Gli 8 Migliori Torni del 2022

Ultimo aggiornamento: 28.09.22

 

Torno – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto 

 

I torni sono delle apparecchiature solitamente usate nelle officine, nei laboratori artigianali e nelle industrie, ma ne esistono anche versioni compatte destinate all’uso hobbistico. Prima di scegliere un tornio, soprattutto se non avete ancora deciso il modello e le caratteristiche, vi invitiamo a dare un’occhiata alla nostra guida e alla recensione dei modelli più richiesti sul mercato. Tutti quelli che abbiamo esaminato in dettaglio si distinguono per un rapporto qualità-prezzo decisamente favorevole, ma gli acquirenti ce ne hanno segnalati due in particolare che considerano al top per qualità e prestazioni: il Proxxon MICRO DB 250, un tornio di precisione per modellisti, e il Fervi 0708, un modello decisamente costoso ma di categoria professionale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 Migliori Torni – Classifica 2022

 

 

Tornio per legno

 

1. Proxxon 27020, Torni 5000 RPM

 

Il tornio per legno MICRO DB 250 è prodotto dalla nota ditta tedesca Proxxon, quindi si tratta di un utensile progettato apposta per il lavoro di precisione e adatto a lavorare pezzi di piccole dimensioni.

Ha una potenza di 100 Watt e genera una velocità variabile dai 1.000 ai 5.000 giri al minuto; è capace di lavorare pezzi singoli ma permette anche la produzione in serie di piccoli pezzi, inoltre è dotato di sei pinze di diverse misure per il bloccaggio dei pezzi, centro guida, centro attivo e piastra frontale.

Il Proxxon DB 250 è ritenuto uno dei migliori torni del 2022 per quanto riguarda la sua particolare tipologia, ed è tra i più venduti grazie alla sua elevata qualità, sia per quanto concerne i materiali di fabbricazione e l’assemblaggio sia in termini di prestazioni offerte. L’unica pecca è la sua estrema specializzazione, infatti è adatto esclusivamente per piccoli lavori.

 

Pro

Qualità Proxxon: La ditta Proxxon è nota in tutto il mondo per i suoi elettroutensili progettati specificamente per i lavori di precisione. Il tornio Proxxon, infatti, è realizzato in acciaio e alluminio ed è solido e resistente.

Silenzioso: Il piccolo motore da 100 Watt di potenza è efficiente e raggiunge una velocità massima di 5.000 giri al minuto, ma il rumore emesso e molto basso e lo si può usare in casa senza problemi.

Controllo elettronico: Grazie alla regolazione elettronica della velocità sulla gamma inferiore, può essere usato anche per i processi verniciatura semi-automatizzati.

 

Contro

Per piccoli lavori: Le sue prestazioni vanno dal livello hobbistico a quello professionale, ma soltanto per piccoli lavori. Quindi è consigliato quasi esclusivamente per il modellismo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Holzstar DB 450 5920450 Piccolo Tornio per Legno

 

Anche l’Holzstar DB 450 è un tornio per legno progettato per piccoli lavori, quindi adatto sia agli artigiani creativi sia agli hobbisti, in particolare a coloro che praticano modellismo navale. In comparazione al Proxxon esaminato in precedenza, però, l’Holzstar è decisamente più costoso. 

Il corpo principale è realizzato in ghisa, e questo gli permette di incrementare la stabilità e di conseguenza anche la precisione, inoltre è predisposto per il montaggio di una prolunga che serve ad aumentare la distanza tra le punte. Il motore ha una potenza di 370 Watt ma la velocità generata è inferiore rispetto al Proxxon, variando solo dai 500 ai 3.150 giri al minuto.

Nonostante sia un buon tornio, stando ai pareri degli acquirenti il motore è di gran lunga più rumoroso e tende a surriscaldarsi molto in fretta, inoltre la prolunga è un optional da acquistare separatamente, e quindi va a incidere sulla spesa complessiva.

 

Pro

Solido e stabile: Il corpo principale in ghisa, oltre che solido e resistente, lo rende una piattaforma molto stabile e permette di lavorare con un buon grado di precisione, come richiesto dal tipo di lavoro per cui è progettato.

Versatile: Oltre a piccola oggettistica è possibile montare una prolunga, da acquistare a parte però, in modo da poter lavorare pezzi lunghi fino a un metro quasi, in modo da realizzare gambe da tavolo e da sedie.

Potente: 370 Watt di potenza e quattro velocità regolabili, da 500 a 3.185 giri al minuto, in modo da lavorare senza problemi qualsiasi varietà di legno, incluse quelle dalle essenze più dure.

 

Contro

Surriscaldamento: Purtroppo sembra che il motore tenda a surriscaldarsi abbastanza in fretta, dopo appena 20-30 minuti di lavoro. Non è quindi adatto per l’uso intensivo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Einhell TC-WW 1000 Tornio per Legno

 

Il tornio Einhell TC-WW 1000 è una macchina stazionaria compatta, le cui dimensioni e peso ridotti gli permettono di essere collocata anche in poco spazio oppure, all’occorrenza, di essere spostata e trasportata facilmente.

Dalla sua ha un motore potente e una buona versatilità d’uso: può eseguire operazioni di sgrossatura, levigatura, verniciatura e lucidatura. Le sue prestazioni, però, sono limitate prettamente alla fascia di utenza hobbistica. Il tornio Einhell, infatti, è un elettroutensile economico, progettato per essere impiegato saltuariamente e in maniera non intensiva; la ditta stessa infatti, nelle istruzioni, consiglia di limitare il periodo di lavoro a 10-15 minuti, vista la tendenza del motore a surriscaldarsi e andare in blocco automatico di sicurezza.

Se cercate uno strumento professionale da usare per lavoro, quindi, sarà meglio orientarsi altrove, ma se cercate un attrezzo per la vostra piccola officina hobbistica casalinga, allora il tornio Einhell è da prendere certamente in considerazione.

 

Pro

Economico: Il prezzo competitivo è uno dei maggiori richiami del tornio Einhell, soprattutto per la fascia di utenza al quale è destinato. E infatti è consigliato soprattutto agli appassionati del fai da te alle prime armi.

Compatto e leggero: La sua vocazione di attrezzo “domestico” è testimoniata anche dalle misure ridotte e dal peso contenuto, che lo rendono facile da collocare anche nei piccoli ambienti, e da trasportare all’occorrenza.

Versatile: Nel suo piccolo può fare molti lavori, dalla sgrossatura dei pezzi fino alla verniciatura; ma sempre nei limiti di misura, carico e durata di lavoro previsti.

 

Contro

Solo per hobbisti: Il livello di prestazioni è ottimizzato per l’uso non intensivo, infatti essendo leggero tende a vibrare molto, inoltre il motore si surriscalda se usato troppo a lungo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tornio parallelo

 

4. Fervi 0708 Tornio Parallelo 

 

Se invece state cercando dove acquistare un nuovo tornio parallelo di precisione per uso professionale, allora vi consigliamo il modello 0708 prodotto dalla ditta italiana Fervi, un tornio costoso ma ben accessoriato e capace di fornire prestazioni di alto livello.

Il prezzo potrebbe apparire decisamente alto, ma in realtà è ben proporzionato sia alla qualità sia alle prestazioni, per questa ragione gli acquirenti lo ritengono il miglior tornio di categoria professionale tra i vari modelli venduti online. Ha una potenza di 550 Watt con alimentazione a 230V, cuscinetti conici per l’albero del mandrino, i noni sono registrabili e dispone anche di protezioni per la vite madre e per il mandrino.

Viene consegnato in una cassa di legno, quindi ben protetto, e la dotazione accessori include anche una lunetta mobile, il comparatore per filettare, una contropunta fissa CM2, una contropunta fissa CM3 e una torretta fissa per utensili da 12 millimetri.

 

Pro

Professionale: Si tratta di un tornio professionale a tutti gli effetti, progettato per l’uso intensivo e quindi adatto in particolar modo ai professionisti e per gli hobbisti più esigenti che possono affrontare la spesa.

Ottimi materiali: Solido e affidabile, il tornio Fervi è realizzato con materiali di prima scelta, perfino gli ingranaggi del sistema per il cambio della velocità sono fatti in acciaio di ottima qualità.

Ben accessoriato: La dotazione di accessori include molti elementi, tra cui quattro chiavi esagonali, la chiave per il mandrino, due diverse contropunte, sei griffe e altro ancora.

 

Contro

Prezzo: Il prezzo elevato lo rende un modello di nicchia, accessibile soltanto ai professionisti, agli artigiani e agli hobbisti più esigenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tornio da banco

 

5. Happybuy Torni da Banco Mini 2500 RPM 600W

 

Il tornio da banco Lathe MX-180D, invece, è un modello Micro progettato per eseguire lavori di precisione di vario tipo, incluse le filettature, su metalli e altri materiali, ideale per la realizzazione e la trasformazione di componenti meccaniche di precisione, per la manutenzione dei veicoli e per il modellismo.

Ha una potenza di 600 Watt e un sistema di controllo digitale per l’induzione magnetica che permette di lavorare in due diverse modalità, una con un range di velocità compreso tra i 50 e i 1.250 giri al minuto e una con un range tra i 100 e i 2.500 giri al minuto, a seconda del tipo di materiale e del lavoro da eseguire.

Purtroppo presenta alcuni difetti che tendono a pesare nel tempo, però, come le superfici di scorrimento dei carrelli che sono grezze e non rifinite, per esempio, il carrello trasversale non a squadra e altri piccoli dettagli importanti.

 

Pro

Versatile: È progettato apposta per lavorare con materiali di diverso tipo, inclusi vari tipi di metallo, e quindi è estremamente versatile nell’uso, anche se limitato comunque ai lavori di precisione.

Doppia scala di velocità: Il sistema di controllo digitale dell’induzione elettromagnetica permette di regolare la velocità secondo due diversi range, in modo da ottimizzare la resa in base al materiale su cui si lavora.

Qualità strutturale: Non solo la scocca e le componenti principali, ma anche gli ingranaggi sono realizzati in acciaio. La qualità strutturale è ottima è ben proporzionata al costo dell’apparecchio.

 

Contro

Piccoli difetti: L’unica pecca è data da una serie di piccoli difetti che, col passare del tempo, vanno a incidere sulle prestazioni e soprattutto sul livello di precisione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tornio per ceramica

 

6. Glorex 2 2620 30 Tornio e Vaso in Maiolica da Tavolo

 

Il tornio per ceramica prodotto dalla ditta svizzera Glorex è un semplice strumento manuale con cuscinetti a sfera, alto circa 5 centimetri e con un diametro di 22 centimetri.

Non è elettrico ed è quindi privo di pedale, motore e altre componenti meccaniche, a esclusione ovviamente dei cuscinetti a sfera che ne garantiscono la fluida rotazione. 

È praticamente un tornio da vasaio che però, essendo privo di motore, non è particolarmente adatto per la modellazione di vasi di grandi dimensioni; in compenso, invece, è ottimo per modellare piccoli pezzi ma soprattutto per la verniciatura e la decorazione.

È caratterizzato da un prezzo oltremodo vantaggioso e di facile accessibilità, per questo gli acquirenti lo consigliano non soltanto come strumento aggiuntivo per vasai e ceramisti esperti, ma anche come tornio iniziale per i vasai principianti, in modo da familiarizzare con i metodi di lavorazione dell’argilla prima di passare a una ruota motorizzata.

 

Pro

Prezzo accessibile: Il tornio Glorex è stato apprezzato soprattutto per il costo contenuto, del resto è uno strumento ad azione manuale, semplice sia per quanto riguarda il concept progettuale sia per l’utilizzo.

Versatile: Le sue caratteristiche lo rendono fruibile sia dai principianti sia dai professionisti e dagli hobbisti più esperti; può essere usato per modellare piccoli pezzi, ma è ottimo soprattutto per verniciare e decorare.

Facile da pulire: È anche estremamente facile da lavare, in quanto essendo privo di componenti meccaniche ed elettroniche può essere tranquillamente immerso in acqua.

 

Contro

Manuale: Essendo un tornio da vasaio manuale non è adatto per la creazioni di vasi di grandi dimensioni. È consigliato invece ai vasai principianti, prima di passare a un modello motorizzato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tornio per argilla

 

7. Z Zelus Tornio per Argilla Elettrico con Display a LED da 25 cm 250W

 

Lo Z Zelus è un tornio per argilla azionato da un motore elettrico da 250 watt di potenza, ed è ottimo sia per i ceramisti fai da te che hanno accumulato già una certa esperienza sia per quelli alle prime armi.

L’apparecchio è abbastanza grande e anche stabile, grazie ai tubolari di supporto dotati di piedini antiscivolo, inoltre è dotato di una bacinella paraspruzzi in ABS che fornisce una schermatura dal fango e al tempo stesso impedisce l’accesso accidentale alla parte inferiore del piatto rotante, il che lo rende sicuro da usare anche per un bambino. La bacinella è anche rimovibile, in modo da facilitare la pulizia.

Il pannello di controllo LED facilita l’uso del tornio; i pulsanti touch permettono di accendere e spegnere l’apparecchio, invertire il senso di rotazione del piatto, regolare la velocità e selezionare la modalità di regolazione, che può avvenire manualmente o tramite l’apposito pedale.

 

Pro

Versatile: Il piatto rotante ha un diametro di 25 centimetri e permette di realizzare una vasta gamma di manufatti, dalle piccole ciotole fino ai vasi più grandi; la velocità regolabile incrementa ulteriormente la versatilità d’uso del tornio

Ben accessoriato: La confezione include anche un piccolo set costituito da 8 utensili manuali per tagliare e modellare l’argilla, in modo da permettere ai principianti di lavorare fin da subito senza spendere soldi per acquistare altri attrezzi.

Facile da usare: Il motore elettrico ha la velocità regolabile sia manualmente sia tramite il pedale fornito nella dotazione di accessori, il che permette di avere entrambe le mani libere per lavorare l’argilla.

 

Contro

Filo pedale: Il filo del pedale è corto e costringe a collocare il tornio in una posizione ribassata, oppure a regolare la velocità direttamente dal pannello di controllo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tornio per metallo

 

8. BuoQua CJ0618-3B mini tornio da banco per metallo

 

Quello realizzato dalla ditta cinese BuoQua è un mini tornio per metallo progettato apposta per lavori di precisione; nella fattispecie si tratta di un tornio parallelo dalle dimensioni compatte con regolazione variabile della velocità da 50 a 2.250 giri al minuto.

La massima distanza tra le punte coniche è di 300 millimetri e lo swing è di 180 millimetri; è dotato di mandrino autocentrante da 80 millimetri e carrello ad avanzamento automatico, in modo da poter eseguire le filettature ISO standard. Possiede anche una torretta girevole mobile, in grado di alloggiare fino a quattro inserti contemporaneamente, e una leva che i torni analoghi prodotti da altre ditte non hanno, e che permette di liberare rapidamente la controtesta.

La dotazione accessori include chiavi e attrezzi di servizio, piedini in gomma, oliatore, diversi ingranaggi dentati per le filettature e altri elementi: l’unica pecca sono le istruzioni, presenti solo in lingua inglese.

 

Pro

Efficiente: Nonostante sia destinato prevalentemente all’uso hobbistico, si tratta di un mini tornio per metallo estremamente affidabile ed efficiente, completo di funzionalità che i torni simili prodotti da altre ditte non hanno.

Preciso: Grazie ai cuscinetti a rulli conici, alla scala telescopica e all’assemblaggio impeccabile, il tornio BuoQua è in grado di garantire anche un elevato livello di precisione, decisamente superiore rispetto alla media standard.

Ben accessoriato: La confezione del tornio include una dotazione di accessori completa di tutto l’occorrente, incluso l’oliatore e gli attrezzi specifici per la manutenzione periodica della macchina.

 

Contro

Istruzioni: Purtroppo sono presenti soltanto in lingua inglese; per alcuni è una vera seccatura, soprattutto considerate le ottime caratteristiche della macchina.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Accessori

 

Utensili per tornio

 

EsportsMJJ Tornio A Punta Di Machifit 7Pcs

 

Il kit Machifit contiene una serie di utensili per tornio, e nella fattispecie parliamo di 7 chiavi T8, 7 inserti e 7 steli. Le chiavi sono realizzate in lega di acciaio 42CR mentre gli inserti sono in carburo di tungsteno, quindi adatti a tornire ferro, alluminio e simili.

Possono tornire anche l’acciaio, ma soltanto quello con indice di durezza più basso.

Gli acquirenti li hanno trovati funzionali e di buona qualità, a dispetto della loro origine cinese, inoltre la loro misura è di 10 x 10 millimetri e questo li rende compatibili con una vasta gamma di torni.

Soprattutto quelli progettati per l’impiego hobbistico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori torni?

 

Cos’è il tornio e quale modello scegliere

Il tornio è una macchina utensile stazionaria il cui prezzo può variare dai 50 ai 5.000 euro e oltre, a seconda della tipologia e della destinazione d’uso; per decidere quale tornio comprare, quindi, è bene innanzitutto avere una chiara idea di come e per che cosa usarlo.

Le sue applicazioni, infatti, vanno dalla semplice branca del fai da te fino a quelle industriali; per comodità e dovere di sintesi, nella nostra guida all’acquisto ci concentreremo soprattutto sui modelli appartenenti alla fascia economica medio-bassa, che va dai 50 ai 1.500 euro circa, dove sono concentrate le macchine destinate al segmento di mercato più ampio, e cioè quello per gli hobbisti e per l’uso professionale su piccola scala. 

Offriremo quindi una panoramica breve ma dettagliata sui vari modelli in commercio riportando le caratteristiche e le limitazioni delle varie tipologie, in modo da aiutarvi a capire come scegliere un buon tornio in grado di soddisfare le vostre esigenze specifiche.

 

I mini torni da hobbista

Il primo criterio di differenziazione, per un tornio, è dato dalle sue dimensioni, e sul primo gradino nella “gerarchia” di queste macchine si trovano appunto i mini torni, nei quali le dimensioni della base d’appoggio possono variare dai 30 x 6 centimetri fino ai 100 x 45 centimetri circa.

I mini torni sono ulteriormente divisi per tipologia, alcuni infatti sono progettati per lavorare soltanto con il legno, mentre altri possono lavorare anche plastica e metalli per esempio. Inoltre sono standard anche per quanto riguarda la qualità dei materiali e dell’assemblaggio, da cui dipende il grado di precisione dell’apparecchio, e per la potenza del motore, che varia dai 100 ai 600 Watt circa, che incide sul livello di prestazioni del tornio.

I prezzi dei mini torni, includendo le semplici ruote da vasaio non motorizzate, possono variare dai 50 ai 900 euro circa; va da sé, però, che i modelli più economici sono di bassa qualità, fatta eccezione per le ruote da vasaio manuali ovviamente. Pur essendo realizzati con ottimi materiali, infatti, sono più carenti nell’assemblaggio, tendono a generare più rumore e vibrazioni e, di conseguenza, a essere meno precisi. Ciò non toglie che sono i più richiesti dagli hobbisti, che li usano saltuariamente e non hanno grosse esigenze in termini di resa.

 

I mini torni professionali

Per quanto riguarda i mini torni professionali, invece, valgono le stesse regole descritte in precedenza, sia per quanto riguarda le misure e le dimensioni dei vari modelli, sia in termini di qualità strutturale e prestazioni, con la differenza che nel loro caso i prezzi variano entro un range più alto, a partire dai 1.000 fino ai 2.500 euro e oltre.

A fronte del loro prezzo elevato, però, i mini torni professionali sono ben assemblati e curati nei minimi dettagli, sono realizzati con materiali e leghe di prima scelta, e i loro motori sono più efficienti e garantiscono alte prestazioni e precisione. Inoltre sono avvantaggiati anche per quanto riguarda la qualità e il numero degli accessori disponibili, che ne incrementano la versatilità d’uso e il tipo di materiali su cui possono lavorare. Il loro costo, però, li rende appannaggio esclusivo dei professionisti, e ideali nel contesto di una piccola officina o laboratorio artigianale.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il tornio?

Il tornio è un utensile stazionario progettato per la lavorazione di pezzi posti in rotazione a diverse velocità, le lavorazioni possibili consistono soprattutto nella modellazione, incisione, fresatura, lucidatura, filettatura, alesatura e perfino verniciatura di vari materiali, come legno, plastica, metallo, ceramica e argilla.

Il tornio è quindi caratterizzato da una vasta gamma di applicazioni che vanno dall’ambito puramente hobbistico e domestico fino a quello industriale. A seconda del tipo di applicazione per la quale sono destinati, i torni possono avere diverse dimensioni e caratteristiche; i più piccoli, tanto per fare un esempio, sono utilizzati per la lavorazione di piccoli pezzi da usare per la meccanica di precisione, oppure per il modellismo, mentre i torni standard sono abbastanza versatili e possono essere usati sia a livello hobbistico sia professionale, nelle falegnamerie e nelle officine meccaniche. I torni industriali, invece, sono progettati per la lavorazione di pezzi di grandi dimensioni da impiegare nella costruzione di navi, aerei e svariate componenti per l’ingegneria civile.

Due particolari tipi di tornio, invece, sono la ruota del vasaio usata per la modellazione e la verniciatura di argilla e ceramica destinate alla creazione di vasellame, e il tornio per incisione fonografica, noto anche come fonoincisore, progettato apposta per l’incisione delle matrici usate poi come master per la produzione in serie dei dischi in vinile.

 

Come filettare al tornio?

I metodi per eseguire la filettatura al tornio variano a seconda di una discreta serie di parametri, a cominciare dal tipo di materiale su cui si desidera eseguire il lavoro. Gli ulteriori elementi di cui tenere conto sono il tipo di filettatura che si deve eseguire, che può essere esterna oppure interna, e quindi il tipo di accessorio specifico da usare, maschio o filiera.

Partendo da queste premesse quindi, la filettatura al tornio richiede da parte dell’operatore o del programma di controllo, a seconda del tipo di tornio impiegato, un avanzamento per giro che corrisponde al passo della filettatura. La punta dell’utensile utilizzato, inoltre, deve avere una sagoma corrispondente a quella del filetto che si desidera ottenere. Mano a mano che si avanza di un passo per ogni giro del pezzo, quindi, la punta traccia un filetto che segue la forma di un’elica cilindrica.

La filettatura non viene mai eseguita in una sola volta, il numero di passate da eseguire va determinato in base alla forma del profilo e alle condizioni di stabilità della macchina e del pezzo. A ogni passata, inoltre, l’utensile deve ripetere lo stesso esatto percorso delle passate precedenti, e di conseguenza il suo movimento deve essere sincronizzato con la rotazione del mandrino del tornio.

 

 

 

Come utilizzare un tornio

 

Come costruire un tornio per legno

Tra le varie tipologie di tornio esistenti, quello per legno è il modello che si presta più facilmente all’autocostruzione. Dal momento che il legno è il materiale più facile su cui lavorare, infatti, non è richiesto un motore troppo potente e può essere impiegato anche un normale trapano da hobbista.

 

 

Per quanto riguarda il basamento, i supporti, il carrello, le guide e gli altri elementi strutturali, questi possono essere ricavati da materiali di recupero; la soluzione più semplice ed economica prevede l’uso dello stesso legno, tagliato e sagomato nelle misure desiderate. Naturalmente è bene cominciare tracciando uno schema, anche in maniera semplificata, del tornio, in modo tale da poter preparati tutti i pezzi separatamente e poi assemblarli, prima a secco per verificare che coincidano, e poi con l’uso di colla vinilica e viti.

Una volta che la struttura di supporto principale è pronta, sull’estremità dove dovrebbe normalmente trovarsi il motore dovrete applicare un collare di serraggio a due pezzi, della misura adeguata a fissare un normale trapano da hobbista. L’uso del collare al posto di una soluzione di fissaggio “definitiva”, offre l’ulteriore vantaggio di poter rimuovere il trapano dal supporto, all’occorrenza, in modo da poterlo usare normalmente.

Usando bulloni, perni, cuscinetti e altra ferramenta, invece, potrete realizzare le contropunte, rifinire il carrello e realizzare tutti gli altri elementi necessari.

 

Come fare un vaso di argilla senza tornio

Per creare del vasellame di argilla senza utilizzare il tornio basta ricorrere ai metodi usati agli albori della civiltà umana, che anche dopo l’invenzione della ruota sono stati comunque tramandati e utilizzati fino ai giorni nostri, soprattutto dalle popolazioni del continente americano, dove la ruota è arrivata soltanto nel XV secolo.

Tra i metodi tradizionali più noti ci sono quello a pizzicato e quello a colombino; il metodo a pizzicato, noto anche come metodo a pollice, era usato dai nativi americani e consiste appunto nel prendere una quantità di argilla equivalente alla dimensione di un pugno, appallottolarla e tenerla nel palmo di una mano mentre col pollice dell’altra si fa pressione in modo da creare una cavità. Successivamente, pizzicando appunto l’argilla e ruotandola lentamente, la si modella in modo da farle assumere lo spessore e lo svasamento desiderati.

 

 

Il metodo a colombino, o lucignolo, è uno dei più diffusi e prevede la creazione di lunghi salamini di argilla tramite arrotolamento, i salamini devono avere lo stesso spessore per tutta la loro lunghezza, e questo deve essere equivalente allo spessore della base.

Ricapitolando, quindi, nel metodo a colombino si prepara prima una base di argilla rotonda, sui bordi della quale vengono poi applicati i salamini l’uno sull’altro, fino ad assumere una forma cilindrica. Lavorando successivamente i salamini con le dita e con gli strumenti, quindi, si potrà, assottigliare e modellare il vaso nella forma desiderata.

 

 

La lavorazione della creta e l’uso del tornio

 

Piccola guida per curiosi, appassionati e neofiti sui materiali, sugli strumenti e sui costi da sostenere per dedicarsi alla lavorazione di creta e argilla.

 

L’arte di lavorare la creta risale agli albori della civiltà, quando gli uomini cominciarono ad affinare le loro abilità artigianali e a creare strumenti che potessero aiutarli nella quotidiana lotta per la sopravvivenza e nel miglioramento del comfort domestico.

Al giorno d’oggi le cose non sono cambiate molto; nonostante il vertiginoso sviluppo tecnologico e la creazione di nuovi materiali, infatti, il vasellame in creta è ancora tenuto in altissima considerazione, sia dal punto di vista dell’utilità domestica sia in ambito artigianale e soprattutto artistico.

Il mestiere di vasaio quindi, ben lungi dallo scomparire, ogni anno attira nuovi “adepti” e, se alcuni sono interessati soltanto a livello hobbistico, molti altri, invece, sono mossi da motivazioni più profonde e dal desiderio di trasformare quella che nasce come semplice passione artistica in un lavoro remunerativo.

Per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a questo mondo, quindi, ecco una piccola guida su quello che il neofita si troverà ad affrontare, sia per quanto concerne i materiali e gli strumenti sia per le spesa iniziale da sostenere.

 

I giusti strumenti

Gli strumenti per la lavorazione e modellazione della creta e dell’argilla possono essere comprati singolarmente oppure come set. Ad acquistarli uno a uno, di solito, sono coloro che già possiedono un buon set e hanno quindi la necessità di integrarlo oppure di sostituire i pezzi troppo usurati o rotti. Tenete presente che acquistarli singolarmente costa di più, anche se si ha la possibilità di scegliere quelli di qualità migliore, mentre un buon set per principianti comporta una spesa variabile dai 10 ai 50 euro appena, a seconda del numero dei pezzi che lo compone.

Un buon prodotto per principianti, tanto per fare un esempio, è il set per scultura ARTEZA il quale è caratterizzato da un’ottima qualità costruttiva e da un’ampia gamma di strumenti, ben 42, che lo rendono pressoché completo; per di più è disponibile anche a un ottimo prezzo.

 

 

I materiali da lavorare

La creta e l’argilla si acquistano a peso, invece, ed entrambe si possono trovare presso le fabbriche di ceramica o dai grossisti specializzati in materiale artistico, ma possono essere reperite ancor più facilmente online. Le confezioni disponibili variano sia per il peso sia per il tipo di materiale e per il colore; la creta infatti è color bianco sporco oppure, più comunemente, di colore grigio, mentre l’argilla è rossa. 

Bisogna inoltre ricordare che il loro colore di partenza cambia dopo l’essiccazione; la creta, per esempio, diventa quasi bianca se fatta seccare naturalmente, se invece viene sottoposta a cottura tende a diventare rossa.

La cosa più importante da sapere sul materiale modellabile, però, è come trattarlo e conservarlo; i panetti, o blocchi a seconda del peso, sono venduti in confezioni di plastica trasparente ermeticamente sigillate, perché se esposte all’aria tendono subito a seccarsi.

Una volta aperti quindi, bisogna conservarli bene in modo da preservare la loro malleabilità e, all’occorrenza, inumidirli e poi farli asciugare in maniera naturale prima di adoperarli.

Le confezioni disponibili vanno dai panetti da 250 grammi fino ai blocchi da 25 chili e oltre, a seconda delle esigenze, e il prezzo può variare dai 3 ai 45 euro circa a seconda del tipo e della quantità; i panetti da 250 grammi fino a 1 chilo sono quelli che costano di meno, ma sono destinati per lo più a bambini e ragazzi per l’uso nelle attività didattiche o per gioco. 

Per un principiante, invece, è consigliabile orientarsi verso le confezioni a partire da 1,5 fino a un massimo di 5 chilogrammi, per una spesa variabile dai 9 ai 15 euro circa. Una ulteriore differenziazione è quella tra le crete e le argille che richiedono il processo di cottura e quelle che induriscono senza cottura; per un principiante è bene partire da questa seconda tipologia, visto che la prima richiede necessariamente l’uso di un forno per vasellame. 

Un classico esempio di argilla senza cottura sono i panetti prodotti dalla ditta francese Pébéo, specializzata in materiale artistico, e facilmente reperibili anche su Amazon a un prezzo davvero irrisorio, ma ne esistono anche di altre ditte ovviamente.

 

Le tempistiche e gli spazi

La differenza tra crete e argille con o senza cottura risiede soprattutto nei tempi di asciugatura e indurimento; i pezzi lavorati con argilla da cuocere sono pronti nel giro di 24-36 ore, per esempio, mentre l’argilla senza cottura richiede un tempo che può arrivare anche a 5 o 6 giorni. 

Quindi va da sé che, se avete intenzione di dedicarvi a quest’attività anche solo per hobby, dovrete avere un piccolo spazio a disposizione dove poter conservare non soltanto strumenti e materiali, ma anche i pezzi lavorati in attesa che si asciughino completamente.

Un ambiente dedicato specificamente a questa attività, inoltre, è importante anche nell’ottica dell’acquisto di un ulteriore strumento molto importante, e cioè il tornio per ceramica. È vero infatti che esistono tecniche di relativamente semplici che richiedono soltanto la manualità; ma per ottenere dei buoni risultati nella modellazione, soprattutto per quanto concerne la simmetria e le dimensioni, è assolutamente necessario l’uso di un tornio.

 

 

Il miglior tornio

Un ottimo tornio da vasaio, adatto tanto ai principianti quanto ai professionisti, è quello manuale, il cui costo può variare dai 30 ai 90 euro circa a seconda del diametro del piatto, e offre il vantaggio di essere silenzioso e non consumare energia elettrica.

I torni da vasaio elettrici per uso hobbistico, invece, sono più ingombranti e pesanti e hanno un prezzo che può oscillare dai 100 ai 200 euro; sono ovviamente molto più efficienti rispetto a un tornio manuale, in quanto mantengono una rotazione costante e uniforme e permettono di tenere entrambe le mani sul pezzo da lavorare, ma per un principiante è consigliabile partire da un modello manuale, in modo tale da poter acquisire la giusta esperienza e manualità prima di passare a un’attrezzatura più costosa e impegnativa.

Anche in questo caso, ovviamente, potete facilmente reperire il tornio online, direttamente su Amazon o su un’altra piattaforma web analoga.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

KKmoon DC 24V 80W Mini Tornio Perline Lucidatrice

 

Se non siamo ancora riusciti a fugare ogni dubbio su quale tornio comprare, aggiungiamo alla nostra classifica il modello KKmoon, interessante soprattutto per la facilità di utilizzo e per la completezza degli accessori inclusi nel set.

Sebbene il motore non sia potentissimo, con questo prodotto è possibile tagliare vari tipi di legno e altri materiali, perché dispone di numerosi strumenti tra cui una sega da tavolo. A tal proposito, come anticipato, gli accessori sono diversi; infatti è possibile avere un portautensili mobile in metallo, una chiave per trapano, un tavolo per sega metallica, una chiave a vite e moltissimi altri.

Si tratta per lo più di un set universale, che tra l’altro ha la caratteristica di essere proposto a un prezzo competitivo. A tutti questo elementi, si aggiunge anche la possibilità di installare e aggiungere un albero flessibilità per la lucidatura, la foratura, l’incisione oppure il taglio. 

La potenza di 80W lo rende anche economico per quanto riguarda la classe di consumo energetico.

 

Pro

Set universale: Nella confezione sono presenti un numero elevato di accessori, tutti adatti per attività diverse. Per questo motivo il mini tornio KKmoon si può catalogare tra i più completi della nostra lista.

Rapporto qualità/prezzo: Per la quantità di utensili e accessori e la qualità di materiali con cui è realizzato, possiede un  buon rapporto qualità/prezzo.

Versatile: Grazie alla mole di accessori inclusi è possibile tagliare il legno, il vetro e altri materiali più duri, come anche modellare, forare e incidere.

 

Contro

Potenza motore: La potenza di 80W rende poco su lavori più importanti. In effetti, il motore, facendo una comparazione con modelli simili, non sempre raggiunge il massimo della potenza.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS