando vengono applicati nell’ordine, nelle quantità e nelle modalità consigliate dal produttore.

Le vernici per i mobili

Il discorso fatto per i cicli di verniciatura a scopo protettivo, in realtà si applica a qualsiasi superficie di legno, anche interna. In alcuni casi, infatti, ci si potrebbe trovare di fronte all’esigenza di intervenire su un legno malato, affetto da tarli o da altri problemi di natura biologica.

Se invece i mobili da dipingere sono in buone condizioni, ma rovinati solo superficialmente a causa dell’età, allora si può usare una semplice vernice per legno che, in base alle esigenze del caso, abbia proprietà protettive non solo contro i graffi ma anche contro gli agenti atmosferici.

In questo caso la scelta è più ampia e passa dalle vernici senza carteggiatura, a cui abbiamo accennato in precedenza, fino a quelle trasparenti o trasparenti colorate, che esaltano le venature naturali del legno invece di coprirle.

Per quanto riguarda i prezzi, invece, questi possono variare dai 7 fino ai 20-25 euro circa a barattolo, a seconda del produttore e della tipologia. La resa varia di poco, da un prodotto all’altro si può oscillare dagli 8-10 fino ai 10-12 metri quadrati a barattolo. Quello che invece incide molto sulla spesa, invece, è la quantità di prodotto per barattolo; alcune tipologie di vernice, infatti, sono vendute in quantità modiche, mentre altre offrono la scelta tra barattoli di diverse capacità.

 

 

 

Come diluire la vernice per legno

 

I tipi di vernice

Innanzitutto è bene ricordare che la maggior parte delle vernici per legno in commercio sono studiate apposta per essere applicate senza diluizione; le miscele infatti, specifiche o meno che siano, possiedono già un grado di densità ottimale in base all’uso specifico per le quali sono state realizzate.

Ovviamente la diluizione è possibile, e in alcuni casi si rende anche necessaria se la vernice si è addensata troppo, se invece di un singolo strato si vogliono stendere più mani, se si vuole una maggiore penetrazione nella superficie del legno o anche solo per incrementare leggermente la resa del prodotto.

Le tipologie, in questo caso, sono analoghe a quelle delle vernici per le pareti; esistono cioè quelle acriliche, che possono essere diluite semplicemente con acqua, e quelle che richiedono l’uso di solventi chimici. Poi ci sono gli smalti per legno, che a seconda del caso possono essere diluiti con acqua, solventi chimici oppure con olio di lino.

 

 

Le metodologie di applicazione

La diluizione varia anche a seconda dello strumento usato per verniciare; quando si usa il pennello, infatti, è preferibile che la vernice abbia una consistenza più fluida, in modo da poterla stendere più facilmente. Il rullo e la pistola a spruzzo, invece, richiedono un maggiore densità per assicurare dei buoni risultati.

Le proporzioni di diluizione

Qualsiasi sia la tipologia di vernice per legno, è bene non superare mai la proporzione di diluizione del 30%; già a questa percentuale, infatti, la vernice risulta molto fluida a scapito del suo potere coprente.

Nella verniciatura a pennello, la proporzione ottimale è del 20-25% per la prima mano, e del 5-10% per le mani successive; nel caso si utilizzi la pistola a spruzzo, invece, è preferibile mantenersi su una proporzione non superiore al 15-20%, lo stesso discorso vale anche per il rullo.

Per la diluizione usate sempre un apposito contenitore a parte, dove mettere l’esatta quantità di vernice da usare, alla quale sarà aggiunta l’acqua o il solvente nella proporzione necessaria; questo passaggio è obbligato in quanto le successive mani richiederanno una proporzione di diluizione diversa.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quale vernice usare per gli infissi in legno?

Se gli infissi in legno sono a doppia faccia, cioè di legno nella parte interna e alluminio in quella esterna, allora è possibile usare tranquillamente una vernice per legno interno; diversamente, invece, è preferibile usare direttamente quella per legno esterno.

Per assicurare un’elevata resa nella protezione degli infissi dalle intemperie, però, bisogna tenere conto di svariati fattori: il clima è l’elemento principale ovviamente, quindi non solo la luce solare ma anche le escursioni termiche, la frequenza delle piogge e la percentuale di umidità nell’aria, che potrebbe dare luogo a fenomeni di proliferazione di muffe.

Per gli infissi in legno, quindi, è consigliabile optare sempre per un trattamento che, oltre alla vernice, includa anche il primer e la finitura; il primer, infatti, svolge un ruolo fondamentale nella protezione dagli agenti biologici come funghi, muffe e batteri, e nel creare uno schermo che impedisca la penetrazione dell’umidità e dei raggi solari.

Come togliere la vernice per legno dal pavimento?

Per rimuovere delle macchie di vernice per legno finite sul pavimento la soluzione migliore è intervenire subito con uno straccio, prima che la pittura si asciughi; ma qualora questo non sia possibile si può ricorrere a vari metodi in base al tipo di pavimento.

Nel caso del cotto o altro materiale poroso, per esempio, è consigliabile stendere sulle macchie un panno leggermente imbevuto di olio di lino e lasciarlo circa un’ora, in modo da farlo assorbire sia dalle macchie sia dalla zona circostante; una volta rimosso il panno bisogna strofinare con una spugnetta morbida imbevuta in una soluzione di acqua tiepida e aceto. Non usare mai aceto puro, invece, in quanto potrebbe lasciare a sua volta delle macchie.

Sui pavimenti di marmo e sul parquet, invece, è meglio usare acqua e sapone di Marsiglia; sul marmo, se le macchie di vernice sono secche, si potrebbe prendere in considerazione anche l’uso di una stecca a spatola da pittore, in modo da rimuovere la vernice a secco e senza fare uso di detergenti.

Su piastrelle e ceramiche, invece, è possibile usare anche dei solventi acrilici o l’acetone, ma è consigliabile comunque effettuare dei test con i prodotti in aree poco visibili, per controllare che non lascino segni visibili sulla superficie. È sconsigliato anche l’uso delle retine metalliche, che potrebbero graffiare le superfici; meglio adoperare le spugne Scotch-Brite invece, che sono meno “dure”.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

5 COMENTARIOS

Pia

November 21, 2021 at 3:23 am

MA IN QUESTO ELENCO SOLO VERNICI TOSSICHE???…È QUELLE CHE NON INQUINANO DOCE SONO??? E QUELLE CON MARCHIO ECOLABEL DOVE SONO?
ELENCO SAVVERO ALLUCINANTE 😱TUTTE VERNICI PER FARSI VENIRE UN CANCRO 😱O NEL MIGLUORE DEI CASI ALLERGIE 😡PER ANNI
CHE PENA

Répondre
Flavio EU

November 23, 2021 at 10:40 am

Salve Pia,

purtroppo per quanto triste possa essere la realtà, il fatto è che le vernici ecolabel sono tra le meno richieste sul mercato.
La ragione è semplice quanto brutale: rispetto alle vernici che abbiamo esaminato infatti, e che sono maggiormente richieste, quelle con l’etichetta ecologica hanno un prezzo proibitivo (alcuni prodotti arrivano a costare anche 100 euro per un barattolo da 10 litri). Siccome la maggior parte degli utenti punta al risparmio, preferisce acquistare vernici che costano molto meno e poi adoperare le giuste precauzioni d’uso per evitare rischi alla salute.

Saluti

Team EU

Répondre
Andreasen

March 9, 2021 at 5:37 pm

salve, grazie per la pagina.
Sto cercando un tipo di vernice (copre venatura di legno) durevole per le persiane. Le persiane sono posizionate verso sud-ovest.

Répondre
Flavio EU

March 10, 2021 at 7:40 pm

Salve,

se vuoi che la verniciatura sia durevole, dovresti prima di tutto carteggiare le superfici delle persiane in modo da rimuovere la vecchia pittura, e poi passare almeno una o due mani di impregnante. Una volta che questo si è asciugato, puoi passare la vernice di finitura del colore che preferisci, oppure trasparente (sempre con tonalità a scelta da più chiaro a più scuro, in modo da esaltare le venature del legno). Per entrambi i tipi di vernici, ti suggeriamo i prodotti Veleca oppure gli Ica For You, che se applicati a regola d’arte sono estremamente durevoli.

Saluti

Team EU

Répondre
giancarlo

October 29, 2021 at 12:01 am

la vernice di fondo deve essere dopo asdciugatura essere liscia in modo che lo smalto sia liscio ed uniforme ci sono dei fondi che non rispettano tyale prospettiva e si vede troppo le pennellate

Répondre