Gli 8 migliori battiscopa del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Battiscopa – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Col passare del tempo e con l’evoluzione degli stili di arredamento, anche gli elementi apparentemente secondari, come i battiscopa per esempio, cambiano nello stile, nei materiali di cui sono fatti, nel colore e in alcuni casi anche nelle funzioni. Nella guida all’acquisto andremo ad approfondire ulteriormente l’argomento, mentre nella classifica abbiamo esaminato otto diversi battiscopa che si possono trovare attualmente in commercio. I più apprezzati tra questi sono il battiscopa in MDF Hobby Legno, grazie al suo prezzo economico, e il battiscopa in vero legno Tanganika prodotto da TWE, più costoso ma anche più bello dal punto di vista estetico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori battiscopa – Classifica 2022

 

Dal battiscopa più economico fino a quello predisposto per il passaggio di cavi elettrici e strisce LED. La nostra classifica testimonia che i prodotti più richiesti in commercio appartengono alle tipologie più svariate, a prescindere dal costo e dal materiale con cui sono realizzati.

 

Battiscopa bianco

 

1. Hobby Legno battiscopa in MDF rivestito tonalità bianco

 

Al primo posto della nostra classifica relativa ai migliori battiscopa del 2022, troviamo un articolo commercializzato dall’azienda italiana Hobby Legno.

Nella fattispecie si tratta di un set da cinque pezzi di battiscopa realizzati in MDF, cioè in fibra di legno compressa a media densità, rivestiti da una pellicola vinilica di colore bianco opaco, più o meno simile alle tonalità RAL 9010 o 9016. Ogni pezzo ha uno spessore di 12 millimetri, un’altezza di 80 millimetri e una lunghezza di 2400 millimetri per un totale di 12 metri lineari.

Il battiscopa bianco Hobby Legno è un articolo made in Italy che costa poco e che può essere facilmente applicato con chiodi e silicone; l’unica pecca è che essendo realizzato in fibra compressa è vulnerabile all’acqua e va tagliato con attenzione per evitare danni ai bordi. Il rivestimento vinilico, inoltre, è abbastanza resistente ma anche sottile, quindi è meglio evitare di graffiarlo.

 

Pro

Economico: Si tratta di un battiscopa disponibile a prezzi bassi, quindi con una minima spesa se ne possono acquistare 12 metri lineari e installarlo in due stanze di piccole dimensioni oppure in una di medie dimensioni.

Facile da installare: Essendo realizzato in fibra di legno compressa a media densità, per fissarlo alla parete basta adoperare colla siliconica e chiodi, il che lo rende adatto anche per l’installazione fai da te.

Bianco opaco: Il colore è simile alle tonalità di bianco RAL 9010 o 9016, quindi si accosta bene a qualsiasi tipo di arredamento indipendentemente dal colore e dallo stile dei mobili. Stesso discorso vale per la tinta delle pareti.

 

Contro

Materiale: La fibra di legno compressa meno resistente rispetto al legno massello, ed è anche più vulnerabile all’acqua e all’umidità

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa in legno

 

2. TWE Tucci Wood Essence battiscopa moderno in vero legno Tanganika

 

Stando ai pareri comuni di acquirenti e addetti ai lavori, il miglior battiscopa rimane quello classico realizzato in legno impiallacciato e verniciato, sia dal punto di vista estetico sia per quanto riguarda la resa e la durata.

Per questa ragione al secondo posto della nostra classifica troviamo un battiscopa in legno impiallacciato realizzato dalla ditta italiana Tucci Wood Essence, specializzata nella produzione di profili, fascette, stipiti, listelli, coprifili, battiscopa e fermavetri con sagomature lineari oppure elaborate, realizzati rigorosamente in legno. L’azienda, inoltre, è in possesso della certificazione ISO 9001 e del marchio rilasciato dal Consorzio Vero Legno.

A parte l’alta qualità del materiale e delle finiture, il battiscopa TWE si distingue anche per l’elevata resistenza all’acqua e ai lavaggi; in comparazione agli altri prodotti esaminati nella classifica, e a dispetto di un costo più elevato, il TWE in legno Tanganika tinto noce chiaro è uno dei battiscopa più venduti online.

 

Pro

Alta qualità: L’azienda produttrice è certificata ISO 9001 e i suoi prodotti riportano tutti il marchio del Consorzio Vero Legno, a testimonianza dell’elevato livello qualitativo dei materiali adoperati per la fabbricazione dei semilavorati.

Resistente: Il legno impiallacciato Tanganika ha il pregio di possedere un’elevata resistenza all’acqua e ai lavaggi, e quindi di garantire una durata elevata nel tempo. Le aste hanno una sezione di 10 x 70 millimetri e una lunghezza di 240 millimetri

Estetica: La verniciatura noce chiaro e il design essenzialmente pulito e lineare lo rendono adatto soprattutto per le case arredate in stile moderno. L’effetto estetico è di grande valore.

 

Contro

Costoso: Il prezzo è proporzionato alla qualità e di conseguenza è decisamente alto, inoltre è un articolo difficile da trovare nelle offerte scontate o in saldo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa in PVC

 

3. MMD battiscopa in PVC rigido per labbra set di 5

 

Se volete sapere dove acquistare un battiscopa dallo spessore minimo, che non crei uno spazio eccessivo tra la parete e i mobili, allora vi suggeriamo di dare un’occhiata al battiscopa in PVC della ditta francese Mon Marché Decò, specializzata nella produzione di semilavorati, pannelli e altri elementi per la decorazione di interni ed esterni.

La caratteristica principale di questo battiscopa, infatti, è quella di possedere uno spessore di appena due millimetri mentre l’altezza, invece, è di 100 millimetri. Lo zoccolo risulta più alto rispetto ai normali battiscopa, inoltre è dotato di un labbro inferiore da un centimetro che permette di coprire efficacemente il punto di giunzione tra il pavimento e la parete, in modo da garantire una una finitura ordinata.

Le caratteristiche strutturali lo rendono ideale per l’installazione in ambienti umidi che richiedono lavaggi frequenti, come studi medici, cucine professionali e sale ristorazione, ma anche per cucine e bagni domestici.

 

Pro

Professionale: Il battiscopa MMD è adatto soprattutto per l’installazione in ambienti professionali, come gli studi medici, e nelle attività commerciali che operano nel campo della ristorazione e degli alimenti.

Igienico e duraturo: Il PVC è un materiale estremamente resistente, soprattutto all’acqua e ai lavaggi frequenti, e di conseguenza è anche duraturo nel tempo; inoltre ha uno spessore di soli due millimetri.

Versatile: Oltre alla naturale predisposizione all’installazione in ambienti di lavoro, il battiscopa MMD va bene anche per le cucine, le lavanderie e i bagni domestici; inoltre è adatto sia per interni sia per esterni.

 

Contro

Costoso: A parte il costo elevato dei singoli listelli, è anche difficile da tagliare e da assemblare, di conseguenza bisogna rivolgersi per forza a un installatore professionista.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa morbido

 

4. Holzbrink battiscopa morbido adesivo cappuccino con striscia spezzata

 

Quello prodotto dalla ditta tedesca Holzbrink è un battiscopa morbido a fascia venduto in rotoli da 5, 10, 15, 20 oppure 25 metri di lunghezza, a seconda delle esigenze dell’acquirente.

Lo spessore della striscia è di circa un millimetro mentre la larghezza è di 55 millimetri, ma è predisposta per piegarsi ad angolo in modo da creare uno zoccolo di 32 millimetri di altezza e un labbro 23 millimetri che va a coprire il pavimento. L’installazione è estremamente semplice e non richiede attrezzi, perché la fascia di PVC è dotata di due strisce di biadesivo acrilico in grado di resistere a temperature che vanno da -40° a +140°, l’unico accorgimento da prendere è quello di fare attenzione nel tagliare correttamente l’angolo del sezione da piegare sul pavimento, in modo da creare delle fughe omogenee negli angoli. Il battiscopa morbido Holzbrink è adatto soprattutto per pareti dal profilo arrotondato o circolare.

 

Pro

Morbido: La sua flessibilità lo rende ideale soprattutto per l’applicazione sulle pareti che seguono un profilo curvo, sui pilastri a sezione tonda. Il ridotto spessore della fascia, inoltre, permette di tagliarla più facilmente.

Facile da installare: Non richiede l’uso di attrezzi, chiodi o altro, possiede già delle strisce di biadesivo acrilico estremamente resistente all’acqua e alle temperature estreme; basta soltanto tagliare le sezioni e applicarle alla base delle pareti.

Colori: Il rotolo esaminato è quello color cappuccino ma il battiscopa Holzbrink è disponibile in numerose tonalità di colore, incluse alcune che riproducono le venature naturali del legno.

 

Contro

Pulizia: Bisogna fare attenzione nella scelta dei detergenti da usare per la sua pulizia perché alcune sostanze, soprattutto l’alcol, possono rimuovere il colore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa filomuro

 

5. FIP Profilo Battiscopa Filomuro in alluminio light 80 HDF

 

Il battiscopa filomuro è un nuovo sistema studiato apposta per le case costruite e arredate in stile moderno e minimalista.

Mentre i tradizionali vengono addossati alla parete, creando un dislivello di circa un centimetro che impedisce il contatto diretto tra i mobili e la parete, il battiscopa FIP è caratterizzato da una sezione quadra che facilita l’installazione a incasso, in modo da far mantenere la superficie perfettamente a filo con la parete. Affinché questa caratteristica rimanga inalterata nel corso del tempo, il battiscopa FIP è realizzato interamente in alluminio HDF, idrofugo e non soggetto a deformazioni.

Il sistema filomuro è costituito da un profilo base in alluminio estruso verniciato di bianco da ancorare alle pareti, completo di giunti per gli angoli, dal profilo battiscopa che viene collegato a incastro sul profilo base, e dalla dima di montaggio; di conseguenza l’installazione richiede l’intervento di un professionista.

 

Pro

Filomuro: Come lascia facilmente intuire il nome, la caratteristica principale di questo battiscopa è quella di non sporgere dal muro ma di trovarsi esattamente a filo con la parete.

Funzionale: Il sistema di installazione a incastro è predisposto per il passaggio di cablaggi di diverso tipo, incluse strisce LED, in modo da realizzare un ambiente che sia ordinato, funzionale e di design al tempo stesso.

Igiene: Il vantaggio di avere il battiscopa a filo con la parete significa eliminare l’accumulo di polvere e i segni di pulitura sulla giunzione con il muro. Inoltre i mobili possono essere accostati direttamente alle pareti e, all’occorrenza, spostati senza problemi.

 

Contro

Installazione: Per ottenere dei buoni risultati è meglio affidare l’installazione del battiscopa raso muro a un professionista del settore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa moderno

 

6. Battiscopa Orac Decor SX157 AXXENT SQUARE zoccolino cornice parete

 

Quello prodotto dalla ditta belga Orac Decor è un battiscopa moderno che svolge anche un ruolo funzionale oltre che estetico, infatti ha una sezione cava che permette il passaggio dei cavi elettrici o di eventuali sistemi di illuminazione LED per l’illuminazione notturna.

Un’altra caratteristica distintiva del battiscopa Orac è il materiale con cui è fabbricata, e cioè una miscela di polistirene estruso ad alta densità brevettata con il nome commerciale DuroPolymer. Questo materiale ha il pregio di possedere un’elevata resistenza agli urti, all’acqua e ai lavaggi, di conseguenza è adatto per l’installazione in qualsiasi tipo di ambiente, sia domestico sia commerciale, tanto in interni quanto in esterni.

È venduto sotto forma di listelli da 1,3 centimetri di spessore, 6,6 centimetri di altezza e 200 centimetri di lunghezza; l’unico colore disponibile è il bianco, ma il DuroPolymer è un materiale che può essere tranquillamente verniciato.

 

Pro

Funzionale: La sezione cava offre una predisposizione naturale al passaggio dei cavi elettrici, in modo da assolvere anche a uno scopo funzionale oltre che meramente estetico.

Resistente: Il battiscopa SX157 è realizzato con DuroPolymer, un materiale estremamente resistente agli urti ma al tempo stesso anche leggero, verniciabile e indeformabile.

Versatile: Grazie alle sue caratteristiche strutturali può essere installato praticamente ovunque, sia all’esterno sia all’interno, ed è adatto soprattutto per gli ambienti esposti a forte umidità.

 

Contro

Installazione: Il materiale con cui è fatto è difficile da tagliare senza gli strumenti adatti, quindi per l’installazione è preferibile incaricare un operaio qualificato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa passacavi

 

7. Cablecoach CC10026 Battiscopa

 

Il Cablecoach CC10026 è un articolo davvero particolare perché si tratta di un battiscopa passacavi. A differenza degli altri battiscopa con predisposizione per i cablaggi che abbiamo esaminato nella nostra classifica, però, quello prodotto da Cablecoach è effettivamente una canalina la cui copertura a incastro è sagomata per assomigliare a un battiscopa.

La canalina è interamente realizzata in PVC di colore bianco ed è costituita da due parti; quella da fissare alla parete mediante viti o tasselli, che è suddivisa in tre zone dove poter alloggiare diversi tipi di cablaggio, e la copertura a incastro. La sezione passacavi che è situata alla base della canalina, inoltre, è sollevata di 11 millimetri rispetto al livello del pavimento, quindi il battiscopa è adatto anche per ambienti come il bagno e la cucina.

L’unica pecca è il costo elevato, soprattutto considerando che le singole confezioni contengono soltanto 3 metri lineari di battiscopa.

 

Pro

Canalina: Il battiscopa Cablecouch è una vera e propria canalina per il passaggio di cavi dallo spessore vario; quindi è consigliato soprattutto a chi ha l’esigenza di raccogliere in modo ordinato i cavi di una postazione di lavoro.

Versatile: Può essere montato praticamente ovunque, in esterni e interni, anche negli ambienti umidi come il bagno, la lavanderia e la cucina, perché la sezione di passaggio dei cavi è collocata a 11 millimetri dal livello del pavimento.

Accessori: Il Cablecoach CC10026 è compatibile con un vasto assortimento di accessori per la giunzione di angoli e pareti, dei profili di finitura e anche per le prese elettriche, che possono essere collegate direttamente al battiscopa.

 

Contro

Costoso: La confezione include solo due sezioni di battiscopa passacavi da 1,5 metri l’una, ma il prezzo è decisamente più caro rispetto alla media standard.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Battiscopa alluminio

 

8. FUCHS battiscopa alluminio anodizzato argento opaco

 

La ditta tedesca Fuchs Design è specializzata nella produzione di mattoni e blocchi in vetro e vetrocemento, pannelli decorati, profili, stoviglie e altri accessori per la casa.

Tra i diversi profili ci sono anche i battiscopa alluminio anodizzato realizzati apposta per le cucine e le stanze da bagno, ma possono essere adattati senza problemi anche ad altri ambienti. Questi battiscopa sono caratterizzati da un design essenziale ma elegante al tempo stesso, di conseguenza sono consigliati soprattutto per gli ambienti arredati in stile moderno, inoltre sono facili da installare perché vanno fissati mediante apposite strisce biadesive.

Sono venduti in tubi cilindrici di cartone rigido e in confezioni da 1, 10, 20 o 50 pezzi; ogni pezzo ha una lunghezza di 2,5 metri, un’altezza di 80 millimetri e uno spessore di 1,4 millimetri. Sono disponibili anche in diverse finiture, i giunti ad angolo e le strisce biadesive, però, vanno acquistati a parte.

 

Pro

Alluminio: Il battiscopa in alluminio anodizzato prodotto dalla ditta Fuchs Design è adatto per cucine, stanze da bagno e ambienti dove i pavimenti sono puliti spesso con acqua, sia domestici sia commerciali.

Facile da installare: Basta acquistare gli appositi cuscinetti biadesivi prodotti sempre dalla ditta Fuchs e applicarli ai battiscopa, dopodiché possono essere fissati alla base delle pareti in modo semplice e veloce.

Colori: A parte il color argento tipico dell’alluminio, il battiscopa Fuchs è disponibile anche nei colori nero oppure bianco, e con finitura opaca o lucida, a seconda dei gusti o delle esigenze specifiche.

 

Contro

Prezzo: Calcolando l’acquisto degli altri accessori necessari per la posa in opera, e cioè i giunti angolari e i cuscinetti biadesivi, il costo complessivo risulta abbastanza alto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori battiscopa

 

Siete indecisi su quale battiscopa comprare? Prima di azzardare l’acquisto cercate di rispondere ad alcune domande fondamentali riguardo il tipo di ambiente in cui dovrà essere installato e l’eventuale possibilità di svolgere ulteriori funzioni oltre a quella estetica.

Materiali e caratteristiche

Per capire come scegliere un buon battiscopa, infatti, bisogna innanzitutto essere consapevoli della sua destinazione d’uso, nonché della frequenza con cui i pavimenti vengono sottoposti a lavaggio.

L’aspetto monetario, in questo caso, passa in secondo piano. Innanzitutto non è facile stabilire quale sia il prodotto più economico, perché i fattori che incidono sul prezzo sono diversi: la quantità di battiscopa da acquistare, gli eventuali accessori e materiali necessari per il montaggio, la manodopera e via dicendo.

Un altro elemento che incide sul costo è il materiale di fabbricazione, la cui scelta deve essere subordinata a una questione meramente tecnica, cioè la frequenza dei lavaggi del pavimento e la conseguente esposizione all’acqua e all’umidità.

I battiscopa più economici sono quelli realizzati con materiali come la fibra di legno MDF e il PVC, mentre quelli in altri materiali tendono a essere un po’ più costosi, come per esempio i battiscopa in ceramica, in gres porcellanato, in marmo. I battiscopa in vero legno, invece, tendono a collocarsi nella fascia media di mercato.

 

Uso esterno o interno

L’altro aspetto che gioca un ruolo chiave nella scelta di un buon battiscopa è la destinazione d’uso e il tipo di profilo che hanno le pareti; non sempre queste ultime sono dritte infatti, in alcuni casi possono seguire un profilo arrotondato.

Può verificarsi anche la possibilità che la continuità lineare di una parete sia interrotta da un elemento portante sporgente, come un pilastro per esempio, e che quest’ultimo sia a sezione tonda; in questo caso l’uso di un battiscopa in PVC morbido potrebbe garantire un migliore risultato dal punto di vista estetico.

Il PVC è un materiale consigliato anche nel caso in cui il battiscopa debba essere installato esternamente, e quindi esposto alle intemperie e ai repentini sbalzi di temperatura. Lo stesso discorso vale per i battiscopa in alluminio, che come quelli in PVC sono caratterizzati da una resistenza maggiore contro l’acqua, l’umidità e i lavaggi frequenti.

Ulteriori funzioni

I battiscopa possono assolvere anche un’altra funzione, a parte quella estetica e di copertura del punto di giunzione tra parete e pavimento.

Un classico esempio è rappresentato dai battiscopa passacavi, in grado cioè di svolgere anche la funzione che di solito assolvono le canaline in plastica adoperate per la creazione degli impianti elettrici. Anche in questo caso, però, è possibile trovare in commercio diverse tipologie di battiscopa, sia per il materiale con cui sono realizzati sia per il tipo di cablaggio che possono ospitare.

Alcuni, infatti, sono predisposti esclusivamente per i cavi elettrici, mentre altri sono studiati apposta per alloggiare anche strisce LED; altri ancora, invece, sono predisposti perfino per l’alloggiamento delle prese elettriche, mediante delle sezioni disegnate appositamente per questo scopo.

 

 

 

Come tagliare un battiscopa

 

Uno degli step più importanti, durante l’installazione dei battiscopa, è quello del taglio delle sezioni in maniera conforme all’angolo in cui termina la parete.

Per garantire la perfetta continuità del battiscopa, infatti, i vari pezzi devono essere tagliati con una perfetta angolazione di 45°; l’inclinazione del taglio varia a seconda dei casi, la giunzione potrebbe infatti essere ad angolo interno, esterno oppure lineare, come per esempio quella degli angoli che seguono una scalinata.

Gli strumenti da utilizzare per il taglio variano a seconda del materiale di cui è fatto il battiscopa, ma nella maggior parte dei casi è consigliabile adoperare una troncatrice radiale; questo particolare elettroutensile, infatti, è in grado di eseguire tagli precisi con un ampio margine di regolazione per quanto riguarda l’inclinazione, sia sugli assi verticale e orizzontale sia su quello radiale, appunto, che è importante quando bisogna tagliare i pezzi di battiscopa da installare sulle scalinate a ridosso delle pareti.

Il tipo di lama da montare sulla troncatrice varia in funzione del materiale da tagliare, che può essere legno, plastica o alluminio; nel caso dei battiscopa in MDF, invece, è consigliabile adoperare un seghetto da traforo o comunque a lama più sottile, per evitare di sfibrare i bordi di taglio.

Per i battiscopa realizzati con materiali come il marmo, la pietra, il gres e la ceramica, invece, è necessario adoperare un tagliapiastrelle e fare attenzione a incidere bene il bordo, soprattutto se il materiale è particolarmente duro.

 

Come montare un battiscopa in legno

I battiscopa in legno possono essere fissati in due modi, con l’ausilio di chiodi oppure usando degli appositi mastici definiti “colle di montaggio”.

L’uso dei chiodi, o delle viti per legno, era diffuso soprattutto in passato quando non erano ancora disponibili dei collanti adatti a unire il legno alla muratura; dal momento che questo metodo è più economico rispetto all’uso della colla, però, è ancora abbastanza diffuso, soprattutto in ambito fai da te.

L’unica limitazione del metodo di montaggio con i chiodi consiste nel fatto che questi ultimi lasciano una traccia visibile sui battiscopa di colore bianco; per questa ragione vengono inchiodati in modo da far penetrare la testa all’interno del legno, dopodiché il foro viene rettificato con lo stucco e poi verniciato di bianco, in modo da non lasciare alcuna traccia.

La colla di montaggio è più costosa invece, però ha il pregio di offrire un risultato migliore sia dal punto di vista della tenuta sia da quello estetico.

Indipendentemente dal metodo scelto, prima di montare i battiscopa è importante prendere le misure nel modo più preciso possibile, al fine di tagliare i pezzi con precisione e ottenere delle perfette giunzioni agli angoli.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il battiscopa?

Il battiscopa ha due funzioni principali, una estetica e una pratica. Dal punto di vista estetico serve innanzitutto a coprire la linea di giunzione dove le pareti incontrano il pavimento, linea che non è mai del tutto regolare a causa delle difformità causate dai tagli delle mattonelle che rivestono il pavimento, e svolge quindi una funzione decorativa.

La funzione pratica, invece, è a sua volta molteplice; il battiscopa serve infatti a proteggere la parte inferiore della parete dal rischio di sporcarsi entrando a contatto accidentale con le scarpe, inoltre la protegge anche dall’acqua e dalle sostanze chimiche detergenti quando si lava il pavimento con lo straccio bagnato.

Un’ulteriore funzione che possono svolgere alcuni tipi di battiscopa, poi, è quella di canaline per il passaggio di cavi o di strisce LED per l’illuminazione notturna.

Quanto costa il battiscopa?

Il costo di un battiscopa viene solitamente calcolato sul metro lineare, ma a seconda dei casi il prezzo potrebbe essere applicato a una confezione da più pezzi oppure a un singolo pezzo di battiscopa. Quelli realizzati in marmo, ceramica e altri materiali simili, per esempio, sono venduti a pezzi singoli mentre quelli in legno, alluminio e PVC si possono trovare in confezioni da più pezzi.

In linea di massima, però, a incidere sul costo del battiscopa sono il materiale con cui è fatto e la sua altezza; i battiscopa in legno da 10 centimetri di altezza possono costare dai 7 ai 10 euro al metro lineare mentre quelli da 20 centimetri hanno un costo variabile dai 18 i 22 euro circa.

I battiscopa più costosi sono quelli realizzati in marmo, oppure in pietra, il cui prezzo può variare dagli 8 ai 20 euro al metro; queste cifre, però, sono puramente indicative perché i fattori che contribuiscono ad aumentare o diminuire il costo sono molteplici.

A livello complessivo, quindi, possiamo tranquillamente affermare che il prezzo di un battiscopa oscilla dai 5 ai 25 circa a seconda dei casi.

 

Come pulire i battiscopa?

La pulizia dei battiscopa va fatta tenendo conto del materiale con cui sono fatti; i detergenti si possono tranquillamente usare quindi, a patto che siano adatti al tipo di superficie. L’acqua tiepida e il sapone sono la soluzione migliore, anche se è meglio evitare di usarla troppo di frequente sui battiscopa in legno o in MDF, che sono più soggetti a rovinarsi se esposti all’acqua e all’umidità. Per togliere eventuali segni neri lasciati dalle scarpe, invece, basta usare una gomma da cancellare.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS