Gli 8 Migliori Multimetri del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Multimetri – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Uno strumento che non può assolutamente mancare agli appassionati di elettronica, sia di livello amatoriale sia professionale, è un buon multimetro. Nella nostra guida all’acquisto troverete ulteriori informazioni in merito, che vi aiuteranno a decidere quale modello può assolvere al meglio alle vostre esigenze. Troverete anche un esame più approfondito degli otto multimetri più richiesti sul mercato, tra tutti quelli attualmente disponibili; la lista include sia modelli professionali sia amatoriali, ovviamente, ma le posizioni occupate non sono relative soltanto al livello di prestazioni o alla convenienza del rapporto qualità-prezzo.

Ai primi posti, infatti, troviamo il Kaiweets TRMS 6000, destinato a uso domestico e largamente diffuso grazie al prezzo accessibile, e il leggendario supertester Ice 680 R, un modello analogico progettato in Italia negli anni ’60, le cui prestazioni rimangono a tutt’oggi insuperate.

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori Multimetri – Classifica 2022

 

Ed eccoci agli otto multimetri che hanno riscosso il maggior gradimento di mercato; tra i diversi esemplari presi in esame, quelli destinati a uso professionale occupano posizioni meno preminenti, ma solo a causa della loro specificità.

 

Multimetro digitale

 

1. Kaiweets Multimetro Digitale TRMS 6000

 

Secondo i pareri degli acquirenti più smaliziati ed esperti in materia di attrezzature di rilevamento elettrico, nonostante il TRMS 6000 sia destinato all’uso domestico e amatoriale, può essere tranquillamente considerato uno dei migliori multimetri del 2022.

Questo multimetro digitale è il più economico tra tutti quelli esaminati nella nostra guida, è facile da usare ed è dotato di un display LCD retroilluminato che permette di eseguire test anche negli ambienti poco illuminati; nonostante sia venduto a basso costo è ben realizzato, con materiali di buona qualità, ed estremamente funzionale, dal momento che oltre ai test per la continuità e per la protezione dai sovraccarichi è in grado di eseguire anche i test di tensione NCV senza contatto.

L’unica pecca è costituita dai puntali in dotazione, che sono di scarsa qualità e di conseguenza impediscono di ottenere letture precise; questo ha causato spesso l’erronea valutazione del prodotto, quindi meglio sostituirli subito.

 

Pro

Prezzo: Il tester digitale TRMS 6000 si distingue soprattutto per il prezzo accessibile, infatti è un prodotto che rientra nella fascia dei prezzi bassi e questo gli ha permesso di collocarsi tra i modelli più venduti.

Ottima qualità: A dispetto del costo irrisorio, offre un livello qualitativo ottimo, sia in termini di materiali di fabbricazione sia per quanto riguarda il grado di precisione; quest’ultimo può essere migliorato sostituendo i puntali con altri migliori.

Sicuro: Il sistema di rilevamento NCV senza contatto emette un segnale sonoro e visivo, illuminando il display, nel caso in cui percepisca una tensione superiore ai 90 Volt, in modo da garantire sicurezza all’operatore.

 

Contro

Accessori: Il difetto è del tutto comprensibile dato il costo irrisorio di questo multimetro, per ottenere il massimo della precisione è preferibile cambiare subito i cavi con i puntali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro analogico

 

2. ICE Strumentazione Mod. 680 R Multimetro Analogico 

 

L’Industria Costruzioni Elettromeccaniche, comunemente nota con il marchio ICE, è passata alla storia come produttrice di strumenti di misurazione elettrica di altissima qualità. Il Mod. 680 R, infatti, è ritenuto ancora il migliore multimetro disponibile sul mercato, tra gli esemplari analogici.

Nonostante questa leggendaria ditta abbia ormai cessato la sua attività, infatti, molti dei suoi prodotti vengono ancora venduti online, e sono estremamente ricercati soprattutto dai professionisti e dai tecnici impiantisti. Il Mod. 680 R è un multimetro analogico progettato negli anni ’60, ed è un vero gioiello della tecnologia italiana visto che è l’unico strumento del genere dotato di una scala graduata con escursione angolare di 100°.

La sua altissima precisione supera perfino i modelli digitali più recenti, ed è dovuta a particolari di grande ingegno come lo specchio retrostante la lancetta, che elimina gli errori di parallasse, e la possibilità di misurare bassi valori Ohm nell’ordine dei decimi.

 

Pro

Gioiello storico: Nonostante sia stato progettato negli anni ’60, il Mod. 680 R è valido tutt’oggi e possiede caratteristiche che sono rimaste insuperate, come l’ampiezza angolare da 100° che è ancora un record.

Altissima precisione: Anche le prestazioni offerte sono insuperabili, perfino i multimetri digitali professionali più costosi non riescono a competere con l’eccellenza di questo modello analogico.

Versatile: Può misurare la corrente alternata, la corrente continua, la tensione, gli Ohm, la capacità e perfino i decibel con una gamma in quattro portate da -10 a +62 dB, inoltre può eseguire prove di transistor, diodi e LED.

 

Contro

Disponibilità: Dal momento che la ditta ICE ha cessato l’attività, i suoi prodotti sono destinati a diventare sempre più difficili da reperire; meglio comprarlo finché è disponibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro digitale professionale

 

3. PeakTech 3441 Multimetro Digitale Professionale True RMS

 

A coloro che si chiedono dove acquistare un nuovo multimetro digitale professionale portatile che abbia un buon rapporto qualità-prezzo, invece, suggeriamo di dare un’occhiata al modello 3441 prodotto dalla ditta tedesca PeakTech. In comparazione agli altri tester digitali professionali esaminati nella nostra guida, infatti, questo è disponibile a un costo decisamente vantaggioso.

Il modello 3441 è lo strumento di misura ideale per gli elettricisti, in quanto è progettato apposta per l’uso intensivo e con un display in grado di visualizzare il conteggio fino a un massimo di 60.000; tutte le misurazioni eseguite, inoltre, sono raccolte come valori True RMS.

A parte corrente, tensione, capacità, resistenza e altro ancora, il 3441 è in grado di misurare anche i loop in corrente dai 4 ai 20 milliampere, di conseguenza può essere usato anche in ambito industriale. La struttura è solida e resistente; come prestazioni invece, secondo alcuni è paragonabile a un Fluke.

 

Pro

Professionale: Il multimetro digitale 3441 PeakTech è stato progettato apposta per le esigenze professionali, e infatti è in grado di misurare anche i loop di corrente che si creano nei controller destinati ad applicazioni industriali.

Ottima qualità strutturale: I materiali di fabbricazione, così come le prestazioni, sono di ottimo livello; la scocca è solida e resistente e anche gli accessori sono di buona qualità.

Ben accessoriato: La confezione include anche la custodia anti-urto, i puntali con i relativi cavi, la termocoppia di tipo K, le quattro batterie dimostrative AAA e il manuale delle istruzioni.

 

Contro

Istruzioni: L’unica pecca è rappresentata dal manuale delle istruzioni che, anche nel formato scaricabile PDF, è disponibile esclusivamente in lingua tedesca.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro Fluke

 

4. Fluke 117 Multimetro per Elettricisti con Rivelatore di Tensione 

 

Fluke Corporation è un’azienda statunitense leader nel settore di produzione della strumentistica di rilevazione, e per molti anni è stata fornitrice anche per il settore militare e aerospaziale americano. Attualmente continua a operare soltanto nel comparto di produzione della strumentazione portatile, dove occupa un posto di preminenza a livello mondiale.

Il multimetro Fluke 117 è progettato apposta per gli elettricisti ed è caratterizzato è possiede le stesse caratteristiche del PeakTech 3441 esaminato in precedenza, fatta eccezione per la funzionalità di misurazione dei loop di corrente; in compenso, però, il Fluke 117 ha la modalità di rilevazione della tensione senza contatto, che invece manca al PeakTech 3441.

A esclusione di questo particolare, e del prezzo ovviamente, i due apparecchi non differiscono molto quindi; entrambi offrono prestazioni e qualità eccellenti, ma il Fluke è penalizzato da un costo decisamente più alto e quindi meno accessibile rispetto al PeakTech.

 

Pro

Alta precisione: Gli strumenti portatili di rilevazione costruiti dalla ditta statunitense Fluke sono famosi per la loro alta precisione, e il multimetro digitale 117 non fa eccezione. La bassa impedenza d’ingresso elimina anche gli errori dovuti alla tensione fantasma.

Sicuro: Possiede anche la funzione di rilevazione della tensione senza contatto, inoltre certificato Categoria III 600 V nella classe di sicurezza.

Pratico: Compatto, leggero e resistente, il Fluke 117 può essere adoperato in modo facile anche con una sola mano; è compatibile anche con il gancio magnetico opzionale che gli permette di funzionare automaticamente.

 

Contro

Prezzo: Rispetto agli altri multimetri digitali professionali portatili, il Fluke ha un prezzo decisamente più alto. È consigliato soltanto ai più esigenti e agli estimatori del brand.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro da banco

 

5. Aneng AN888S BT Multimetro Multifunzione da Banco

 

L’AN888S BT, prodotto dalla ditta cinese Aneng, è un multimetro da banco di fascia economica che si distingue per le sue capacità multifunzione; oltre alle modalità di misurazione, infatti, funziona anche come orologio, sveglia e termometro ambientale.

È dotato di display LCD da 19.999 conteggi retroilluminato con intensità di luce regolabile, altoparlanti Bluetooth che gli consentono di funzionare come speaker wireless durante il lavoro ed è commutabile per il funzionamento manuale o automatico. È in grado di misurare la corrente e la tensione, sia alternata sia continua, ed eseguire i test di capacità e resistenza, nonché quelli On-Off del diodo, con valori espressi in True RMS.

Date le sue caratteristiche è consigliato soprattutto per l’uso domestico e amatoriale, e per gli studenti di elettrotecnica; la confezione include anche i puntali con i relativi cavi e il manuale delle istruzioni, che però sono soltanto in lingua inglese.

 

Pro

Economico: Il multimetro da banco Aneng è caratterizzato da un prezzo relativamente economico, soprattutto in relazione alle numerose funzioni aggiuntive che lo rendono estremamente versatile.

Multifunzione: A parte le diverse misurazioni con valori in True RMS, questo multimetro funziona anche come orologio, sveglia, termometro ambientale e cassa Bluetooth; quindi è adatto soprattutto per gli studenti e per gli hobbisti.

Accurato: Nonostante sia un modello economico, gode di un discreto livello di accuratezza, soprattutto quando viene utilizzato in modalità automatica; in manuale, invece, lo scarto di precisione ha un incremento minimo.

 

Contro

Non professionale: Ovviamente non è consigliato per l’uso professionale; è adatto soltanto per uso domestico, amatoriale e scolastico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro HT

 

6. HT25N Multimetro Digitale COM HR0002 CAT III

 

HT Instruments è una ditta italiana specializzata nella produzione di strumenti di rilevamento, analisi e verifica, e il suo brand ha acquisito notorietà grazie all’affidabilità e all’ottimo livello qualitativo dei suoi prodotti.

Lo HT25N è un modello digitale multifunzione standard che rientra nella categoria III di sicurezza con doppio isolamento, quindi è in grado di eseguire misurazioni di tensione in corrente continua e alternata fino a 600 Volt e in corrente continua fino a 10 Ampere, con funzioni complementari di continuità, resistenza, prova diodi e test su batterie alcaline da 9 e 1,5 Volt.

Il multimetro HT è dotato anche di un ampio display LCD retroilluminato e di un commutatore che permette di passare facilmente da una funzione all’altra, inoltre possiede anche la funzione Data Hold per il mantenimento delle letture sul display ed è conforme alle norme di sicurezza IEC EN61010-1. È completo di custodia, puntali e cavi di misurazione.

 

Pro

Made in Italy: Il multimetro HT25N è un modello basico con funzioni essenziali ma è un prodotto Made in Italy di alta qualità, sia per quanto riguarda i materiali e l’assemblaggio sia per le prestazioni.

Valido per i professionisti: A dispetto del prezzo economico, grazie al quale è molto diffuso in ambito amatoriale e domestico, l’HT25N è un apparecchio valido anche per l’uso professionale.

Solido e robusto: Le dimensioni sono compatte ma ha un peso di circa 300 grammi; la scocca è molto resistente e rivestita da uno strato di gomma morbida che incrementa il comfort della presa rendendola al contempo più salda.

 

Contro

Auto-Off: Purtroppo manca la funzione di spegnimento automatico, ma date le ottime caratteristiche e il prezzo ridotto non ci si può certo lamentare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro Proster

 

7. Proster T21D multimetro digitale automatico True RMS

 

Il multimetro digitale prodotto per il brand inglese Proster è caratterizzato da un costo relativamente basso ma da tutte le funzionalità tipiche dei modelli destinati a uso professionale.

Il T21D, infatti, è in grado di misurare la tensione alternata e continua, la temperatura, la corrente, la resistenza, la capacità, la frequenza e il ciclo di lavoro, inoltre può testare continuità, transistor, diodi e visualizzare il vero valore efficace True RMS. È progettato per eseguire anche rilevamenti senza contatto ed è dotato di un display da 6.000 conteggi, retroilluminato, di protezioni per il sovraccarico e il cortocircuito e di LED per illuminazione, in modo da poter essere usato in ambienti bui.

Lo strumento è alimentato da tre batterie AAA, che sono incluse nella confezione insieme a una coppia di sonde di prova, una sonda di temperatura, due clip a coccodrillo e il manuale delle istruzioni; ovviamente è destinato a uso domestico.

 

Pro

Economico: Il prezzo è facilmente accessibile anche per coloro che hanno un budget di spesa limitato, quindi è apprezzato soprattutto dai risparmiatori.

Funzioni complete: Anche se è uno strumento di categoria hobbistica possiede tutte le funzioni di misurazione tipiche dei multimetri destinati a uso professionale, inclusa la visualizzazione dei valori True RMS.

Pratico da usare: Possiede un magnete che permette di fissarlo alle superfici metalliche, in modo da facilitare l’uso, e integra una torcia LED che permette di adoperarlo anche al buio.

 

Contro

Precisione: Trattandosi di un multimetro digitale di fascia economica non aspettatevi il top della precisione nelle letture; è adatto soltanto per uso domestico e hobbistico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Multimetro Ultrics

 

8. Ultrics FBA-0021-YB Multimetro Digitale Portatile di tipo Professionale

 

Concludiamo la nostra lista dei multimetri più richiesti sul mercato con un modello digitale portatile di tipo professionale, ma di fascia economica, prodotto dalla ditta Ultrics. Il modello Ultrics si colloca solo in ottava posizione perché, a dispetto delle sue buone caratteristiche, il livello di precisione non è tale da permettergli di competere con altri modelli dal costo analogo prodotti da marchi più blasonati, come i multimetri HT e ICE per esempio. 

Ciò non toglie che rimane comunque ideale per l’uso hobbistico, domestico e soprattutto didattico; l’FBA-0021-YB, infatti, ha il pregio di possedere le stesse funzionalità di misurazione di un multimetro digitale professionale: voltmetro, amperometro, ohmmetro, tester per diodi e batteria, misurazione di capacità, resistenza e verifica di continuità AC/DC.

Dal punto di vista strutturale, inoltre, è fatto con materiali di buona qualità ed è rivestito da uno strato di gomma che lo protegge da urti e schizzi d’acqua occasionali.

 

Pro

Multifunzionale: In pratica offre le stesse funzionalità di un multimetro digitale portatile professionale, ma il livello di accuratezza non regge il paragone con quello dei modelli dal prezzo analogo prodotti dai marchi più blasonati.

Compatto e resistente: La qualità strutturale, invece, è decisamente ottima; l’Ultrics è compatto, relativamente leggero e anche resistente, inoltre è dotato anche di supporto pieghevole per l’uso da banco.

Fai da te: È il modello ideale per gli amanti del fai da te e per l’uso hobbistico; anche il rapporto qualità-prezzo è abbastanza favorevole.

 

Contro

Accessori: Purtroppo la dotazione di accessori non include la custodia per il trasporto, inoltre le istruzioni sono soltanto in lingua inglese e per giunta scarne e poco chiare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori multimetri

 

Se volete sapere quale multimetro comprare dovete innanzitutto sapere su quale tipo di circuiti sarà usato, per quale intensità di corrente e con quali finalità, vediamo quindi di approfondire ulteriormente l’argomento.

Lo standard CEN EN 61010 e le categorie di sicurezza

Per capire come scegliere un buon multimetro bisogna innanzitutto tenere in considerazione le normative vigenti in materia di sicurezza degli apparati elettrici ed elettronici, e in particolare lo standard CEN EN 61010. Questa norma ha stabilito quattro diverse categorie di appartenenza, identificate mediante la numerazione romana I, II, III e IV, le quali indicano in ordine sequenziale il livello di sicurezza dello strumento.

Più alta è la categoria e più elevate sono le protezioni di cui il multimetro è dotato, di conseguenza quelli che rientrano nella CAT I sono adatti per misurare correnti, tensioni e potenze molto basse; per eseguire misurazioni su impianti domestici occorrono multimetri CAT II, quelli marcati CAT III sono adatti per la misurazione di pannelli, prese di distribuzione e motori elettrici mentre i CAT IV sono usati per le alte tensioni e potenze, come quelle degli impianti industriali.

Le categorie di appartenenza, quindi, non servono a stabilire l’idoneità all’uso professionale o domestico, in quanto questo non è determinato dalla capacità dello strumento. Nei laboratori di elettrotecnica per esempio, dove si lavora per lo più sulle schede elettroniche di dispositivi di varia natura, inclusi gli elettrodomestici, vengono generalmente usati dispositivi che rientrano nelle categorie I e II; i multimetri di categoria III, invece, sono quelli più adoperati dai tecnici elettricisti in quanto offrono un ampio margine di versatilità, infatti permettono di lavorare sia sui circuiti a basse tensioni sia sugli impianti elettrici domestici e residenziali.

 

Le tipologie e i prezzi

A questo punto dovrebbe apparire evidente che ciò che determina la validità di un multimetro, ai fini dell’utilizzo professionale dello stesso, non è la categoria di appartenenza ma bensì il livello di accuratezza delle sue misurazioni.

Il costo di uno di questi strumenti può variare dai 20 ai 300 euro e oltre a seconda della tipologia, portatile o da banco, e della ditta produttrice; a influire sul prezzo, quindi, sono innanzitutto le caratteristiche del dispositivo, a cominciare da quelle strutturali. Di solito i modelli portatili sono quelli che costano meno, ma anche in questo caso esistono delle variazioni di prezzo determinate dalla categoria di appartenenza. 

Per quanto concerne i modelli portatili, i più economici sono quelli di categoria I-II, il cui prezzo non oltrepassa i 50 euro circa; quelli appartenenti alle categorie III e IV, invece, sono decisamente più costosi e il loro prezzo può variare dai 150 ai 300 euro e oltre a seconda del modello e della ditta produttrice.

Al top si collocano i brand più affidabili del settore, ovviamente, tra i quali spiccano in particolare la ditta statunitense Fluke, la tedesca PeakTech e l’italiana HT Instruments; gli strumenti prodotti da queste ditte sono quelli caratterizzati dal maggior livello di precisione nelle letture.

La tipologia di multimetro, inoltre, non influisce sulla categoria di appartenenza; i modelli portatili, per esempio, possono essere classificati in una o più categorie dalla I alla IV, e lo stesso discorso vale per i dispositivi da banco con la differenza che in questo caso il costo è più elevato anche per i modelli che rientrano nelle categorie I-II.

La qualità dei puntali adoperati per le misurazioni, inoltre, incide molto sull’accuratezza delle letture. Quelli forniti nella dotazione di accessori dello strumento, se questo è economico, tendono a essere di scarsa qualità; di conseguenza sostituirli con altri di qualità superiore può portare a un netto miglioramento nella resa del multimetro.

I multimetri da banco

Questa particolare tipologia merita un discorso a parte, sia perché si caratterizza per un costo superiore rispetto ai modelli portatili sia per le possibili applicazioni.

Se i dispositivi portatili sono più diffusi grazie alla loro versatilità d’uso, infatti, i multimetri da banco sono progettati per operare in postazioni fisse, e cioè per l’uso da laboratorio. Su tensioni e potenze medio-alte, però, di solito vengono usati direttamente gli oscilloscopi, che oltre alle funzioni di misurazione delle grandezze elettriche sono in grado di esaminare anche la forma d’onda della corrente misurata.

I multimetri da banco, quindi, sono adoperati soprattutto su tensioni e potenze medio-basse, quindi trovano applicazione a livello didattico, nei laboratori delle scuole professionali di elettronica, in ambito domestico da parte degli hobbisti e degli appassionati, e in ambito professionale nei laboratori di riparazione e rettifica di antenne, dispositivi elettronici ed elettrodomestici piccoli e grandi.

Anche se raramente oltrepassano la categoria II, il loro costo è più alto rispetto ai multimetri portatili in virtù delle funzioni aggiuntive di cui sono dotati; il prezzo di un modello da banco, quindi, può oscillare dai 90 ai 250 euro circa, e può spingersi anche oltre a seconda delle caratteristiche specifiche e della ditta produttrice.

Se le esigenze sono limitate all’uso hobbistico o didattico, però, allora si può rimanere tranquillamente entro un limite di spesa di 150 euro al massimo.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il multimetro?

Il multimetro è uno strumento atto a misurare le grandezze elettriche, ed è quindi in grado di rilevare la tensione continua e alternata, la corrente continua, quella alternata e la resistenza elettrica. I modelli più completi sono in grado di misurare anche la capacità elettrica, la frequenza, la temperatura e in alcuni casi perfino l’induttanza, nonché di eseguire i test di prova sui diodi e sui transistor.

 

Come funziona un multimetro?

Per eseguire la misurazione, il multimetro deve assorbire energia elettrica dal circuito da esaminare, e questo viene fatto mediante due cavi con relativi puntali alle estremità che vengono applicati al circuito in modo da chiuderlo e far circolare la corrente; per la misurazione degli Ampere, quindi, è preferibile utilizzare le pinze amperometriche in quanto offrono maggiore sicurezza.

A seconda del tipo di misurazione da eseguire, inoltre, conviene usare determinate tipologie di multimetro. Quelli digitali sono più adatti a eseguire misurazioni che richiedono l’assorbimento di poca elettricità, visto che hanno una maggiore impedenza d’ingresso rispetto ai modelli analogici.

 

Come funziona un multimetro analogico?

Il multimetro analogico sfrutta lo stesso principio di funzionamento del galvanometro, e cioè assorbe energia elettrica dal circuito che viene sottoposto a esame, in modo da eseguire la misurazione.

Come il galvanometro, quindi, anche il multimetro analogico utilizza un magnete permanente al cui interno è collocata una bobina libera di ruotare sull’asse perpendicolare rispetto alle linee del campo magnetico. L’elettricità assorbita dal circuito sottoposto a misurazione, quindi, viene fatta circolare nel magnete creando un campo che imprime un moto rotatorio alla bobina; questa, a sua volta, è collegata a una molla a spirale calibrata in modo da opporre resistenza alla rotazione. 

Il risultato della misurazione, quindi, corrisponde all’intensità di corrente necessaria alla coppia motrice della bobina per eguagliare o superare la coppia resistente della molla a spirale.

 

 

 

Come usare un multimetro 

 

L’invenzione del multimetro

La paternità del multimetro viene attribuita a Donald Macadie, un ingegnere inglese che, negli anni ‘20 del Novecento, lavorava alle poste britanniche e fu la conseguenza della soddisfazione di una necessità. Il buon Donald, infatti, era stanco di dover avere sempre con sé numerosi apparecchi che gli servivano per la manutenzione dei circuiti delle telecomunicazioni. Grazie alle sue conoscenze e alla sua buona manualità, dunque, riuscì a creare un unico strumento che era in grado di misurare ampere, volt e ohm. 

Premessa

La funzione di misurazione degli Ampere mediante il multimetro è una opzione che bisogna considerare più o meno attentamente a seconda del livello di conoscenze e di esperienza che si possiede in ambito di elettricità e elettrotecnica.

Il multimetro, infatti, per eseguire le misurazioni richiede il passaggio di corrente al suo interno, e quindi il collegamento al circuito elettrico da esaminare; sulle basse tensioni e potenze non ci sono problemi, ma il discorso cambia a partire dalla rete elettrica domestica.

 

La categoria dello strumento

I multimetri CAT I e II, per esempio, sono solitamente destinati a uso domestico, hobbistico e didattico; in ambito professionale i dispositivi che rientrano in queste categorie vengono usati soprattutto per le misurazioni dei componenti di schede e altri dispositivi elettronici.

Per eseguire misurazioni su tensioni e potenze medio-alte, invece, occorrono quelli appartenenti alle categorie III e IV, i quali sono progettati apposta per reggere elevati carichi di Ampere, quindi permettono di eseguire le misurazioni con un adeguato livello di protezione per l’operatore.

La pinza amperometrica

La soluzione più semplice e immediata per la misurazione degli Ampere, quindi, rimane l’uso della pinza amperometrica. Questo strumento, infatti, permette di eseguire la rivelazione senza la necessità di essere collegato fisicamente al circuito, ragion per cui risulta estremamente semplice e sicuro da usare, anche per i principianti.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Ice Mod. 5010 Multimetro Digitale

 

Un altro multimetro digitale di fascia economica, ma caratterizzato da un livello di precisione e affidabilità tale da renderlo adatto anche per l’uso professionale, è il Mod. 5010 prodotto dall’azienda italiana Industria Costruzioni Elettromeccaniche, ormai non più attiva e famosa soprattutto per aver prodotto il leggendario super tester analogico Mod. 680R, che abbiamo avuto il piacere di esaminare in precedenza.

Il multimetro Ice Mod. 5010 si distingue soprattutto per essere disponibile a un prezzo decisamente vantaggioso, a dispetto della sua reperibilità che diminuisce sempre più con il passare del tempo visto che la ditta ICE ha ormai cessato la sua attività.

Pur essendo un modello destinato soprattutto all’uso domestico, didattico e amatoriale, come accennato anche in precedenza, la sua qualità costruttiva e progettuale, nonché il livello di precisione nelle letture, lo rendono adatto anche per un eventuale uso professionale, seppur limitato a causa della basilarità delle sue funzioni.

 

Pro

Brand leggendario: Il marchio Ice è appartenuto a una ditta italiana di eccellenza nel settore dell’elettrotecnica, quindi il livello di qualità posseduto da questo multimetro è decisamente alto.

Rapporto qualità-prezzo: Grazie al prezzo contenuto il Mod. 5010 è molto ricercato, soprattutto da parte degli hobbisti e degli amatori. Infatti è difficile trovare un multimetro così preciso e affidabile a un costo altrettanto basso.

Basico ma prestante: È compatto, leggero e al tempo stesso resistente; basico nelle letture ma preciso, inoltre rientra nella classe A di efficienza energetica e di conseguenza la batteria dura parecchio.

 

Contro

Reperibilità futura: L’unica incognita dei prodotti ICE è la relativa alla loro reperibilità sul mercato; molti modelli si trovano ancora in commercio, ma non durerà a lungo purtroppo.

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

2 COMENTARIOS

Alessio

November 12, 2020 at 3:48 pm

buongiorno, vorrei sapere quali puntali dovrei acquistare per rendere valido il tacklife dm02a, grazie.

Répondre
Flavio EU

November 15, 2020 at 8:38 pm

Salve Alessio,

il Proster è un buon kit universale composto da 21 pezzi, quindi è completo, inoltre è compatibile con multimetri di categoria II, III e IV.

Saluti

Team EU

Répondre