Gli 8 migliori nastri biadesivi del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Nastri biadesivi – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

I nastri biadesivi sono adoperati per una vasta gamma di applicazioni, a partire dagli hobby artistici e creativi fino all’uso professionale in svariati campi, come la fotografia, la falegnameria e l’edilizia. Nella guida all’acquisto andremo ad approfondire ulteriormente l’argomento, in modo da facilitare la scelta di un prodotto che sia adatto alle proprie esigenze specifiche. Nella classifica, invece, sono riportate in dettaglio le caratteristiche degli otto nastri biadesivi attualmente più richiesti sul mercato. I più apprezzati sono soprattutto i nastri biadesivi Extra Forti Euiooctory e inTALYs Genuine, entrambi adatti per applicazioni generiche in ambito domestico e artigianale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori nastri biadesivi – Classifica 2022

 

I primi posti della nostra classifica sono occupati da nastri biadesivi destinati ad applicazioni generiche in ambito domestico e hobbistico, ma sono presenti anche dei nastri specifici destinati all’uso professionale.

 

Nastro biadesivo forte

 

1. Euiooctory 10M Nastro biadesivo Extra Forte lavabile trasparente

 

Il primo posto della nostra classifica è occupato nastro biadesivo forte prodotto per il brand Euiooctory; si tratta di un prodotto generico destinato a uso domestico e artigianale, e secondo i pareri degli acquirenti è uno dei migliori nastri biadesivi del 2021.

Affidandoci alla logica, infatti, non possiamo fare a meno di constatare come i prodotti più venduti online siano quelli destinati alla fascia di utenza domestica e amatoriale, che rappresenta la fetta più ampia di mercato. Tra i diversi nastri biadesivi disponibili a prezzi bassi, quindi, lo Euiooctory risulta essere uno dei migliori. È disponibile in rulli da 6 e 10 metri, è largo due centimetri e ha uno spessore di un millimetro, è realizzato in poliuretano trasparente.

Il suo potere adesivo è particolarmente forte sul vetro, ma può essere applicato con ottimi risultati anche sul legno, sulla muratura, sulla plastica e sul metallo.

 

Pro

Versatile: Può essere applicato a qualsiasi tipo di superficie: legno, plastica, metallo, mattoni, pareti verniciate e muratura, inoltre è particolarmente adatto per le superfici in vetro visto che è completamente trasparente.

Extra Forte: Il potere di adesione del nastro biadesivo Euioocory è elevato, e questo lo rende adatto per una vasta gamma di impieghi. Le sue applicazioni più diffuse, però, sono in ambito domestico e artigianale.

Lavabile: All’occorrenza può essere rimosso e lavato via completamente, senza lasciare tracce, perché è fabbricato con gel di poliuretano e super adesivi decomponibili in acqua.

 

Contro

Limiti d’uso: Non si attacca sulle superfici calcaree, ruvide, polverose e oleose; inoltre è meglio non usarlo in ambienti particolarmente umidi perché l’adesivo è solubile in acqua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo trasparente

 

2. InTALYs Genuine nastro biadesivo extra forte in gel riutilizzabile

 

In comparazione ad altri prodotti simili, il nastro biadesivo trasparente InTALYs ha il pregio di costare meno, però bisogna tenere conto del fatto che il rullo offre soltanto 4 metri di nastro.

Il vantaggio del nastro InTALYs è quello di essere realizzato in gel di poliuretano trasparente, il che lo rende lavabile e riutilizzabile all’occorrenza; per conservare intatte nel tempo queste proprietà, però, bisogna evitare di applicarlo a superfici polverose. In termini di potere adesivo, invece, le prestazioni offerte incrementano notevolmente se viene applicato su superfici lisce e ben pulite.

Ovviamente può essere adoperato su quasi tutti i tipi di materiali: legno, metallo, plastica, vetro, resina, intonaco pitturato, piastrelle e pavimenti; inoltre è ideale per incollare piccoli oggetti in maniera permanente, come per esempio cornici, quadri, orologi e specchi, oppure temporanea, come festoni, palloncini e altre decorazioni. Il nastro è trasparente, largo 25 millimetri e spesso 2 millimetri.

 

Pro

Economico: Rispetto ad altri nastri biadesivi con le stesse caratteristiche, l’InTALYs Genuine è disponibile a un costo decisamente più accessibile, quindi è ottimo per chi non ha grosse esigenze e preferisce risparmiare.

Riutilizzabile: L’ulteriore vantaggio è quello di essere lavabile e riutilizzabile, a patto però che non sia stato prima applicato a superfici polverose oppure alle pareti pitturate; dato l’elevato potere adesivo, infatti, staccandolo viene via anche l’intonaco.

Atossico: La sostanza con cui è fatto, cioè il gel di poliuretano trasparente, è una sostanza naturalmente adesiva che non contiene sostanze tossiche, quindi oltre che facile da applicare è anche sicuro.

 

Contro

Limiti d’uso: Non è adatto per incollare oggetti pesanti, va bene soltanto con oggetti piccoli oppure molto leggeri.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo 3M

 

3. 3M VHB Scotch Brand Tape nastro biadesivo extra forte

 

Se vi state chiedendo dove acquistare un nuovo nastro biadesivo extra forte per uso professionale, allora la scelta non può che ricadere sul VHB prodotto dalla nota multinazionale statunitense 3M per la sua linea Scotch Brand Tape.

Il nastro biadesivo 3M è impermeabile, facile da tagliare e non lascia tracce, infatti è realizzato con una schiuma acrilica resistente all’acqua, ai solventi chimici e alle alte temperature, fino a 208° nel breve termine e fino a 132° nel lungo termine. È progettato per applicazioni di montaggio nell’ambito della meccanica e delle costruzioni, ma può essere tranquillamente adoperato anche per uso domestico e artigianale.

Il suo potere adesivo è elevato; essendo progettato per uso professionale, però, bisogna applicarlo esercitando una forte pressione e per ottenere la massima adesività bisogna attendere almeno 72 ore. La temperatura ideale di posa in opera, inoltre, è compresa tra i 16 e i 40 gradi Celsius.

 

Pro

Professionale: Il nastro biadesivo 3M è studiato apposta per applicazioni in campo professionale, in particolar modo in edilizia e meccanica, quindi va bene anche per eventuali riparazioni dell’automobile.

Extra Forte: Il VHB Scotch Brand Tape è il miglior nastro biadesivo esaminato nella nostra classifica, sia dal punto di vista delle prestazioni e del potere adesivo sia per quanto concerne l’affidabilità e la qualità del marchio 3M.

Resistente: Il nastro 3M è realizzato in schiuma acrilica, è flessibile e ha un’elevata resistenza alle alte temperature e ai solventi chimici, inoltre è completamente impermeabile all’acqua e all’umidità.

 

Contro

Utilizzo: Essendo un prodotto professionale non è facile da usare; bisogna applicarlo seguendo delle precise indicazioni e in un intervallo di temperatura ottimale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo sottile

 

4. Rayher Hobby 30069000 nastro biadesivo 3 mm di larghezza

 

Il prodotto più economico esaminato nella nostra classifica è il nastro biadesivo sottile commercializzato da Rayher Hobby, un negozio online specializzato nella vendita di materiali, utensili e accessori destinati al modellismo, alla bigiotteria e agli hobby creativi.

La caratteristica principale di questo nastro biadesivo consiste nelle dimensioni; la sua larghezza, infatti, è di appena 3 millimetri, mentre il rullo offre ben 20 metri di nastro. Il suo potere adesivo è efficiente soltanto sulla plastica e sulla carta, quindi è adatto soprattutto per applicazioni come lo scrapbooking, i collage cartacei, la creazione di decorazioni di biglietti e cartoncini d’auguri, inviti matrimoniali, per il montaggio di scatole in cartoncino, per incollare carta su vetro, per il modellismo e per il quilling.

Nonostante le buone premesse e il costo relativamente contenuto, però, il potere adesivo del Rayher non è molto forte, e decresce ulteriormente se viene esposto ad alte temperature.

 

Pro

Prezzo: In proporzione alla quantità di nastro, ben 20 metri, il prezzo del Rayher risulta decisamente contenuto e anche vantaggioso, il che lo ha reso molto popolare presso la fascia di utenza più attenta al risparmio.

Dimensioni: La larghezza di soli 3 millimetri è ideale per realizzare lavori di bricolage con carta e cartoncino, per il quilling, per lo scrapbooking e per decorare cartoncini e inviti per feste e matrimoni.

Sicuro: Il nastro biadesivo Rayher non contiene acidi, di conseguenza può essere adoperato anche per l’incollaggio delle fotografie senza correre il rischio che queste ingialliscano nella zona di contatto con l’adesivo.

 

Contro

Potere adesivo: Non è del tutto blando ma non nemmeno molto forte, se esposto ad alte temperature, inoltre, il potere adesivo tende a diminuire ulteriormente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo Tesa

 

5. Tesa Powerbond Ultrastrong nastro adesivo standard per fissaggio

 

Il nastro biadesivo Tesa Powerbond è un altro prodotto dalle molteplici applicazioni, adatto sia per l’uso domestico e artigianale sia per uso professionale.

È disponibile in tre dimensioni diverse: rulli da 19 millimetri di larghezza per 1,5 metri oppure 5 metri di lunghezza, e rulli da 38 millimetri di larghezza per 5 metri di lunghezza; il prodotto che abbiamo esaminato è il rullo da 19 millimetri per 5 metri, ma le sue caratteristiche tecniche sono comuni a tutti e tre i formati indicati.

Il Tesa Powerbond è un nastro biadesivo Ultra Strong, infatti una sezione da 10 centimetri di lunghezza è in grado di reggere fino a 10 chilogrammi di peso senza cedere, quindi un metro di nastro può reggere fino a 100 chili senza alcun problema. È adatto soprattutto per le superfici lisce, come legno trattato, vetro, plastica e metallo, ma va bene anche sull’intonaco, in interni ed esterni.

 

Pro

Potere adesivo: Il nastro biadesivo Tesa Powerbond è in grado di reggere fino a un massimo di 10 chilogrammi con una sezione da soli 10 centimetri di lunghezza, quindi offre una tenuta quasi professionale.

Versatile: La resa migliore la offre sulle superfici lisce, soprattutto se vengono prima pulite e asciugate alla perfezione, ma può essere adoperato anche sul legno non trattato e sull’intonaco.

Applicazioni: Grazie alle sue caratteristiche, il nastro biadesivo Tesa Powerbond è apprezzato tanto in ambito domestico e artigianale quanto in ambito professionale.

 

Contro

Acqua e raggi UV: Anche se è considerato adatto all’uso in esterni, ha una scarsa resistenza all’acqua, all’umidità e ai raggi ultravioletti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo per muro

 

6. 3M VHB 5952F nastro biadesivo per superfici difficili

 

Questa variante del 3M VHB è un nastro adesivo per muro e per le superfici verniciate a polvere e per quelle la cui consistenza rende meno efficace il potere adesivo dei nastri più economici.

Ovviamente rimane intatta la sua compatibilità con le superfici lisce, quindi è adatto anche per il vetro, per i metalli come alluminio, acciaio inossidabile e acciaio zincato, per il legno sigillato, per le superfici in materiale acrilico, per il policarbonato, l’ABS, il PVC duro, le piastrelle e per la maggior parte delle vernici e dei rivestimenti, sia per uso interno sia esterno.

Il nastro biadesivo 3M possiede caratteristiche eccellenti, resiste a una temperatura massima di 149 gradi Celsius, ai solventi chimici, all’acqua e ai raggi ultravioletti; si tratta però di un prodotto costoso, non semplice da usare e destinato principalmente all’uso professionale nelle costruzioni, nei trasporti e in ambito industriale.

 

Pro

Qualità: La multinazionale statunitense 3M è uno dei colossi mondiali nel settore della chimica; si tratta di un marchio che sinonimo di alta qualità e prestazioni professionali, caratteristiche che il nastro VHB possiede entrambe.

Resistente: Il nastro biadesivo 3M VHB resiste praticamente a tutto: acqua, umidità, raggi ultravioletti, alte temperature e persino solventi chimici. Nonostante il costo elevato, infatti, è estremamente richiesto dalla fascia di utenza professionale.

Per superfici difficili: Questa particolare versione del nastro VHB è fatta apposta per offrire il massimo potere adesivo sulle superfici porose e polverose, come gli intonaci, la muratura e i laminati verniciati a polvere.

 

Contro

Prezzo: Trattandosi di un prodotto professionale è caratterizzato da un costo superiore alla media, inoltre va applicato seguendo delle modalità ben precise.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo Millechiodi

 

7. Pattex Millechiodi Tape nastro biadesivo extra forte

 

Il nastro biadesivo Millechiodi appartiene all’omonima serie di prodotti adesivi del noto brand Pattex, di proprietà dell’azienda chimica tedesca Henkel.

È un nastro dal potere adesivo extra-forte destinato prevalentemente all’uso professionale, ma adatto anche in ambito domestico; una sezione da 10 centimetri di lunghezza è in grado di sostenere fino a 8 chilogrammi di peso, resiste all’acqua, all’umidità e alle alte temperature ed è adatto sia per l’uso in interni sia in esterni. Il Pattex va bene soprattutto sulle superfici lisce: vetro, plastica, metalli, piastrelle, pietra e altri materiali duri.

Il prezzo è decisamente vantaggioso ma come altri nastri biadesivi professionali dalle caratteristiche analoghe, anche il Pattex non è semplice da usare. La parte rossa è molto difficile da rimuovere infatti, e per ottenere la massima resa bisogna applicare molta pressione e aspettare 24-36 ore circa per raggiungere il pieno potere di adesione.

 

Pro

Professionale: Questo nastro biadesivo appartiene alla nota serie di prodotti Pattex Millechiodi, destinati principalmente all’uso professionale, sia in ambienti interni sia in esterni.

Tenuta: Una sezione di 10 centimetri di Pattex Millechiodi è in grado di reggere fino a 8 chilogrammi di peso; in commercio esistono nastri biadesivi dalle prestazioni superiori, ovviamente, ma costano anche il doppio rispetto al Pattex.

Versatile: Può essere usato su legno, metallo, vetro, specchi e su diverse varietà di plastica, incluso il polietilene, i poliammidi e il polipropilene; ma è sconsigliato usarlo sulla carta da parati, sul silicone o su plastiche e superfici morbide.

 

Contro

Difficile da usare: Lo strato protettivo rosso è estremamente difficile da rimuovere, inoltre bisogna applicare pressione e tenere conto che il tempo definitivo di presa è di 24-36 ore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Nastro biadesivo universale

 

8. Pattex 715151 biadesivo universale 50 mm x 25 m

 

Concludiamo la nostra classifica dei nastri biadesivi più richiesti online con un altro prodotto Pattex, destinato però a un utilizzo prevalentemente domestico e artigianale.

Si tratta infatti di un rotolo di nastro biadesivo universale da 50 millimetri di larghezza e 25 metri di lunghezza, costituito da un supporto in garza di cotone cosparso di una sostanza adesiva a base di resine e gomme sintetiche, accoppiato a sua volta a carta bisiliconata.

Il pregio principale del Pattex 715151 consiste soprattutto nel prezzo vantaggioso, per il resto viene descritto come un nastro biadesivo extra forte e di lunga durata, ma in realtà queste caratteristiche sussistono solo fin quando viene adoperato per il montaggio di oggetti piccoli e molto leggeri.

Se messo alla prova con oggetti pesanti, invece, non riesce a reggere il confronto con i prodotti professionali, che offrono prestazioni nettamente superiori sotto tutti gli aspetti.

 

Pro

Economico: Il prezzo del nastro biadesivo universale Pattex è molto conveniente, soprattutto in proporzione alla quantità; il rotolo, infatti, offre ben 25 metri di nastro da 50 millimetri di larghezza.

Universale: Come lascia intuire chiaramente la sua denominazione, il Pattex Universale può essere usato su una vasta gamma di materiali, inclusa la moquette; sulle superfici porose e polverose, però, tende ad attaccare di meno.

Dimensioni: La larghezza di 50 millimetri lo rende adatto a incollare anche oggetti ampi, come poster o fotografie; all’occorrenza, però, può essere facilmente tagliato con la forbice in strisce più sottili.

 

Contro

Solo per hobby: Nonostante sia descritto come un nastro biadesivo extra forte, è adatto soltanto per il montaggio di oggetti piccoli e leggeri in ambito domestico e amatoriale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere i migliori nastri biadesivi

 

Fate attenzione prima di decidere quale nastro biadesivo comprare; alcuni prodotti infatti, soprattutto quelli destinati a uso professionale, sono estremamente difficili da usare, mentre quelli più economici hanno una buona resa solo a determinate condizioni.

Cosa si intende per uso domestico

Per capire come scegliere un buon nastro biadesivo non bisogna limitarsi a leggere l’etichetta principale, ma si devono controllare con attenzione le specifiche tecniche del prodotto riportate sul retro della confezione.

Alcuni nastri biadesivi, infatti, vengono descritti come adatti all’uso professionale pur avendo delle limitazioni in termini di resistenza e adesività; questo non significa che i dati riportati siano ingannevoli, ma solo che l’uso professionale è limitato ad applicazioni di piccola entità.

I nastri biadesivi con limitate caratteristiche professionali, infatti, sono destinati in particolar modo all’uso artigianale; la fascia di utenza che ha questo particolare tipo di esigenze ha così l’opportunità di poter utilizzare un prodotto dalle prestazioni superiori alla media standard, rispetto a quelli della fascia più economica, ma disponibile a un prezzo di gran lunga più accessibile rispetto a quello di un prodotto professionale.

Per quanto riguarda la destinazione d’uso, le categorie principali in cui si possono suddividere i nastri biadesivi sono tre: economica, professionale e industriale; per quanto riguarda la tipologia, invece, le categorie sono soltanto due e sono riferite alle caratteristiche del nastro; quest’ultimo può essere universale, cioè adatto a tutti i tipi di superfici e materiali, o quasi, oppure specifico, quindi per plastica, metallo, legno e così via.

 

Le specifiche tecniche

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche dei nastri biadesivi, queste sono riferite principalmente al potere adesivo e alla resistenza.

In ambito domestico e hobbistico il nastro biadesivo viene adoperato per il fissaggio di piccoli oggetti; negli hobby creativi, per esempio, viene usato per i collage cartacei, per la creazione di cartoncini decorati e inviti personalizzati e altre applicazioni simili. Nel fai da te, invece, viene utilizzato per lavori di montaggio, per esempio fissare uno specchio all’anta di un armadio, per attaccare una cassetta portachiavi alla parete e via dicendo. I prodotti destinati a questo tipo di impiego sono caratterizzati da un potere adesivo proporzionato al tipo di applicazione, quindi sono in grado di reggere solo oggetti leggeri, inoltre sono realizzati con sostanze adesive non resistenti all’acqua, all’umidità e ai raggi ultravioletti, per cui sono poco adatti per l’uso in esterni.

In ambito artigianale e professionale, invece, i nastri biadesivi sono adoperati per il montaggio di oggetti pesanti, di conseguenza devono garantire prestazioni migliori sia per quanto riguarda il potere adesivo sia per la resistenza a diversi elementi, come i solventi chimici, i raggi ultravioletti, l’acqua e l’umidità.

I nastri biadesivi riutilizzabili

Questa particolare tipologia di nastro biadesivo è destinata esclusivamente all’uso domestico e hobbistico.

I nastri biadesivi sono realizzati con gel di poliuretano trasparente, un materiale innovativo che è estremamente elastico e possiede un potere adesivo naturale, e sono fatti proprio per poter essere riciclati all’occorrenza. Dopo essere stati usati la prima volta, infatti, questi nastri possono essere successivamente staccati e lavati con cura; una volta asciugati, il gel di cui sono fatti recupera quasi interamente il suo potere adesivo e possono essere applicati nuovamente.

Per essere riutilizzato, però, il nastro biadesivo non deve essere stato attaccato a superfici polverose, come per esempio la muratura o gli intonaci; la polvere è difficile da rimuovere dal gel infatti, e pregiudica notevolmente le sue capacità adesive.

 

 

 

Come togliere il nastro biadesivo dal legno

 

La procedura di rimozione del nastro biadesivo varia a seconda della sua tipologia e del potere adesivo.

I nastri destinati a uso domestico e hobbistico si distinguono infatti per il potere adesivo più blando, mentre quelli per uso professionale sono a tenuta forte o extra forte. Indipendentemente dalla tipologia di nastro, però, è chiaro che per rimuoverlo bisogna innanzitutto esercitare una certa forza, in alcuni casi potrebbe essere richiesto l’uso di uno strumento per fare leva tra gli oggetti incollati.

Agendo in questo modo sulle superfici in legno, quindi, si rischia seriamente di danneggiarle, quindi bisogna evitare di fare leva con oggetti sottili e appuntiti perché potrebbero penetrare nel legno con estrema facilità. Bisogna invece tirare l’oggetto con forza, e se quest’ultimo fa fatica a staccarsi allora bisogna provare a versare dell’acqua calda, oppure dell’alcol, nello spazio tra la superficie in legno e l’oggetto incollato, in modo da provare a sciogliere lentamente la sostanza adesiva del nastro.

Come togliere i residui di nastro biadesivo

Per quanto riguarda la rimozione dei residui di collante invece, oppure di eventuali pezzi di nastro biadesivo rimasti attaccati alle superfici, l’unico metodo “universale” è quello di utilizzare un raschietto oppure una spatola di acciaio sottile.

La sostanza adesiva cambia infatti a seconda della tipologia del nastro adoperato; quelli per uso domestico e hobbistico sono cosparsi di colle semplici da rimuovere, perché nella maggior parte dei casi sono solubili in acqua.

I residui lasciati dai nastri biadesivi professionali, invece, sono di gran lunga più difficili da togliere perché in quel caso i collanti non solo sono resistenti all’acqua, ma anche ai solventi chimici. In questi casi bisogna armarsi di pazienza e di spatola d’acciaio sottile, cercando di rimuovere i residui senza danneggiare le superfici.

 

 

 

Domande frequenti

 

A cosa serve il nastro biadesivo?

I nastri biadesivi vengono solitamente adoperati per il montaggio di oggetti, oppure per il fissaggio a parete senza dover utilizzare chiodi, viti o tasselli.

A seconda della loro tipologia vengono adoperati sia in ambito domestico e amatoriale, soprattutto negli hobby creativi, sia artigianale e professionale, nelle officine meccaniche, in edilizia e in ambito industriale.

In realtà la loro gamma di applicazioni è di gran lunga più ampia e diversificata, infatti in commercio esiste una grande varietà di nastri biadesivi che si differenziano principalmente in base alla loro destinazione d’uso.

Quanto costa il nastro biadesivo?

Il costo di un rotolo di nastro biadesivo varia in base a due parametri specifici: la destinazione d’uso e la tipologia; questo significa che i prodotti più cari non sono necessariamente quelli destinati a uso professionale, infatti alcune varietà di nastro biadesivo per uso hobbistico sono estremamente costose, alla pari di quelle destinate ad applicazioni professionali.

Complessivamente parlando il prezzo può oscillare dai 4-5 euro dei rotoli di nastro destinati a uso domestico, fino ai 3.000 euro e oltre dei rotoli di grandi dimensioni, adoperati per uso industriale; nella fascia di prezzo che va dai 10 ai 100 euro, però, si concentrano la maggior parte dei prodotti destinati a uso domestico, artigianale e professionale.

 

Quanto è efficace il nastro biadesivo?

I nastri biadesivi non sono tutti uguali, di conseguenza il loro potere adesivo varia a seconda della sostanza collante adoperata e della destinazione d’uso. Di solito le confezioni di vendita riportano una dicitura riferita all’efficacia del collante, che può essere Forte, Extra Forte o Ultra Forte. In ogni caso bisogna precisare che questa descrizione non va interpretata in maniera assoluta, ma solo in relazione alla destinazione d’uso del nastro biadesivo.

L’efficacia della tenuta viene quindi valutata in base al tipo di applicazione. La resa migliore, per esempio, è offerta dai prodotti destinati a uso professionale e industriale; in questa categoria si possono infatti trovare nastri che hanno un elevato potere adesivo e che sono in grado di reggere dai 500 ai 1.000 grammi di peso per centimetro quadrato.

Quanti tipi di nastro biadesivo esistono?

I nastri biadesivi si suddividono principalmente in base alla destinazione d’uso perché, a seconda delle applicazioni, cambiano sia le loro caratteristiche sia la loro composizione, le sostanze adesive e i materiali impiegati nella loro fabbricazione, e di conseguenza anche il grado di efficacia e le prestazioni.

I nastri biadesivi utilizzati per incollare le fotografie negli album, per esempio, sono completamente differenti da quelli adoperati per incollare i pannelli isolanti alle pareti. Alcuni nastri sono lavabili e riutilizzabili, mentre altri sono resistenti all’acqua e perfino ai solventi chimici. La diversificazione più ampia, ovviamente, si riscontra nei nastri biadesivi fabbricati per uso professionale e industriale, mentre quelli destinati a uso domestico e artigianale tendono a essere più standardizzati.

 

Come aprire lo scotch biadesivo?

L’uso del nastro biadesivo può essere più o meno semplice a seconda dei casi.

I più facili da usare sono quelli per uso domestico e hobbistico: basta rimuovere un lembo del nastro dal rotolo, applicarlo alla superficie srotolando per la lunghezza desiderata e poi tagliarlo con la forbice. Una volta fatto questo si può rimuovere la pellicola che protegge l’altra faccia adesiva del nastro, sulla quale andrà applicato l’oggetto da incollare esercitando un’adeguata pressione.

I nastri per uso professionale, invece, sono più difficili da usare e richiedono delle procedure specifiche.

 

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS