Le 7 migliori livelle laser del 2022

Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Livelle laser – Opinioni, analisi e guida all’acquisto

 

Avete deciso di acquistare una livella laser ma non sapete quale scegliere? Prima di affrontare una spesa consistente, allora, meglio dare un’occhiata alla nostra guida all’acquisto in modo da approfondire ulteriormente l’argomento. Se invece non avete molto tempo da dedicare alla lettura, potrete scegliere direttamente una delle otto livelle laser che abbiamo esaminato per voi, e che al momento risultano essere i modelli più apprezzati dagli acquirenti. Al primo posto, tra queste, troviamo la Stanley Cubix che, oltre a essere prodotta da un marchio affidabile, è anche la più economica, mentre al secondo posto si colloca la Bosch Hobby PLL 360, ideale per l’uso in interni e apprezzata soprattutto dagli hobbisti e dai piccoli artigiani.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 7 migliori livelle laser – Classifica 2022

 

A seguire troverete le sette livelle laser più richieste, tra tutte quelle attualmente disponibili in commercio; ai primi posti si collocano dei modelli di categoria hobbistica, ma le cui prestazioni sono adatte anche all’uso professionale entro certi limiti.

 

 

Livella laser Stanley

 

1. Stanley Cubix STHT77498-1 livella laser a croce autolivellante

 

La livella laser Stanley è al primo posto nella nostra lista dei modelli più venduti; a parte l’affidabilità del brand, infatti, la Cubix è anche il modello più economico tra tutti quelli esaminati nella nostra guida.

Si tratta di uno strumento dotato di funzione autolivellante, con campo massimo di 4° e blocco del pendolo, e diodo laser di classe 2 da 635 nanometri, capace di proiettare una croce con angoli di 90° fino a una distanza massima di 12 metri; la scocca di forma cubica è rinforzata in gomma lungo gli angoli, in modo da resistere agli urti da caduta da mezzo metro di altezza, ed è completa di attacco da ¼ di pollice per il montaggio su treppiedi.

Secondo i pareri degli acquirenti, difficilmente troverete di meglio nella fascia dei prodotti a prezzi bassi, ragion per cui la Stanley Cubix è ritenuta una delle migliori livelle laser del 2022.

 

Pro

Rapporto qualità-prezzo: Sul mercato si possono trovare livelle laser ancor più economiche, ovviamente, ma nessuna con la qualità e l’affidabilità tipiche della ditta statunitense Stanley.

Compatta e resistente: La Cubix è protetta contro la polvere e gli urti da cadute da mezzo metro di altezza; le dimensioni ridotte e la funzione di blocco del pendolo, inoltre, la rendono anche facile da trasportare.

Laser classe 2: Il diodo laser da 635 nanometri rende il fascio molto visibile fino a una distanza massima di 12 metri.

 

Contro

Proiezione: Il raggio è emesso soltanto frontalmente, quindi la linea può essere tracciata al massimo su tre pareti mentre la croce soltanto su una.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Livella laser Bosch

 

2. Bosch Hobby PLL 360 kit completo laser + cavalletto + borsa

 

Le prestazioni offerte dalla livella laser Bosch PLL 360 sono adatte soprattutto per l’uso hobbistico e artigianale; il colore verde della scocca, infatti, ne determina appunto l’appartenenza alla serie Bosch Hobby.

La PLL 360 è venduta in un pratico e conveniente kit che comprende anche il treppiedi e la borsa per la custodia e il trasporto. È dotata di un diodo laser di classe 2 da 635 nanometri, di conseguenza emette un fascio ben visibile la cui portata nominale è di 20 metri; possiede anche la funzione di autolivellamento e il relativo pulsante di blocco, utile sia in caso di trasporto sia quando bisogna tracciare linee guida non livellate.

L’ulteriore vantaggio di questa livella è rappresentato dal raggio orizzontale, il quale viene emesso a 360°; il raggio verticale, però, è emesso soltanto frontalmente. L’unica pecca, secondo alcuni, è che la visibilità del raggio diminuisce in condizioni di luce molto intensa.

 

Pro

Ben accessoriata: La confezione, a parte la livella laser, comprende anche quattro batterie AA dimostrative, il treppiedi e la borsa; quest’ultima, ovviamente, serve a custodire e trasportare soltanto la livella.

Affidabile: Anche se si tratta di un modello destinato a uso hobbistico, è pur sempre un prodotto Bosch, quindi è affidabile e di ottima qualità.

360°: La linea orizzontale viene tracciata a 360°, quindi proiettata contemporaneamente su tutte e quattro le pareti; la linea verticale, però, è proiettata solo frontalmente e quindi su una singola parete per volta.

 

Contro

Visibilità: Nonostante il diodo da 635 nanometri, la visibilità tende a calare in proporzione all’intensità della luce ambiente, e sotto la luce solare diretta il raggio è quasi invisibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Livella laser professionale

 

3. Bosch Professional GCL 2-15 livella laser combinata

 

In comparazione alla PLL 360, la Bosch GCL 2-15 è su un livello completamente differente; si tratta infatti di una livella laser professionale montata su un supporto rotante, ideale per l’uso sui cantieri.

Il diodo laser, infatti, ha una lunghezza d’onda che può raggiungere i 635-650 nanometri e può operare anche a temperature estreme, dai -10° ai più +50°, mentre in stoccaggio può resistere a un arco di temperature che vanno dai -20° ai +70°. La portata è di 15 metri e la precisione di livellamento ha uno scarto di appena +/- 0,3 millimetri per metro; a parte la resistenza contro la polvere, inoltre, è anche impermeabile.

La GCL 2-15 è progettata apposta per i lavori di livellamento in cantiere, ma su distanze brevi, è completa di supporto multifunzione ruotabile RM 1, tre batterie AA dimostrative, pannello di mira per l’allineamento e borsa per la custodia e il trasporto.

 

Pro

Professionale: La GCL 2-15 è il modello base delle livelle laser combinate prodotte da Bosch per la sua linea Professional, ed è progettata per il lavoro in cantiere sulle brevi distanze

Ben accessoriata: La confezione include tre batterie dimostrative, la livella, il pannello di mira per allineare i raggi laser, il supporto ruotabile RM 1 e la borsa per custodire e trasportare l’attrezzatura in tutta sicurezza.

Lunga autonomia: A seconda di come viene impostata la modalità di emissione del raggio, la GCL 2-15 può lavorare in maniera continuativa dalle 6 alle 22 ore.

 

Contro

Low cost: Anche se si tratta di uno strumento professionale, bisogna tenere conto che è un modello entry level; il pulsante di accensione, inoltre, è duro da azionare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Livella laser Leica

 

4. Leica Geosystems Lino L2 AR757225 livella laser a croce

 

Tra i diversi modelli venduti online spicca anche la livella laser Leica, prodotta dal comparto Geosystems della stessa ditta famosa per le sue fotocamere professionali di alta qualità. Il comparto Leica Geosystems è uno dei maggiori produttori di strumenti di misurazione e mappatura 3D, nonché di sistemi laser di puntamento e tracciamento progettati sia per l’uso civile sia militare.

L’articolo 757225 rappresenta la prima generazione delle livelle laser Lino L2, e proprio per questa ragione ha il pregio di essere disponibile a un costo che, per quanto alto, è decisamente conveniente visto che è inferiore di quasi la metà rispetto alla Lino L2 di nuova generazione, che completa di accessori ha un costo che supera i 300 euro.

La Lino L2 è destinata all’utenza professionale, infatti è robusta e progettata apposta per l’uso in cantiere, emette un raggio incrociato con angoli di 90° ed è dotata di dispositivo autolivellante con funzione di blocco.

 

Pro

Alta qualità: Nonostante sia il modello di prima generazione e non quello nuovo, per quanto riguarda la qualità dell’ottica la Leica Lino L2 è la migliore livella laser tra quelle esaminate nella nostra guida.

Robusta: È progettata per resistere alle condizioni estreme dei cantieri, soprattutto alla polvere e agli spruzzi d’acqua, quindi è solida e robusta; inoltre è fornita con un piccolo treppiedi magnetico ed è compatibile con i treppiedi professionali per la fotografia.

Visibilità: Le linee laser sono nettamente più visibili rispetto a quelle delle livelle prodotte dalle ditte concorrenti, inoltre è possibile l’emissione singola o a croce, a seconda delle esigenze.

 

Contro

Prezzo: Anche se il costo è decisamente conveniente rispetto alla Lino 2 di nuova generazione, rimane comunque abbastanza alto e accessibile solo per i professionisti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Livella laser Makita

 

5. Makita SK103PZ tracciatore laser a croce 4 punti

 

La livella laser Makita è un modello professionale; è adatta per la posa in opera del cartongesso, per gli impianti idraulici ed elettrici, per il montaggio di mobili a parete, per gli imbianchini e per l’edilizia in generale, anche sul cantiere visti gli eccellenti requisiti di resistenza a polvere, acqua e temperature estreme.

L’unica pecca, secondo alcuni, è lo spessore delle linee laser proiettate, che è poco sottile; in compenso ha una portata di ben 15 metri, e se viene abbinata a un ricevitore a linee pulsanti può arrivare addirittura a 60 metri e lavorare tranquillamente anche in esterni. 

Il diodo laser ha una lunghezza d’onda di 635 nanometri, e può proiettare due linee e quattro punti in modalità singola oppure combinata. Il costo però è abbastanza alto, e questo ne limita l’accessibilità solo agli hobbisti più esigenti e ai professionisti; è completa di borsa, supporto, bersaglio e batterie dimostrative.

 

Pro

Affidabile: Il marchio Makita sta conquistando un numero sempre maggiore di estimatori, grazie all’affidabilità e alla qualità dei suoi prodotti; la SK103PZ è adatta sia per gli hobbisti sia per i piccoli artigiani e i professionisti.

Ben accessoriata: Nella confezione, a parte la livella, sono incluse anche le batterie dimostrative, il supporto magnetico, il bersaglio per l’allineamento e la borsa per custodire e trasportare il tutto.

Versatile: Può essere tranquillamente utilizzata sia per la posa in opera di impianti elettrici e idraulici sia per installare controsoffittature e pareti in cartongesso, montare mobili a parete e per l’edilizia in generale.

 

Contro

Costosa: Il suo prezzo è decisamente più alto rispetto alla media delle livelle laser prodotte dalle altre ditte blasonate del settore, come Bosch e DeWalt per esempio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Livella laser verde

 

6. Careslong livella laser verde a croce autolivellante 3D 12 linee

 

La Careslong è una livella laser verde di fascia economica, che però possiede delle caratteristiche decisamente interessanti; a parte il prezzo conveniente, infatti, il laser verde offre il vantaggio di essere più visibile rispetto a quello rosso.

L’ulteriore pregio, rispetto ai modelli prodotti dalle ditte concorrenti, è quello di poter emettere tre raggi a 360°, e quindi di proiettare le linee guida su tutte e quattro le pareti di un ambiente contemporaneamente; le modalità di emissione sono regolabili ed è presente anche la funzione di autolivellamento, con un allarme sonoro che si attiva nel caso in cui l’inclinazione della livella superi i 3°, che sono il limite massimo per il pendolo.

Le sue prestazioni, ovviamente, la rendono adatta soltanto all’uso hobbistico; a parte il limite ridotto di inclinazione per il dispositivo di autolivellamento, infatti, la Careslong è resistente a polvere e spruzzi d’acqua, ma non alle temperature estreme.

 

Pro

Tre diodi: L’emissione laser ha delle prestazioni di tipo professionale, infatti ha tre diodi con funzionalità autolivellante 360° che permettono di tracciare in maniera simultanea le linee su tutte e quattro le pareti, il soffitto e il pavimento.

Laser verde: L’ulteriore vantaggio del laser verde è la sua visibilità; in molti la preferiscono, infatti, perché è più brillante e percepibile rispetto alla luce del del laser rosso.

Prezzo: Il costo è decisamente vantaggioso ed è facilmente accessibile per la fascia di utenza hobbistica e amatoriale; che del resto rappresenta il target principale a cui è rivolto questo prodotto.

 

Contro

Solo per hobbisti: Le sue caratteristiche sono buone, ma sono adatte soltanto agli hobbisti; per uso professionale occorre uno strumento che offra maggiore resistenza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Livella laser DeWalt

 

7. DeWalt DW088CG-XJ livella laser a croce completa di custodia

 

La livella laser DeWalt è un modello professionale a luce verde ad alta visibilità, quindi adatto a lavorare anche in esterni e su pareti illuminate da luce solare diretta. La scocca è resistente ha un grado di protezione IP54 e quindi è resistente a polvere, detriti e acqua, inoltre è integrata in una staffa girevole magnetica che può essere facilmente fissata a superfici metalliche. 

I diodi sono montati su un meccanismo autolivellante con un campo di 4° e hanno una portata di 10 metri, che però può essere estesa fino a 50 metri facendo uso del rilevatore DeWalt DE0892G; quest’ultimo, però, va acquistato a parte.

Lo spessore della linea laser non è sottile come quello delle livelle professionali di fascia alta, ma in compenso lo strumento è affidabile, veloce nel livellamento e prodotto con gli elevati standard qualitativi della ditta DeWalt. Acquistandolo online, inoltre, il prezzo risulta decisamente più vantaggioso.

 

Pro

Ideale per esterni: Quando il raggio è esposto alla luce solare diretta, la luce laser verde è circa quattro volte più percettibile rispetto a quella rossa, quindi la livella DeWalt è ottima per lavorare in esterni.

Staffa magnetica: La confezione include anche le batterie dimostrative e la staffa rotante di supporto magnetica, grazie alla quale può essere fissata alle superfici metalliche in modo semplice e veloce.

Affidabile: La qualità DeWalt è ben nota, di conseguenza questa livella laser è solida e resistente, adatta anche per il lavoro sui cantieri edili; registrando il prodotto sul sito DeWalt, inoltre, si può estendere la garanzia a 3 anni.

 

Contro

Precisione: Lo spessore della linea laser è di circa 3 millimetri, quindi il livello di precisione nei riferimenti non è proprio altissimo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Asta per livella laser

 

Bosch TP 320 asta telescopica per livella laser 

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una buona asta per livella laser, date un’occhiata alla TP 320 prodotta da Bosch per la linea Hobby, ma compatibile con l’attacco da ¼ di pollice che è lo standard comune adottato da tutte le livelle laser, sia di fascia hobbistica sia professionale.

L’attacco è lo stesso usato anche dai treppiedi fotografici, quindi l’asta Bosch è compatibile anche con le fotocamere e le videocamere; è composta da quattro elementi telescopici e termina con una piastra orientabile per il contatto a soffitto, l’altezza è regolabile dai 10 ai 320 centimetri mediante l’apposita manopola. La confezione include anche la piastra di supporto per la livella e la borsa per il trasporto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori livelle laser

 

Siete indecisi su quale livella laser comprare? Considerando le diverse caratteristiche, ma soprattutto il costo di questi strumenti, è meglio approfondire l’argomento in modo da non correre rischi.

Le caratteristiche del laser

Questi dispositivi sono largamente usati in falegnameria, carpenteria, impiantistica e in generale nel settore dell’edilizia, ma trovano applicazione anche in campo domestico, da parte degli amanti del fai da te e degli hobbisti.

Sono strumenti che derivano direttamente dai puntatori laser, e infatti utilizzano lo stesso tipo di diodi emettitori; di conseguenza il primo aspetto da valutare, per capire come scegliere una buona livella laser, è rappresentato proprio dalle caratteristiche del diodo.

Di solito quelli usati a questo scopo sono diodi di classe 2, quindi di potenza inferiore a 1 megawatt, la cui lunghezza d’onda può variare dai 400 ai 700 nanometri. Maggiore è la lunghezza d’onda e più elevata è la visibilità del raggio luminoso emesso dal diodo, di conseguenza lo standard usato dalle livelle laser è di 635 nanometri, mentre alcuni modelli professionali più prestanti possono arrivare a 650-700 nanometri.

Il colore è un altro aspetto che incide sulla visibilità del raggio, soprattutto in ambienti esterni e sotto la luce solare diretta. I prodotti appartenenti alla fascia di mercato medio-bassa sono tutti accomunati da limitazioni, sia per quanto riguarda la visibilità sia per lo spessore del raggio. Ciò non toglie che non siano funzionali e fruibili anche a livello professionale se non sono richiesti elevati livelli di precisione.

 

La distanza massima di emissione

Il costo di una livella laser può variare dagli 80-100 fino 500 euro e oltre, a seconda del modello. È ovvio che nella fascia più alta si collocano gli strumenti dalle prestazioni migliori, sia in termini di visibilità sia per quanto riguarda lo spessore della linea luminosa, e quindi del livello di precisione dei riferimenti.

Lo stesso discorso si applica anche alla distanza massima di emissione; in genere questa è di circa 15-20 metri per gli esemplari di fascia medio-bassa, il che è un valore di tutto rispetto in quanto permette di lavorare tranquillamente sia in interni sia in esterni, se le estensioni non sono troppo ampie.

In ogni caso la percettibilità del raggio, a partire dai 30 metri di distanza, comincia a calare notevolmente e nella maggior parte dei casi è richiesto un ulteriore dispositivo, il detector o rilevatore laser, da usare in combinazione con la livella.

Questa soluzione, ovviamente, è valida esclusivamente per coloro che sono alla ricerca di una livella laser professionale da usare sui cantieri, per lavorare su lunghe distanze; come accennato anche in precedenza, invece, se l’esigenza di lavoro è limitata all’uso negli interni e su distanze non superiori ai 15 metri, allora si possono ottenere buoni risultati anche con una livella di fascia media, il cui costo non supera i 200 euro al massimo.

Le caratteristiche strutturali e gli accessori

Gli altri aspetti da considerare sono le caratteristiche fisiche della livella laser e gli eventuali accessori. Indipendentemente dal costo, per esempio, è possibile trovare delle livelle che hanno soltanto due diodi, mentre altre ne hanno tre. 

Quelle con tre diodi sono in grado di emettere il raggio luminoso a 360°, quindi di proiettarlo simultaneamente su tutte le pareti dell’ambiente, incluso il pavimento e il soffitto; quelle con due diodi, invece, possono proiettare solo due linee guida, e anche se è possibile trovare modelli con emissione a 360°, di norma queste livelle emettono solo frontalmente quindi la copertura delle pareti non è totale.

Le nuove livelle laser, inoltre, sono autolivellanti con funzione di blocco integrata, quindi sotto questo aspetto non ci sono particolari suggerimenti da seguire; quello che cambia, invece, è la dotazione di accessori. I modelli più economici sono equipaggiati soltanto con le batterie dimostrative e la custodia per il trasporto; a seconda dei casi, poi, può essere incluso anche il bersaglio da utilizzare per l’allineamento delle linee guida, l’eventuale supporto per il fissaggio alla parete e il treppiede. Quest’ultimo però, così come l’asta, fatte le debite eccezioni rappresentate da alcuni kit promozionali, è un accessorio che in genere va acquistato a parte.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve la livella laser?

La livella laser è uno strumento che viene utilizzato per tracciare linee dritte e precise, oppure segnare punti, che vengono usati poi come riferimento per l’esecuzione di diversi lavori.

Questo dispositivo deriva direttamente dai puntatori laser e trova largo impiego per una vasta gamma di applicazioni, dall’ambito domestico e hobbistico fino a quello professionale. Per lo più è utilizzato nel settore edile, sui cantieri o durante i lavori di ristrutturazione degli immobili; grazie alle linee luminose che proietta su pareti e pilastri, infatti, la livella laser permette di allineare in modo preciso pareti, tubi di scarico, canaline, soppalchi e pannelli. Per questa ragione è utilizzato anche nel settore dell’impiantistica, da elettricisti e idraulici soprattutto, per la posa in opera di canaline, tubazioni, cavi e quant’altro.

 

In quali ambiti si utilizza in prevalenza?

In falegnameria e carpenteria è usata per allineare i vari elementi che vanno a comporre grandi strutture, come i costolati dei tetti per esempio, oppure per assicurare il corretto allineamento durante il montaggio a parete delle mensole o mobili pensili. Il suo uso è fondamentale anche per la posa in opera di controsoffitti e pareti in cartongesso, ed è usato anche dagli imbianchini per segnare linee di riferimento a differenti altezze.

 

Dove si posiziona la livella laser?

Il dispositivo viene di solito collocato su un treppiede, oppure fissato a un’apposita asta di sostegno, ne viene regolata l’altezza e poi viene azionato in modo da emettere una o più linee luminose a seconda delle esigenze del caso, o del tipo di livella. Alcuni modelli, infatti, sono semplici e possono emettere due raggi luminosi solo frontalmente, mentre altri sono in grado di emetterne tre a 360°, in modo da coprire tutte le pareti di un ambiente.

Le linee possono essere anche incrociate ovviamente, e lo strumento può essere settato in modo da garantire l’esatto livellamento, oppure bloccato allo scopo di proiettare delle linee guida con diverse inclinazioni, a seconda del tipo di lavoro da eseguire.

 

 

 

Come usare una livella laser

 

Come funziona la livella laser autolivellante

Le prime versioni di questo strumento consistevano in normali livelle a bolla montate su una base regolabile sulla quale era applicato anche un puntatore laser; la regolazione, di conseguenza, veniva eseguita manualmente mediante delle viti micrometriche, che venivano ruotate fino a quando le bolle non erano livellate.

A parte la complessità operativa, nelle prime livelle laser la regolazione doveva essere verificata spesso in quanto anche le più piccole vibrazioni potevano disallineare lo strumento.

I prodotti di più recente concezione

Le livelle laser di nuova generazione, invece, hanno i diodi di emissione montati su un meccanismo a pendolo che in presenza di lievi pendenze, in genere non oltre i 3-4°, tende a mantenere il diodo sempre livellato senza bisogno di alcun intervento da parte dell’operatore. Il meccanismo funziona in maniera autonoma quindi, basta semplicemente appoggiare la livella sul treppiede, o sul relativo supporto ad asta, e in pochi secondi i diodi smettono di oscillare e si arrestano nella posizione esatta.

Le livelle laser autolivellanti possiedono anche un pulsante per il blocco del pendolo, in modo da fermare i diodi e consentire così l’emissione di linee guida inclinate, quando le esigenze di lavoro lo richiedono. Il meccanismo di blocco, inoltre, è utile anche per fissare i diodi laser quando la livella non viene usata, in modo da evitare che corrano il rischio di danneggiarsi a causa di bruschi movimenti durante il trasporto.

 

Le colorazioni

Di solito le livelle laser sono equipaggiate con diodi a luce rosso-arancio, ma se ne possono trovare anche con diodi a luce verde. Questi ultimi sono particolarmente adatti per il lavoro in esterni, perché hanno una visibilità maggiore rispetto a quelli con luce rossa.

È importante capire, però, che a prescindere dal modello e dal costo, la visibilità del raggio laser emesso dal diodo tende in ogni caso a calare in maniera proporzionale alla quantità di luce ambiente; il livello di precisione delle linee guida, inoltre, è determinato anche dallo spessore della linea luminosa, e questo tende ad aumentare ulteriormente a seconda della distanza alla quale il raggio viene proiettato.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS