Gli 8 migliori impregnanti per legno del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Impregnanti per legno – Opinioni, analisi e guida all’acquisto

 

Avete del legno da trattare o rimettere a nuovo? Allora il primo passo è procurarsi un buona vernice impregnante. Nella nostra guida all’acquisto troverete tutte le informazioni utili per individuare il prodotto che si adatta meglio alle vostre esigenze. Se invece avete già dimestichezza con questo tipo di prodotto, allora potete scegliere direttamente uno di quelli che si trovano nella classifica più richiesti in commercio, ordinati in base al rapporto qualità-prezzo e al successo riscosso presso gli acquirenti. Questi ultimi hanno apprezzato soprattutto il Veleca Xiloval, per l’ottima resa e l’affidabilità del marchio, e l’impregnante Ica For You IMG11-0075, grazie alla composizione a base d’acqua che lo rende estremamente facile da applicare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori impregnanti per legno – Classifica 2022

 

I prodotti nella nostra classifica dimostrano ampiamente che la qualità paga, a dispetto del costo leggermente più alto rispetto alla media. Ai primi posti, infatti, si trovano prodotti di fascia medio-alta.

 

 

Impregnante per legno da esterno

 

1. Veleca Xiloval impregnante protettivo lucido per legno da esterno

 

La ditta italiana Veleca, secondo i pareri dei professionisti nella verniciatura del legno, è una delle più rinomate in questo specifico settore di produzione, e lo Xiloval è al primo posto tra i suoi prodotti più richiesti.

Nella fattispecie si tratta di un impregnante per legno da esterno, la cui formula è stata ideata apposta per il trattamento decorativo e protettivo del legno esposto esternamente in ambienti con particolari condizioni climatiche, come l’alta montagna o il mare. Il barattolo esaminato contiene un litro di vernice trasparente di colore Noce Medio, che esalta le venature naturali del legno e non richiede ulteriori trattamenti di finitura.

Oltre alla funzione decorativa, inoltre, lo Xiloval protegge dal naturale degrado causato dalle intemperie e da muffa, funghi e parassiti; rispetto ad altri prodotti analoghi è più costoso ma offre una resa decisamente migliore, e infatti è uno dei più venduti online.

 

Pro

Veleca: Il marchio Veleca è uno dei rinomati per l’affidabilità e la qualità dei suoi prodotti, i quali sono caratterizzati anche da un ottimo rapporto qualità-prezzo; lo Xiloval è un impregnante caratterizzato un’alta resistenza al degrado.

Duraturo: Lo Xiloval non sfoglia ma si consuma lentamente e offre una protezione totale, sia dai raggi UV sia dagli agenti atmosferici e organici, infatti è il prodotto ideale da usare in alta montagna o al mare.

Colori: L’impregnante per legno Veleca è disponibile in diversi colori, ma sono tutti trasparenti e di conseguenza invece di coprire le naturali venature del legno, le esaltano ulteriormente.

 

Contro

Prezzo: La resa di circa 10-12 metri quadrati a litro è nella media, ma questa dipende anche dal numero di mani; il costo del prodotto, in relazione a questo fattore, è medio-alto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno bianco

 

2. Ica For You IMG11-0075 impregnante all’acqua per legno bianco

 

Anche il brand Ica For You appartiene a un gruppo italiano specializzato nella produzione di vernici speciali per il legno; il prodotto con codice IMG11-0075, infatti, è un impregnante per legno bianco appartenente alla linea di vernici Arborea, quindi destinato alle superfici in legno esposte all’esterno.

In comparazione al prodotto Xiloval esaminato in precedenza, a parte il colore bianco, l’impregnante Ica For You differisce anche nella composizione, infatti è a base d’acqua e di conseguenza non richiede l’uso di solventi. Il barattolo contiene 750 ml di prodotto, che offrono una resa di circa 10-12 metri quadrati, è inodore e può essere applicato a pennello, a spruzzo o con la spugna, anche in verticale.

Ovviamente protegge dalle intemperie e dai raggi UV, ma non dagli agenti organici; dopo averlo usato, inoltre, è consigliabile applicare una mano di finitura con un altro prodotto specifico, in modo da assicurare una resa duratura.

 

Pro

Ad Acqua: Questa vernice ha una formula a base d’acqua, quindi è più facile da diluire e anche da stendere rispetto ai prodotti che richiedono l’uso di solventi chimici.

Per esterno: L’Arborea è un impregnante adatto soprattutto per steccati, infissi, porte, saracinesche balconate, mobili da giardino e altri manufatti in legno situati in ambienti esterni.

Resa media: Il rendimento è di circa 10-12 metri quadri per litro, quindi rientra nella media standard degli altri impregnanti con cui l’abbiamo messo a confronto nella nostra classifica.

 

Contro

Protezione limitata: Purtroppo la resistenza di questo impregnante è limitata solo agli agenti atmosferici, non è adatto per proteggere il legno da muffa e funghi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno da interno

 

3. Marbec Tiroil impregnante oleo-ceroso per legno interno

 

Le prestazioni offerte dal Tiroil, prodotto dalla ditta italiana Marbec, lo rendono ideale soprattutto per i mobili e per i parquet fatti con legni estremamente pregiati dalle essenze compatte e oleose, come per esempio il Teak, l’Iroko e il Noce.

La caratteristica principale del Tiroil, infatti, è quella di possedere una consistenza oleo-cerosa che forma una protezione resistente e non appiccicosa, del tutto priva del film superficiale che di solito tende a sfogliare o spellicolare. È facile da lucidare, resiste nel tempo ed è facilmente ripristinabile senza doverla sottoporre a previa carteggiatura.

Se vi state chiedendo dove acquistare un prodotto in grado di rimettere a nuovo il vostro parquet di legno pregiato, quindi, il Tiroil è il miglior impregnante per legno tra quelli destinati a questa specifica applicazione; l’unica pecca è che, a seconda delle circostanze, richiede l’uso di altri prodotti Marbec complementari, come il Diluoil, l’Oiltoner o il Biotop.

 

Pro

Per legni pregiati: Il Tiroil è un impregnante consigliato soprattutto a chi ha l’esigenza di trattare legni molto pregiati, e in particolar modo mobili antichi e pavimentazioni in parquet realizzate con Noce, Iroko o Teak.

Oleo-ceroso: La densità e la consistenza sono studiate apposta per nutrire e proteggere il legno nel tempo, e al tempo stesso formare una patina lucida antimacchia, e idro-oleo repellente.

Resa eccellente: Sotto questo aspetto i numeri sono eccellenti: sui legni più assorbenti la resa è di circa 10-15 metri quadrati a litro, ma su quelli a media assorbenza e sui più compatti può arrivare fino a 30 metri quadrati a litro.

 

Contro

Prodotti complementari: Il Tiroil è un prodotto eccellente, ma per offrire il massimo della resa richiede l’uso di prodotti complementari Marbec, da acquistare a parte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno colore Douglas

 

4. Veleca Legnosan Douglas impregnante per legno all’acqua 

 

Anche il Legnosan è un prodotto della rinomata ditta italiana italiana Veleca, e nello specifico è un impregnante per legno colore Douglas, ideale sia per il trattamento dell’omonima varietà sia per altre tipologie di legno.

Ovviamente è un impregnante per superfici esterne ma, a differenza dello Xilocal, è a base d’acqua, quindi è inodore e non richiede l’utilizzo di solventi chimici. È consigliato soprattutto per il trattamento di porte, finestre, persiane, steccati, travi, sottotetti, capanni, gazebo e qualsiasi altra struttura o oggetto in legno esposto alla pioggia e al sole; la sua formulazione specifica, infatti, oltre a impermeabilizzare il legno lo protegge anche dai raggi ultravioletti, da muffa, funghi e soprattutto parassiti.

Essendo inodore, inoltre, può essere usato anche in ambienti interni senza prendere particolari precauzioni. L’unica pecca, purtroppo, è il costo non proprio economico del prodotto, soprattutto considerando che il barattolo è da 750 ml invece che un litro.

 

Pro

Protettivo speciale: La linea Legnosan è nota soprattutto per la sua elevata efficacia nel trattare e proteggere legni malati o infestati, sia da spore fungine sia da batteri e insetti parassiti.

Inodore: La formula di questo impregnante è all’acqua, quindi non ha odore, si stende e viene assorbito facilmente e impiega anche meno tempo per seccarsi rispetto agli impregnanti che richiedono l’uso di solventi.

Per esterni: A parte la protezione organica, il Legnosa è in grado di filtrare anche i raggi ultravioletti e protegge dalle intemperie, quindi è ideale per le superfici di legno esposte al sole e all’acqua.

 

Contro

Costoso: Il Legnosan ha una resa nella media, 10-12 mq a litro, ma è un prodotto eccellente e di conseguenza il prezzo è altrettanto elevato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno ad acqua

 

5. Zambotto Vernici Impregnante Cerato all’acqua per legno

 

Anche se il costo di questo impregnante per legno ad acqua può sembrare alto, in realtà si può considerare a tutti gli effetti un prodotto a prezzi bassi; il barattolo, infatti, contiene ben 10 litri di vernice con un valore medio di poco più di 9 euro per litro.

A parte la convenienza, quindi, l’impregnante cerato della ditta Zambotto Vernici è caratterizzato da una formula che oltre ai pigmenti e agli ossidi di ferro, che garantiscono uniformità e resistenza alla luce, contiene anche cere che danno un effetto naturale e delle sostanze che agiscono da filtro contro i raggi UV-A e UV-B, inoltre protegge da agenti organici e preserva il legno da muffe, funghi e parassiti.

La pecca di questo prodotto, però, è che per assicurare un risultato ottimale richiede l’applicazione di due o tre mani di finitura cerata all’acqua, prodotta sempre dalla ditta Zambotto.

 

Pro

Conveniente: Il prezzo di un litro di impregnante di qualità media può raggiungere anche i 18 euro circa; questo della Zambotto Vernici, invece, costa poco più di 9 euro a litro, il che lo rende molto conveniente.

Resistente ai raggi UV: L’impregnante cerato Zambotto offre una protezione avanzata contro i raggi ultravioletti, infatti la sua composizione contiene sostanze che agiscono da filtro per i raggi UV-A e UV-B.

Protettivo: Offre protezione sia contro acqua e altri agenti atmosferici sia contro gli agenti organici, quindi preserva da muffe, funghi e parassiti.

 

Contro

Finitura: Questa vernice può essere applicata anche in più mani, ma in ogni caso richiede l’uso di un’altra vernice per la finitura, quindi bisogna acquistare prodotti complementari.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno Baldini

 

6. Baldini Vernici Holz Lack impregnante per legno a cera

 

Anche l’impregnante per legno Baldini è un prodotto la cui formula è a base di cere naturali ma, a differenza dell’impregnante cerato Zambotto, questo richiede dei solventi chimici per la diluizione.

È disponibile in barattoli da 750 ml e in diversi colori, ma quello che abbiamo esaminato è color Noce. La cera assicura una finitura lucida sulle superfici, con una sensazione vellutata al tatto; l’Holz Lack è anche idrorepellente, nutre il legno e con il passare del tempo non sfoglia ma si limita a consumarsi e nel frattempo protegge le superfici dalla pioggia e dall’umidità.

La sua azione protettiva, però, non si estende ai raggi ultravioletti, ragion per cui tende ad avere una durata inferiore rispetto ad altri prodotti se viene applicato su superfici di legno esposto direttamente alla luce solare per gran parte della giornata. Per questa ragione, e per il costo abbastanza elevato, si colloca solo al sesto posto.

 

Pro

Idro-repellente: I composti cerosi nella soluzione dell’impregnante Holz Lack, stendono una patina lucida idrorepellente che preserva il legno dalla pioggia e dall’umidità, nutrendolo al tempo stesso.

Colori: L’Holz Lack è un impregnante base, quindi può essere colorato mediante l’uso del sistema tintometrico Baldini Technicolor, che offre una palette con centinaia di sfumature di colori di ogni tipo.

Versatile: Nonostante sia consigliato soprattutto per gli ambienti esterni, l’Holz è adatto anche per il legno che si trova all’interno, soprattutto per i mobili e gli infissi.

 

Contro

Costoso: Purtroppo anche in questo caso ci troviamo davanti a un prodotto dal costo elevato, ha ottime caratteristiche ma una resa media: da 8 a 14 metri quadrati a litro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno Tixe

 

7. Tixe impregnante a solvente per legno Noce Scuro

 

L’impregnante per legno Tixe è il prodotto più economico che abbiamo esaminato, se non altro come prezzo unitario per un barattolo da 750 ml di capacità. Di conseguenza è consigliato soprattutto a chi non ha grosse esigenze ma ha bisogno di un buon impregnante per un lavoro di piccola entità. La resa indicativa di un singolo barattolo, infatti, varia dai 7 ai 9 metri quadrati di superficie.

I suoi punti di forza sono la resistenza ai raggi UV oltre che alle intemperie, e la protezione del legno contro muffe e funghi, quindi è ideale per l’uso in ambienti esterni, a partire dai mobili da giardino fino alle balconate, porte, finestre, capanni e travi a vista.

La pecca del prodotto, invece, è quella di richiedere sia l’uso di solventi chimici, sia ulteriori prodotti che servono a completare il trattamento del legno, in particolare l’applicazione di una o più mani di flatting.

 

Pro

Qualità: Il Tixe è un prodotto economico ma possiede tutte le qualità di un impregnante dal costo medio: infatti protegge sia da agenti atmosferici e organici, sia dai raggi ultravioletti.

Ravvivante: Una volta secco crea uno strato che lascia respirare i pori del legno, quindi permette alle fibre di ravvivarsi e impedisce a batteri e spore di attecchire e proliferare.

Per esterni: La formula richiede l’uso di solventi per la diluizione, quindi è ideale soprattutto per opere e manufatti in legno situate esternamente, e quindi maggiormente esposte al degrado.

 

Contro

Odore: Viene consigliato anche per uso interno ma l’odore dei solventi e dell’impregnante stesso è forte; inoltre va integrato con una vernice di finitura Tixe, da acquistare a parte.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Impregnante per legno Saratoga

 

8. Saratoga Legno Prof impregnante all’acqua per legno

 

Concludiamo la nostra classifica dei migliori impregnanti per legno del 2022 con il Legno Prof, prodotto dallo storico marchio Saratoga, adatto sia per uso interno sia esterno, inodore e che non richiede l’applicazione di ulteriori prodotti per la finitura.

L’impregnante per legno Saratoga è consigliato per le casette in legno, gli chalet, le terrazze, i pergolati, gli infissi, porte e finestre, sottotetti, scale, rivestimenti e tutti gli elementi in legno fatta eccezione per i pavimenti e i parquet. La sua formula specifica serve a penetrare in profondità le fibre in modo da assicurare una protezione ottimale dagli agenti atmosferici e dai raggi UV, con pigmenti trasparenti che esaltano le venature naturali del legno.

L’unica pecca del Legno Prof, però, è che l’applicazione di più mani sovrapposte tende a scurire ulteriormente la tinta, quindi bisogna tenere conto di questo aspetto nel caso si scelgano tonalità scure come mogano, castagno o noce.

 

Pro

All’acqua: L’impregnante a base acqua è più facile da diluire e da applicare, oltretutto è inodore, quindi lo si può tranquillamente adoperare anche per dipingere il legno negli ambienti interni.

Resa: A differenza di altri prodotti analoghi, questo ha una resa decisamente maggiore: dai 18 ai 20 metri quadrati al litro. Ovviamente è una stima indicativa e dipende dal numero di mani che si intende stendere.

Versatile: Dai mobili interni fino a quelli esterni, l’impregnante Saratoga è adatto qualsiasi elemento in legno, come panchine, gazebo, capanni, steccati, porte e infissi. Ma è sconsigliato per i pavimenti e i parquet.

 

Contro

Colori: L’applicazione di più mani tende a scurire la tonalità di colore originale, quindi meglio regolarsi bene se si usano colori che hanno già toni scuri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori impregnanti per legno

 

Prima di decidere quale impregnante per legno comprare bisogna sapere che tipo di trattamento si intende eseguire e quali sono le condizioni del legno da verniciare.

 

Base solvente e base acqua

In commercio esistono diverse tipologie di questo prodotto, quindi per capire come scegliere un buon impregnante per legno bisogna partire innanzitutto dalla sua caratteristica primaria: la composizione a base solvente oppure a base acqua.

Gli impregnanti a base solvente richiedono appunto l’uso di solventi per essere diluiti, come la ragia per esempio, tendono a offrire una maggiore durata nel tempo ma sono un po’ più difficili da stendere, impiegano più tempo ad asciugare e hanno un odore molto forte, cosa che ne limita notevolmente l’uso negli ambienti interni.

Quelli a base d’acqua, invece, sono caratterizzati soprattutto dalla pressoché totale assenza di odore, soprattutto perché possono essere diluiti facilmente in acqua, e anche se sono adatti anche per l’uso esterno sono apprezzati soprattutto per l’uso negli ambienti interni; i loro ulteriori pregi sono quelli di essere più facili da stendere e di richiedere tempi di asciugatura inferiori rispetto agli impregnanti a base solvente.

 

Le proprietà di protezione

Un altro requisito a cui bisogna fare attenzione, inoltre, sono le caratteristiche protettive dell’impregnante. Questo tipo di vernice si usa appositamente per impermeabilizzare il legno e renderlo resistente all’acqua e all’umidità, ma non solo. Alcuni, infatti, contengono sostanze specifiche che sono in grado di fare da filtro per i raggi ultravioletti, e quindi proteggono il legno anche dal degrado causato dall’esposizione diretta alla luce solare.

Un ulteriore livello di protezione è quello contro gli agenti organici, quindi muffe, funghi, batteri ed eventuali insetti parassiti, come i tarli e le termiti per esempio. Non tutti gli impregnanti in commercio possiedono le stesse caratteristiche protettive: alcuni le hanno tutte mentre altri si limitano a proteggere solo dagli agenti atmosferici e organici, oppure solo da pioggia e umidità. 

Queste differenze incidono sul prezzo ovviamente, ma se avete l’esigenza di verniciare del legno situato in esterni, allora è meglio non badare a spese e acquistare un impregnante che offra una protezione completa, sia contro la luce del sole e le intemperie sia contro muffe, funghi e parassiti.

 

Gli impregnanti per legni pregiati

Nel caso in cui sia necessario trattare mobili, infissi o pavimentazioni in parquet fatte con legni molto pregiati, allora è meglio non badare a spese e rivolgersi ai prodotti specifici. I più apprezzati sono gli impregnanti che nella composizione includono anche cera naturale o sostanze analoghe, e questo ci porta a un ulteriore fattore da prendere in considerazione: l’uso dei prodotti complementari.

Anche se in commercio esistono prodotti che non richiedono finitura, infatti, nella maggior parte dei casi gli impregnanti sono da considerarsi come delle vernici preparatorie, che per assicurare la giusta resa richiedono l’ulteriore applicazione di una o due mani di vernice di finitura. 

Di solito quelli destinati al trattamento dei parquet e dei legni pregiati richiedono l’uso di prodotti complementari specifici per la diluizione e la finitura, ma questo può essere valido anche per i normali impregnanti per legno esterno e interno. Prima di acquistarne uno, quindi, è bene valutare con attenzione tutti questi fattori in modo da individuare il prodotto più adatto per le vostre esigenze.

 

 

 

Come applicare l’impregnante per legno

 

La preparazione del legno

Prima di applicare l’impregnante bisogna ovviamente preparare il legno carteggiandolo adeguatamente. L’operazione va eseguita sempre e comunque, anche se il legno è nuovo; su quest’ultimo, infatti, aiuterà a togliere la patina lucida superficiale lasciata per lo più da sporco grasso, che potrebbe impedire alla vernice di fare presa, e quindi permettere all’impregnante di penetrare a fondo nei pori del legno in modo da saturare bene lo strato superficiale.

Sui legni vecchi la carteggiatura ha comunque lo scopo di favorire la penetrazione dell’impregnante, ma in più è utile per rimuovere tutti i residui di vecchia vernice rimasti ancora sullo strato superficiale.

 

 

La diluizione

Una volta che le superfici di legno sono state carteggiate a dovere, si può procedere con la verniciatura. In genere gli impregnanti possono essere usati anche puri, ma molti preferiscono diluirli in modo da renderli meno densi e facilitare sia l’applicazione sia la penetrazione, nonché per incrementare sensibilmente la resa della vernice. Alcuni prodotti devono essere diluiti per forza invece, come per esempio gli impregnanti specifici per il parquet e per i legni pregiati.

Per la diluizione non esiste uno standard vero e proprio, indicativamente la proporzione può variare dal 10% al 30%, ma ogni vernice ha le sue caratteristiche specifiche e quindi bisogna seguire le indicazioni del produttore relative alla corretta proporzione di diluizione.

La sostanza usata per la diluizione, inoltre, a seconda dei casi può essere un solvente, l’acqua oppure un altro prodotto specifico.

 

Come passare l’impregnante per legno

I diversi metodi

Anche il metodo di applicazione dipende direttamente dal tipo di impregnante utilizzato; infatti alcuni possono essere applicati soltanto a pennello, mentre altri si possono stendere sia col pennello sia con la pistola spray. Gli impregnanti cerosi per legni pregiati, invece, in genere offrono la resa migliore quando vengono applicati con l’ausilio di un panno morbido, perché questo permette di “massaggiare” il legno con le mani durante l’applicazione e quindi di far penetrare meglio l’impregnante in profondità.

Indipendentemente dal metodo utilizzato per l’applicazione e dal tipo di vernice usata, è importante appunto che questa penetri bene nel legno; più a fondo riesce ad arrivare, infatti, e maggiore sarà la protezione e la durata della stessa, e questo è un aspetto importante soprattutto per il legno esposto alle intemperie o soggetto a problemi come muffe e funghi.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve l’impregnante per legno?

L’impregnante è un tipo di vernice usato esclusivamente per il legno, e nella maggior parte dei casi per quello collocato all’esterno dell’abitazione e quindi esposto direttamente alle intemperie e ai raggi solari.

A differenza delle comuni vernici, che si limitano a formare una pellicola coprente superficiale, l’impregnante è in grado di penetrare nelle fibre del legno per quasi due millimetri; questo non soltanto incrementa l’effetto protettivo della vernice e la sua durata nel tempo, ma elimina il fastidioso problema dello spellicolamento.

Quando l’impregnante comincia a invecchiare, infatti, questo si consuma senza sfogliare e rende molto più facili i successivi interventi di manutenzione per la sovrapposizione di ulteriori mani di vernice.

Una cosa molto importante da aggiungere, inoltre, è che l’impregnante raramente è un prodotto singolo, ma fa parte di un ciclo per il trattamento del legno. Fatta eccezione per quelli che lasciano la finitura opaca o lucida senza l’applicazione di ulteriori mani di vernice, la maggior parte degli impregnanti in commercio richiede di solito l’uso di prodotti complementari, sia per la diluizione sia per la finitura.

 

Quando usare l’impregnante per legno?

Come abbiamo accennato anche in precedenza, l’impregnante serve soprattutto a proteggere il legno dal naturale degrado dovuto sia all’azione della pioggia, dell’umidità e della luce solare, sia a cause di origine organica, come la proliferazione di spore, funghi, batteri e altri parassiti che sono nemici naturali del legno.

Di conseguenza bisogna utilizzarlo sul legno nuovo, prima che venga esposto all’esterno, oppure sul legno vecchio quando ormai il vecchio strato di impregnante si è quasi del tutto consumato. In quest’ultimo caso, per capire quando è il momento preciso per usare l’impregnante, basta osservare lo stato del legno; se questo ha perso la sua naturale vitalità diventando opaco, dal colore sbiadito e dalla superficie ruvida al tatto, allora è arrivato il momento di stendere una nuova mano di vernice per rinnovare la protezione.

Per quanto riguarda il legno degli ambienti interni, invece, la manutenzione è meno frequente; inoltre raramente si verifica il fenomeno del colore sbiadito, quindi l’unico sintomo a cui bisogna fare attenzione è l’opacizzazione dello strato superficiale.

Se i mobili, gli infissi o il parquet perdono la loro naturale lucidità su tutta la superficie, allora è il momento per una nuova mano di impregnante, se invece l’opacizzazione non è estesa ma interessa solo poche zone circoscritte, allora il vecchio impregnante non è ancora del tutto consumato e si può attendere ancora prima di intervenire.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

6 COMENTARIOS

domenico

June 3, 2022 at 12:31 pm

devo trattare le persiane in zona marina.quale impregnante è consigliato? Meglio finitura lucida.o satinata o opaca.Grazie

Répondre
Flavio EU

June 3, 2022 at 4:42 pm

Salve Domenico,

per il tuo caso ti suggeriamo il prodotto che abbiamo messo al primo posto della nostra classifica (e che trovi qui: https://www.amazon.it/dp/B00FEK2W0M?tag=espertoutensili-21&linkCode=ogi&th=1&psc=1) che è pensato proprio per il trattamento del legno esposto esternamente in ambienti con particolari condizioni climatiche, come l’alta montagna o il mare.

Saluti
Team EU

Répondre
Carmelo

March 8, 2021 at 2:52 pm

salve, dovrei passare l’impregnante sul perlinato (abete) del tetto che sto costruendo a casa mia. Sopra il perlinato saranno montati dei pannelli isotec e sopra le tegole quindi non è a contatto con agenti esterni. Quale impregnante mi consigliate considerando che la superficie è molto ampia e che dovrà durare per molto tempo.

Répondre
Flavio EU

March 9, 2021 at 7:25 pm

Salve Carmelo,

di solito per il perlinato si usa lo stesso impregnante ceroso adoperato anche per la protezione del legno esterno, quindi uno qualsiasi di questi prodotti può tranquillamente rispondere alle tue esigenze: Tixe, Cera Novecento, Veleca e Ica For You. Il Tixe e il Cera Novecento sono degli impregnanti a base solvente, mentre il Veleca e lo Ica For You sono a base acqua, quindi fanno meno odore e sono più adatti per l’uso interno (soprattutto se devi stendere più mani).

Saluti

Team EU

Répondre
luca

January 1, 2021 at 3:04 pm

Salve avrei bisogno di trattare una casa in legno fatta di tronchi di abete all’esterno, quale è il prodotto più indicato e duraturo nel tempo

Répondre
Flavio EU

January 4, 2021 at 2:30 pm

Salve Luca,

ti suggeriamo la linea di prodotti Legnosan, della VELECA, che sono ottimi per il trattamento del legno esterno e anche interno; infatti proteggono sia dalle intemperie e dall’acqua sia da funghi, muffe e parassiti.

Saluti

Team EU

Répondre