Le 7 migliori pialle filo e spessore del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Pialle filo e spessore – Opinioni, analisi e guida all’acquisto

 

In questa guida ci occuperemo delle pialle combinate a filo e spessore, un utensile elettrico stazionario largamente usato sia in ambito hobbistico sia professionale, vedremo quali caratteristiche possiedono i vari modelli in base alla destinazione d’uso e come sceglierne uno adatto alle proprie esigenze. Abbiamo inserito anche la recensione delle sette pialle combinate attualmente più richieste, sia nella fascia di utenza professionale sia hobbistica. I modelli più apprezzati, in entrambe le categorie, sono la DeWalt D27300-QS, che è la più venduta nella categoria delle pialle professionali, e la Einhell TC-SP 204, una pialla combinata per hobbisti dal prezzo particolarmente vantaggioso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 migliori pialle filo e spessore – Classifica 2022

 

Ed eccoci alle pialle combinate filo e spessore più richieste, tra tutti i modelli attualmente in commercio; a partire dai modelli più venduti, sia nella categoria professionale sia hobbistica.

 

 

Pialla filo e spessore DeWalt

 

1. DeWalt D27300-QS pialla a filo e spessore da 260mm

 

Secondo i pareri degli acquirenti, confermati anche dai dati sulle vendite, la DeWalt D27300 è una delle migliori pialle filo e spessore del 2022, tra i vari modelli in commercio destinati a uso professionale.

La pialla filo e spessore DeWalt, infatti, si distingue innanzitutto per il prezzo elevato, che la rende accessibile quasi esclusivamente all’utenza professionale, ma al pari del costo anche le prestazioni offerte sono di alto livello. Ha una struttura robusta e resistente, costruita in lega di alluminio pressofuso, e un motore a induzione da 2.100 Watt di potenza capace di generare una velocità di 6.200 giri al minuto. 

La larghezza massima del piano di lavoro è di 260 millimetri, quest’ultimo è dotato di rulli di avanzamento rivestiti in gomma e protezione per i coltelli, in modo da assicurare un alto grado di precisione. L’unica limitazione, come accennato prima, è data dal costo elevato, accessibile soltanto ai professionisti.

 

Pro

Professionale: La pialla filo e spessore DeWalt è una macchina stazionaria progettata apposta per i falegnami e carpentieri professionisti; è potente, solida, robusta e anche estremamente precisa nel taglio.

Sicura: La pialla è dotata di tutti i dispositivi necessari a lavorare in piena tranquillità: la protezione contro il sovraccarico, la protezione dei coltelli e l’interruttore di sicurezza contro l’avvio accidentale.

Precisa: A parte il dispositivo di protezione dei coltelli, l’elevata precisione della macchina è assicurata dalla presenza del dispositivo di calibrazione della lama e dalla battuta regolabile.

 

Contro

Prezzo: Costa davvero tanto, ma del resto è comprensibile visto che si tratta di una macchina stazionaria progettata per le officine di falegnameria e carpenteria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pialla filo e spessore Einhell

 

2. Einhell TC-SP 204 pialla combinata a filo e spessore

 

Agli hobbisti che si chiedono dove acquistare una piallatrice a prezzi bassi, invece, consigliamo di dare un’occhiata alla TC-SP 204, prodotta dalla ditta tedesca Einhell; tra i vari modelli che abbiamo sottoposto a comparazione nella nostra guida, infatti, questo è il più economico di tutti.

La pialla filo e spessore Einhell ha un motore da 1.500 Watt di potenza che genera una velocità a vuoto di 9.000 giri al minuto ed è dotata di dispositivi di protezione e piedini antivibrazione, in modo da garantire sicurezza e stabilità. La struttura è abbastanza solida e il piano di lavoro, realizzato in alluminio, è completo anche di guida inclinabile per eseguire la smussatura dei bordi.

Pur possedendo delle buone caratteristiche, però, la TC-SP 204 rimane pur sempre una macchina stazionaria Einhell economica, destinata esclusivamente all’uso hobbistico. Prima di metterla all’opera è meglio prevedere una verifica generale e apportare le rettifiche del caso.

 

Pro

Ampia accessibilità: Il prezzo economico di questa pialla combinata a filo e spessore è rivolto soprattutto alla fascia di utenza amatoriale e hobbistica; anche le prestazioni, però, sono adeguate al costo dell’utensile.

Solida e resistente: Il peso di 30 chilogrammi sta a testimoniare che la costruzione della pialla Einhell è robusta e massiccia; anche il piano di lavoro è realizzato interamente in alluminio pressofuso.

Sicura: Dispone di interruttore di protezione contro il sovraccarico e piedini antivibrazioni, inoltre è predisposta per il collegamento a un aspiratore grazie al tubo integrato da 100 millimetri di diametro.

 

Contro

Assemblaggio: Meglio sottoporre la Einhell a verifica generale prima dell’uso e, nel caso sia necessario, apportare le dovute rettifiche e stringere le viti dove serve.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pialla filo e spessore Femi

 

3. Femi PF150 pialla a filo e spessore Job Line

 

Tra i modelli economici più venduti, anche la pialla filo e spessore Femi occupa una buona posizione. La PF150 Job Line, infatti, è solo di poco più cara rispetto alla Einhell; pur essendo destinata esclusivamente all’uso hobbistico non intensivo, però, alcuni acquirenti la preferiscono in quanto prodotta da una ditta italiana.

Dal punto di vista dell’assemblaggio, infatti, la Femi offre degli standard produttivi un po’ più alti rispetto alla Einhell, quindi la PF150 è molto solida, resistente e soprattutto assemblata con una certa cura; di conseguenza genera meno vibrazioni, e quindi risulta anche meno rumorosa. 

In ogni caso rimane pur sempre un macchinario di livello hobbistico, quindi è soggetta a delle limitazioni non soltanto per quanto concerne il livello di prestazioni. La guida laterale, infatti, fa un po’ gioco; inoltre è obbligatorio il collegamento all’aspirapolvere visto che i trucioli intasano facilmente la macchina.

 

Pro

Assemblaggio: Tra la Einhell esaminata in precedenza e la Femi PF150, quest’ultima è sicuramente la migliore pialla filo e spessore per quanto riguarda la cura nell’assemblaggio.

Bassa rumorosità: L’assemblaggio migliore aiuta anche a ridurre le vibrazioni, ragion per cui la Femi è meno rumorosa rispetto alle altre pialle filo e spessore appartenenti alla stessa fascia di prezzo.

Costo accessibile: Il prezzo è solo di poco superiore rispetto alla pialla combinata Einhell con cui l’abbiamo messa a confronto, quindi facilmente accessibile per hobbisti e amatori.

 

Contro

Trucioli: La PF150 richiede una costante pulizia altrimenti i trucioli vanno a intasare la macchina; meglio tenerla sempre collegata a un sistema di aspirazione delle polveri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pialla filo e spessore Vevor

 

4. Vevor Pialla Elettrica Filo e Spessore YBJ123 2000 W

 

Tra i modelli più venduti online in ambito professionale si fa valere anche la pialla filo e spessore Vevor YBJ123, dotata di un efficiente motore elettrico capace di sviluppare una potenza di 2.000 watt a 8.000 giri/min, a cui si unisce un ampio piano di lavoro inclinabile che permette di lavorare anche pezzi di legno di grandi dimensioni con la massima precisione.

Perfetta sia per gli artigiani professionisti sia per gli hobbisti più “evoluti”, offre una larghezza di piallatura massima di 318 mm, con velocità di avanzamento di 6 m/min e spessore di taglio regolabile da 6 a 160 mm tramite la manovella posta sulla parte superiore della macchina.

La struttura in acciaio inossidabile e le quattro gambe con inserti antiscivolo in plastica rigida assicurano una buona stabilità durante l’uso, riducendo al minimo le vibrazioni per garantire un taglio preciso e del tutto privo di sbavature. A differenza dei modelli compatti e facilmente trasportabili esaminati in precedenza, si tratta di una pialla stazionaria dalle dimensioni generose adatta per gli utilizzi in pianta stabile all’interno di officine e laboratori di falegnameria e carpenteria.

 

Pro

Stabile: La struttura in acciaio e i piedi con inserti in gomma antiscivolo assicurano sicurezza e stabilità durante il lavoro.

Regolazioni: Il piano inclinabile da 0 a 135 gradi e lo spessore di taglio regolabile da 6 a 160 mm permettono di lavorare anche pezzi di legno di grandi dimensioni in modo preciso e senza sbavature.

Rapporto prezzo/prestazioni: Si colloca in una fascia di prezzo medio-bassa nonostante la qualità costruttiva e le prestazioni offerte dall’efficiente motore elettrico da 2.000 watt di potenza siano nettamente superiori alla media di mercato.

 

Contro

Serve dimestichezza: Secondo i pareri di molti acquirenti, settare correttamente il macchinario non è semplicissimo, anche perché il manuale di istruzioni a corredo non si è rivelato molto chiaro al riguardo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pialla filo e spessore Fervi

 

5. Fervi Art. 0749 pialla combinata a filo e spessore

 

Con la pialla filo e spessore Fervi ritorniamo alla categoria dei prodotti di fascia alta, destinati all’uso professionale intensivo. L’articolo 0749 infatti, alla stregua della DeWalt esaminata in precedenza, è una macchina stazionaria per officine e laboratori di falegnameria e carpenteria.

Rispetto alla DeWalt, la pialla combinata Fervi ha il vantaggio di costare quasi un terzo in meno, ma la differenza di prezzo si traduce necessariamente in caratteristiche più limitate; la larghezza di taglio, per esempio, è di 250 millimetri contro i 260 della DeWalt. Il motore, inoltre, ha una potenza di 1.500 Watt e una velocità di 4.000 giri al minuto, mentre la DeWalt offre 2.000 Watt e 6.200 giri al minuto.

Ciò non toglie che la Fervi sia comunque un’ottima macchina però, ideale per i professionisti che non hanno esigenze troppo spinte e quindi possono permettersi di risparmiare qualcosa mantenendo un alto livello di qualità e prestazioni.

 

Pro

Professionale: Le caratteristiche della pialla combinata Fervi sono eccellenti, come del resto ci si aspetta da una macchina stazionaria professionale di questa portata; non raggiunge le prestazioni della DeWalt ma in compenso costa di meno.

Larghezza di taglio: Anche in questo è seconda alla DeWalt, ma con i suoi 250 millimetri è superiore a tutte le altre che abbiamo esaminato nella nostra guida.

Solida e robusta: La configurazione a mobiletto, con il telaio coperto da paratie smontabili, la rende solida e robusta, ideale per le officine di falegnameria e carpenteria; anche il piano di lavoro è realizzato in ghisa, per offrire maggiore resistenza e durata.

 

Contro

Solo per professionisti: Il prezzo è decisamente più vantaggioso rispetto alla DeWalt, ma è comunque troppo alto per un hobbista. È destinata soltanto ai professionisti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pialla filo e spessore Holzmann

 

6. Holzmann HOB 260ABS 230V pialla combinata filo e spessore

 

La HOB 260ABS è prodotta dalla ditta austriaca Holzmann, ed è una macchina stazionaria moderna, dotata di fessure fonoassorbenti nei tavoli di piallatura, per garantire l’isolamento acustico, e di un sistema di aspirazione integrato e completo di collettore di polveri.

È azionata da un motore elettrico monofase che può lavorare in servizio continuo, con un assorbimento di 1.500 Watt, e in servizio ininterrotto periodico con un assorbimento di 2.100 Watt; per quanto riguarda il taglio, invece, la larghezza massima è 260 millimetri e l’altezza 160 millimetri. Le sue caratteristiche sono molto articolate e la macchina è indubbiamente professionale sotto tutti gli aspetti, ma è anche un prodotto entry level nella sua categoria.

Il prezzo è decisamente vantaggioso, quindi, ma i piani di lavoro sono realizzati in alluminio invece che in ghisa, e il manuale delle istruzioni non contiene la traduzione in italiano.

 

Pro

Prezzo: Tra i diversi modelli professionali esaminati nella guida, la pialla filo e spessore Holzmann è quella caratterizzata dal prezzo più conveniente, sia rispetto alla Fervi sia alla DeWalt.

Aspiratore integrato: Non c’è bisogno di collegarla a sistemi esterni, la Holzmann possiede un sistema di aspirazione con collettore di polveri integrato, e grazie ai sacchetti è facile svuotarlo all’occorrenza.

Isolata acusticamente: La parte inferiore dei piani di lavoro presenta delle lamelle fonoassorbenti che riducono drasticamente la rumorosità, che tra l’altro non è comunque eccessiva visto che il motore è a induzione.

 

Contro

Piano di lavoro: Il piano di lavoro è realizzato in alluminio, quindi lo scorrimento dei pezzi è meno fluido rispetto a un piano in ghisa. Data la natura professionale della macchina si tratta di un dettaglio importante.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pialla filo e spessore Scheppach

 

7. Scheppach HMS1070 pialla a filo e spessore da banco

 

La HMS1070, prodotta dalla ditta tedesca Scheppach, è destinata soprattutto agli hobbisti che hanno problemi di spazio e non possono disporre di attrezzature troppo grandi; si tratta infatti di una pialla a filo e spessore da banco, che occupa un ingombro di appena 465 x 445 x 805 millimetri.

La larghezza massima della pialla a filo è di 204 millimetri, mentre l’altezza massima nella modalità a spessore è di 355 millimetri, di conseguenza si tratta di un modello adatto soprattutto per lavorare pezzi di piccole dimensioni; è azionata da un motore da 1.500 Watt di potenza ed è predisposta per il collegamento a un sistema di aspirazione delle polveri.

La pialla a filo e spessore Scheppach è una buona macchina per l’uso amatoriale, ma risente di un assemblaggio poco curato che incide sulla precisione; di conseguenza è consigliabile sottoporla a una rettifica generale prima di metterla all’opera.

 

Pro

Compatta: La Scheppach è progettata apposta per occupare il minimo ingombro possibile, che sia collocata su un banco da lavoro o su un supporto specifico, quindi è ideale per chi ha problemi di spazio.

Potente: A dispetto delle sue dimensioni compatte, la HMS850 è azionata da un motore da 1.500 Watt di potenza in grado di muove l’albero portacoltelli a una velocità di 8.000 metri al secondo.

Aspirazione: Il sistema integrato è già abbastanza efficiente, ma se non bastasse è predisposta per il collegamento a un sistema di aspirazione esterno.

 

Contro

Assemblaggio: Poco curato e causa di molteplici piccoli giochi tra le diverse componenti, quindi bisogna armarsi di pazienza e procedere a una completa rettifica della macchina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Coltelli per pialla a filo e spessore

 

Einhell TH-SP 204 set con due coltelli di ricambio

 

Questo set di coltelli per pialla a filo e spessore è un ricambio originale Einhell per la pialla combinata TC-SP 204, questo significa che può essere montato esclusivamente su questa macchina.

Dato l’elevato numero di esemplari venduti, risulta quindi chiaro che la pialla combinata Einhell è tra i modelli più diffusi in ambito hobbistico. Queste macchine stazionarie, infatti, possiedono dei sistemi di fissaggio delle lame che differiscono da modello a modello, quindi per ognuno di essi esistono i rispettivi coltelli di ricambio specifici.

Al pari della macchina stessa, anche i coltelli di ricambio Einhell sono molto apprezzate per il costo accessibile e la buona affilatura, ma sono alquanto macchinose da montare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori pialle filo e spessore

 

L’importanza della destinazione d’uso

Decidere quale pialla filo e spessore comprare, tra tutti i modelli attualmente in commercio, potrebbe non essere una cosa facile; agli occhi di chi ha poca esperienza nel campo inoltre, e quindi gli appassionati di fai da te alle prime armi, le macchine disponibili nei vari segmenti di mercato sembrano assomigliarsi un po’ tutte.

Di conseguenza, per capire come scegliere una buona pialla filo e spessore bisogna partire innanzitutto dalla frequenza d’impiego e dal tipo di lavoro a cui è destinata, lo stesso vale nel caso in cui si tratti di un regalo da fare a una persona cara. Le macchine destinate a uso hobbistico o amatoriale, infatti, costano di meno rispetto a quelle destinate all’impiego professionale, ma sono anche meno prestanti e meno precise. 

Tenendo conto delle diverse categorie e fasce di prezzo, quindi, in termini generali il costo di una pialla a filo e spessore può variare dai 250-300 euro circa fino ai 2.000 euro e oltre, a seconda delle differenze del caso e della ditta produttrice.

 

I modelli di fascia medio-bassa

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, le pialle a filo e spessore che si collocano nella fascia medio-bassa di mercato sono quelle caratterizzate dai prezzi più economici, sempre in relazione al tipo di elettroutensile e ai relativi prezzi in proporzione alla qualità e alle prestazioni.

Queste macchine sono ovviamente limitate, ma questo non significa che non siano funzionali; sono semplicemente destinate a una fascia di utenza che ne farà un uso limitato e non intensivo, e che per questa ragione non ha l’esigenza assoluta di spendere grosse cifre per una macchina prestante e più precisa, ma sovradimensionata alle reali esigenze di lavoro.

In questa fascia si possono trovare ottime pialle combinate, ma è importante stabilire dei paletti per quanto riguarda la spesa; i modelli più economici, infatti, sono consigliati esclusivamente agli amanti del bricolage, in quanto non reggerebbero lo sforzo di un uso intensivo o eccessivamente prolungato. 

Il loro costo, inoltre, è “economico” solo in maniera relativa, perché la spesa per una di queste macchine si aggira comunque dai 250 ai 650 euro circa, a seconda delle caratteristiche del modello e della ditta produttrice.

A partire dai 650 fino ai 1.500 euro e oltre, invece, si collocano i modelli di fascia media che pure sono destinati a uso hobbistico, ma sono progettati per assicurare una mole di lavoro artigianale e quindi offrono prestazioni nettamente superiori a quelle delle pialle a filo e spessore più economiche, sia in termini di lavoro e precisione sia per la rumorosità e il comfort d’uso.

Le pialle a filo e spessore per uso professionale

Nella fascia medio-alta, invece, si trovano sia i modelli al top di gamma della fascia hobbistica sia quelli destinati a impiego professionale, dai modelli base fino a quelli di punta. In questo caso il prezzo della macchina ha una base di partenza non inferiore ai 1.250 euro circa, e può spingersi fino ai 2.000 euro e anche oltre, a seconda del modello scelto.

Che i prezzi siano così consistenti già a partire dal segmento base non deve stupire, la pialla a filo e spessore, infatti, è una macchina stazionaria combinata che unisce le funzioni di due diversi tipi di piallatrice in uno solo, con un conseguente risparmio di ingombro in laboratorio e di un incremento nell’efficienza e nei tempi di lavoro.

I modelli professionali, quindi, si collocano in alto non soltanto per le loro eccellenti prestazioni, ma anche per il costo. Questo tipo di piallatrici combinate, ovviamente, sono destinate ai laboratori e alle officine di falegnameria e carpenteria, oppure ai professionisti in generale.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve la pialla filo e spessore?

La pialla a filo è costituita da tre sezioni: i due piani di lavoro e l’albero centrale che li divide, sul quale sono montati i coltelli. La pialla a filo può lavorare una singola faccia per volta, dunque, e se il pezzo ha bisogno di essere piallato su entrambe le facce, la macchina non è in grado di assicurare che queste risultino perfettamente parallele tra di loro. 

La pialla a filo, inoltre, non soffre di alcuna limitazione riguardo lo spessore dei pezzi da lavorare, ma bisogna esercitare pressione sul pezzo durante il passaggio sul piano di lavoro, facendo ovviamente attenzione a tenere le mani lontane dalla zona in cui sono situati i coltelli.

La pialla a spessore, invece, possiede un albero portacoltelli analogo a quello della pialla a filo, ma è dotata di un solo piano di lavoro invece di due. Il piano può essere regolato in altezza in modo da essere avvicinato oppure allontanato dall’albero portacoltelli, e la distanza tra il piano e i coltelli può variare da un minimo di 4 fino a un massimo di 300 millimetri, a seconda delle regolazioni permesse dalla macchina. 

Anche in questo caso la lavorazione avviene una facciata per volta ma la caratteristica del piano che viene sollevato (avvicinando il pezzo ai rulli e all’albero con i coltelli) permette di ottenere una piallatura precisa e perfettamente parallela se il pezzo viene poggiato sul lato che ha già subito la piallatura.

La pialla a filo e spessore, invece, combina le caratteristiche di entrambe le tipologie descritte prima, quindi serve soprattutto nelle officine di falegnameria e carpenteria, dove bisogna entrambi i tipi di lavorazione vengono solitamente eseguiti molto di frequente e le macchine sono sottoposte a un regime più intensivo.

Inoltre il livello di precisione nella piallatura gioca un ruolo altrettanto importante, come abbiamo visto in precedenza, infatti, la sola pialla a filo non è in grado di garantire il perfetto parallelismo delle facciate. Dal momento che la precisione nel lavoro è un’esigenza sentita non soltanto in ambito professionale, ma anche amatoriale, sul mercato si possono trovare anche delle pialle a filo e spessore dal prezzo più accessibile, destinate quindi alla fascia di utenza composta da hobbisti e amanti del fai da te.

 

 

 

Come usare una pialla filo e spessore

 

Come funziona la pialla filo e spessore

Come abbiamo accennato in precedenza, il pezzo di legno in lavorazione su una pialla a filo deve essere premuto contro il piano di lavoro e spinto contro i coltelli, continuando a esercitare la pressione anche sulla parte del pezzo che si trova sul piano di uscita. Nella pialla a spessore, invece, basta spingere lentamente il pezzo sul piano fino a quando non viene “agganciato” dal rullo di entrata, che provvede a spingerlo contro l’albero portacoltelli. 

La pialla a filo da sola, quindi, non può garantire che le facciate del pezzo risultino perfettamente parallele e con un angolo di 90° rispetto ai bordi, ragion per cui dopo averne piallato una e un bordo a filo c’è bisogno della pialla a spessore per terminare il lavoro sulla facciata e sul bordo opposti, in modo pulito e soprattutto preciso.

La pialla a filo e spessore, di conseguenza, è una macchina stazionaria che combina entrambi i metodi di lavorazione, quindi nella parte superiore è strutturata come una normale pialla a filo: e cioè ha i due piani di appoggio, quello di entrata e quello di uscita, separati dall’albero portacoltelli. 

Entrambi i piani sono regolabili in maniera indipendente, quello di uscita deve essere sempre parallelo all’altezza massima raggiunta dai coltelli, mentre quello in entrata viene regolato per un’altezza inferiore, che può essere di due-tre millimetri o anche di più, a seconda del caso.

Nella parte inferiore della macchina, poi, si trovano un terzo piano di lavoro e due rulli rotanti, posti a una certa distanza l’uno dall’altro in modo da trovarsi davanti e dietro all’albero porta-coltelli. Il rullo di entrata è dotato di scanalature trasversali, in modo da “aggrapparsi” al pezzo di legno e trattenerlo saldamente mentre lo spinge verso i coltelli, mentre il rullo di uscita è scanalato a sua volta, oppure rivestito di uno strato in gomma, in modo da aderire al pezzo appena piallato senza rovinare la superficie, ma con una pressione tale da continuare a spingerlo verso l’uscita.

Il piano di lavoro inferiore è regolabile in altezza, in modo da adattarsi alle dimensioni del pezzo di legno da piallare; lo spessore massimo consentito, però, di solito non supera i 300 millimetri, fatta eccezione per i macchinari specifici realizzati per uso industriale e in particolare per la piallatura del metallo.

La pialla a filo e spessore, quindi, è una macchina dalla funzione duplice, ma questo non significa che possa lavorare due pezzi di legno contemporaneamente, e nemmeno piallare un solo pezzo su entrambe le facciate allo stesso tempo. 

L’esigenza di combinare le due tipologie di macchine in una sola è data soltanto dal risparmio dell’ingombro e dalla frequenza con cui si devono eseguire piallature che richiedono un elevato grado di precisione, per ottenere le quali è necessario usare per forza la modalità di piallatura a spessore.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Scheppach HMS1070 pialla combinata a filo e spessore

 

La pialla filo e spessore Scheppach si colloca al top della fascia media, si tratta quindi di una macchina stazionaria di classe hobbistica ma dalle prestazioni elevate ed è consigliata agli utenti più esperti ed esigenti.

Le limitazioni intrinseche, in questo caso, sono rappresentate soprattutto dall’assenza della ghisa tra i materiali di fabbricazione, dalla cinghia di trasmissione in semplice gomma invece che telata, quindi di scarsa durata, e dal rullo di avanzamento in entrata, anche lui ricoperto in gomma invece che interamente in metallo. In compenso le sue prestazioni sono eccellenti, molto vicine al livello professionale, e una volta regolata a dovere la Scheppach assicura ottimi risultati.

Per mantenere questi risultati ottimali, però, la HMS1070 richiede una manutenzione frequente, soprattutto la pulizia, e visto che il suo costo è comunque alto, è sconsigliata agli hobbisti principianti, per i quali sono più indicate la Einhell e la Femi esaminate in precedenza.

 

Pro

Prestazioni: La larghezza di taglio è di ben 254 millimetri, questo aspetto unito alle altre caratteristiche e alle elevate prestazioni, la collocano al top di gamma nella fascia degli elettroutensili destinati a uso hobbistico.

Precisa: A differenza delle pialle hobbistiche di fascia medio-bassa, la Scheppach può garantire anche una elevata precisione. La guida laterale, infatti, non è un semplice lamierino ma una solida lastra di alluminio da un centimetro di spessore,

Ben assemblata: I pezzi che la compongono, inclusi quelli mobili, non presentano giochi e la macchina è molto ben costruita, solida e stabile.

 

Contro

Parti che si usurano facilmente: La cinghia di trasmissione è di gomma e dura poco, meglio sostituirla subito con una cinghia telata. Anche il rullo di avanzamento in entrata è ricoperto in gomma.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

DEJA UN COMENTARIO

2 COMENTARIOS

Giorgio Lais

May 14, 2020 at 4:55 pm

buona sera. ho terminato ora di sballa re e montare la pialla che ho acquistato dopo averci pensato per un tempo infinito. Si tratta di una Holzmann hob260eco. ho un problema che non riesco a risolvere. i due semipiani non sono paralleli!!! quando io porto il piano a zero sul tamburo e metto una staggia tra un piano e l’altro la staggia non e’ mai in appoggio totale ma appoggia a dx o a sx! non so come fare e se ci sono regolazioni per rendere i due semipiani perfettamente allineati e non con un angolo tra quello fisso e quello mobile. Mi potreste dare una dritta?? Il libretto istruzioni in tedesco non riporta alcun che di utile.
Grazie mille.
Giorgio.

Répondre
Gianluca

May 17, 2020 at 5:04 pm

Salve Giorgio,

non c’è nessun problema in questo, i due semipiani non devono essere mai allineati alla stessa altezza infatti.
Per piallare a filo tu devi avere il piano in uscita perfettamente allineato con l’altezza massima raggiunta dai coltelli durante la rotazione; il piano in entrata, invece, deve essere regolato a un’altezza di due o tre millimetri inferiore rispetto al piano in uscita.
Il pezzo di legno va spinto verso i coltelli dal lato del piano di entrata; i coltelli asportano il materiale e man mano che il pezzo avanza andrà a poggiare perfettamente a filo con il piano di uscita.
Quindi ricorda: il piano di uscita deve essere sempre regolato a filo con l’altezza dei coltelli, mentre il piano in entrata deve essere regolato a un’altezza leggermente inferiore e in base alla quantità di materiale da asportare dal pezzo in lavorazione, o dello spessore di cui è necessario ridurlo.

Saluti

Team EU

Répondre