Le 8 migliori borse porta attrezzi del 2022

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Borse porta attrezzi – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

La borsa porta attrezzi è un accessorio spesso sottovalutato, e se non viene scelto con cura si corre il rischio di rimanere insoddisfatti. Nella nostra guida all’acquisto troverete ulteriori informazioni utili per approfondire l’argomento; nella nostra classifica, invece, abbiamo messo a confronto le otto borse più richieste, tra tutte quelle attualmente in commercio. Le più apprezzate dagli acquirenti sono state soprattutto la Airaj rinforzata, particolarmente adatta per gli elettricisti, e la Stanley, una borsa porta attrezzi generica, ideale anche per l’uso semiprofessionale.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori borse porta attrezzi – Classifica 2022

 

La convenienza tende sempre a vincere, soprattutto se consideriamo che la fetta più ampia di mercato è costituita dai semplici appassionati di fai da te; ma nella classifica troverete anche delle borse porta attrezzi più costose, destinate a uso professionale.

 

 

Borsa porta attrezzi per elettricista

 

1. Airaj rinforzata borsa per attrezzi a bocca larga

 

Al primo posto, nella nostra classifica dei modelli più venduti online, troviamo la borsa porta attrezzi per elettricista Airaj prodotta dalla compagnia cinese Qingdao Yigou Hardware Tools. I materiali e le finiture sono di ottimo livello, visto che è realizzata in fibra di poliestere Oxford ispessita a cinque strati 600D, estremamente resistente e impermeabile, ed è ulteriormente rinforzata alla base con uno strato di plastica ABS resistente alle forature. 

Le sue misure sono di 42 x 25,8 x 13,2 centimetri, quindi offre una media capienza; a parte il vano interno principale dotato di tasche interne, inoltre, sono presenti numerose tasche anche sulla parte esterna. Stando ai pareri dei numerosi acquirenti soddisfatti, la Airaj rinforzata è una delle migliori borse porta attrezzi del 2022, tra quelle disponibili a prezzi bassi; il suo rapporto qualità-prezzo è a dir poco eccellente infatti. L’unica pecca sono le tasche esterne, che risultano poco spaziose.

 

Pro

Qualità: Decisamente superiore alla media standard delle borse porta attrezzi di fascia economica; sotto questo aspetto la Airaj rinforzata ha poco da invidiare ai modelli prodotti dai marchi più blasonati.

Prezzo: Il costo contenuto la rende facilmente accessibile anche per gli appassionati di fai da te; nel prezzo, inoltre, è compreso anche un piccolo astuccio in plastica con scomparti, da usare per le minuterie metalliche.

Ben fatta: A parte il tessuto in poliestere multistrato, estremamente resistente e impermeabile, la borsa è dotata anche di impugnature in gomma e di una cinghia a tracolla con moschettoni in metallo.

 

Contro

Tasche: Sono numerose e presenti sia all’interno sia all’esterno della borsa, ma sono poco spaziose e adatte solo per accogliere gli oggetti più piccoli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi Stanley

 

2. Stanley 1-96-183 borsa potra attrezzi 16”

 

La borsa porta attrezzi Stanley non è molto dissimile da quella esaminata in precedenza, anche per quanto riguarda il prezzo, ma è forte di un marchio sinonimo di qualità nel settore di produzione degli elettroutensili, utensili manuali e relativi accessori.

La variante esaminata è la taglia da 16 pollici, le cui misure sono 44,7 x 27,5 x 23,5 centimetri, e come la Airaj è dotata sia di tasche interne sia esterne; il tessuto è analogo, cioè poliestere multistrato 600 denari, resistente e impermeabile, e il fondo è rinforzato con una base rigida in polipropilene, quindi dalla resistenza ancora maggiore rispetto alla plastica ABS.

Anche nel caso della borsa Stanley, però, la sola critica sollevata riguarda le tasche, che essendo poco spaziose e non elasticizzate risultano essere poco pratiche; ma tutto sommato è un dettaglio che, a fronte del prezzo economico, diventa di poco conto.

 

Pro

Stanley: La qualità dei prodotti della ditta Stanley è ben nota e si estende ovviamente anche agli accessori; questa borsa porta attrezzi, infatti, è resistente e di ottima fattura, adatta sia per il fai da te sia per l’uso professionale.

Vantaggiosa: Il prezzo è a dir poco competitivo, soprattutto se messo in comparazione con quello delle borse porta attrezzi prodotte dalle altre ditte blasonate, e quindi è accessibile anche per i risparmiatori.

Rinforzata: Il fondo in polipropilene incrementa ulteriormente la resistenza e permette di poggiarla a terra senza rischi anche sul bagnato e negli ambienti di lavoro come i cantieri edili.

 

Contro

Tasche: Come nel caso della borsa Airaj anche quelle di Stanley sono poco spaziose e non elasticizzate, quindi alcuni acquirenti le hanno trovate poco pratiche da utilizzare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi per moto

 

3. Iwilcs borsa da sella universale per moto

 

Se vi state chiedendo dove acquistare una bella borsa porta attrezzi per moto che sia funzionale e non particolarmente costosa, allora la Iwilcs potrebbe essere la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Questa borsa è adatta soprattutto per gli appassionati di motociclette infatti, ed è un accessorio estremamente utile; è realizzata in pelle sintetica di colore nero ed è rifinita con borchie fibbie metalliche dalla finitura cromata. Misura 31 centimetri di lunghezza e ha un diametro di 13,5 centimetri, il che la rende adatta sia per custodire le chiavi per stringere i bulloni e altri attrezzi per la manutenzione della moto, sia oggetti di uso comune come lo smartphone.

L’unica limitazione consiste nella compatibilità; la Iwilcs è consigliata soprattutto per le moto custom infatti, visto che viene fissata mediante due cinghie alla staffa che si trova dietro il sellino, che non sempre è presente o possiede dimensioni adatte per il fissaggio.

 

Pro

Economica: Uno dei vantaggi della borsa Iwilcs è rappresentato dal costo, che è decisamente conveniente e facilmente accessibile anche per chi ha un budget di spesa limitato.

Estetica: Le finiture cromate delle borchie e delle fibbie spiccano notevolmente sul colore nero e la rendono estremamente bella, inoltre si accostano perfettamente alle cromature delle motociclette custom.

Versatile: Le dimensioni la rendono adatta sia come custodia per gli attrezzi destinati alla manutenzione della motocicletta sia come borsa per il trasporto di oggetti d’uso comune utili quando si viaggia.

 

Contro

Compatibilità: Non tutte le moto possono montarla, visto che va agganciata alla staffa posteriore del sellino con le apposite cinghie in dotazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi Beta

 

4. Beta C11 cestello portautensili in tessuto tecnico

 

Le caratteristiche offerte dalla C11 la rendono una borsa professionale a tutti gli effetti, del resto è prodotta dalla nota ditta Beta, che è uno dei marchi leader nel settore di produzione dell’utensileria manuale.

La borsa porta attrezzi Beta è realizzata in tessuto tecnico impermeabile ad alta resistenza, è dotata di tasche ed elastici sia all’esterno sia all’interno e la base è in plastica rigida resistente all’acqua; la chiusura superiore, inoltre, è dotata di un doppiofondo che integra delle comode buste portadocumenti. Le sue dimensioni sono di 40 x 24 x 22 centimetri e permette di trasportare utensili di dimensioni grandi e piccole; è dotata anche di cinghia a tracolla regolabile con imbottitura scorrevole per la spalla. Trattandosi di una borsa di marca di alta qualità destinata all’uso professionale, però, è caratterizzata da un prezzo altrettanto elevato, e quindi è consigliata soltanto ai più esigenti.

 

Pro

Alta Qualità: Il marchio italiano Beta non ha certo bisogno di presentazioni; di conseguenza questa borsa è un prodotto di qualità superiore, durevole ed estremamente affidabile.

Ben rifinita: Le cuciture, le chiusure lampo, gli elastici e perfino il doppio fondo con le buste portadocumenti integrate al suo interno; la borsa per attrezzi Beta è ben fatta e di qualità anche nei più piccoli dettagli.

Versatile: Il vano interno è capiente e può essere destinato al trasporto di una gran varietà di utensili e attrezzi, inclusi quelli a motore, quindi è adatta per ogni figura professionale dall’artigianato alla meccanica.

 

Contro

Costosa: Ovviamente il rapporto qualità-prezzo è ben proporzionato, quindi la borsa per attrezzi Beta è accessibile solo ai professionisti e agli hobbisti più esigenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi Plano

 

5. Plano Technics mod. 513000TB borsa porta utensili

 

La borsa porta attrezzi Plano ha il pregio di possedere un livello qualitativo quasi analogo a quello dei modelli di marche più costose e, quindi, di essere adatta anche per l’uso professionale intensivo. Infatti è realizzata in tessuto di poliestere rinforzato per usi speciali ed è dotata di un fondo rigido in polietilene che resiste su qualsiasi appoggio senza danneggiarsi; le finiture sono di ottima qualità, le cuciture sono resistenti e sono presenti anche tasche interne ed esterne. 

Le impugnature sono fornite di una comoda chiusura a strappo e la cinghia a tracolla è fissata mediante moschettoni metallici, per incrementare ulteriormente la resistenza all’usura. L’unica pecca di questa borsa è costituita dalle dimensioni ridotte, che limitano di molto l’attrezzatura trasportabile, ragion per cui è consigliata solo a chi non ha particolari esigenze o agli appassionati di fai da te che possiedono un numero di utensili limitato.

 

Pro

Conveniente: Il prezzo è decisamente vantaggioso se consideriamo che, in termini di qualità dei materiali e caratteristiche di resistenza, non ha nulla da invidiare alle borse porta attrezzi prodotte dalle ditte più blasonate.

Rinforzata: Il tessuto in poliestere con cui è fatta è stato rinforzato per incrementare la resistenza all’usura, inoltre possiede anche il fondo rigido in polietilene ed ottima anche per l’uso intensivo.

Lacci esterni: Questa piccola aggiunta permette di trasportare gli attrezzi più ingombranti senza metterli all’interno, il che è un vantaggio visto che le dimensioni sono abbastanza modeste.

 

Contro

Dimensioni: Come accennato prima le dimensioni sono inferiori rispetto alla media standard tenuta dalle borse analoghe, quindi è più piccola e può contenere meno attrezzi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi Usag

 

6. Usag 007 V borsa professionale porta utensili 00070002

 

La borsa porta attrezzi Usag 007 V è l’accessorio ideale per i professionisti più esigenti, indipendentemente dal loro ramo di specializzazione. Oltre a essere un prodotto di altissima qualità, infatti, è anche estremamente versatile ed è disegnata per trasportare una vasta gamma di attrezzi e utensili; sia all’interno sia all’esterno sono presenti numerose tasche specifiche per cacciaviti e pinze, infatti, ed è presente addirittura una tasca per il trasporto di un seghetto ad arco per metallo. 

È realizzata con materiali estremamente resistenti, ha la base rigida impermeabile e le due spalle laterali sono rigide, in modo da supportare il maniglione di trasporto realizzato in alluminio. La Usag 007 V è la migliore borsa porta attrezzi esaminata nella nostra guida, ma si colloca solo in sesta posizione perché è anche la più costosa, purtroppo, e come tale è un prodotto di nicchia destinato prevalentemente alla fascia di utenza professionale.

 

Pro

Estetica: Non solo è ben fatta, ma è molto curata anche dal punto di vista estetico. Ha un bel colore rosso vivo con finiture in nero e la scritta Usag impressa sulla tasca frontale, sul rivestimento del maniglione, sulla mantella e sull’imbottitura della tracolla.

Rigida e resistente: Il fondo è in plastica resistente all’acqua, i fianchi sono rigidi e fanno da supporto al maniglione in alluminio; i materiali sono di prima scelta è sono caratterizzati da un’altissima resistenza.

Professionale: La borsa porta attrezzi prodotta dalla ditta italiana è stata disegnata apposta per soddisfare le aspettative d’uso dei professionisti più esigenti; è solida, super resistente e anche molto capiente.

 

Contro

Prezzo: Essendo proporzionato alla qualità è altrettanto alto, e quindi è accessibile soltanto per i professionisti e per gli hobbisti più esigenti che badano a spese.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi da cintura

 

7. Usag 007 MV marsupio porta utensili da cintura piccolo

 

Non lasciatevi ingannare dal fatto che si tratta del prodotto più economico tra tutti quelli presi in esame nella nostra classifica, questa borsa porta attrezzi da cintura, infatti, è prodotta dalla ditta Usag e appartiene alla stessa linea di quella esaminata in precedenza. A voler essere precisi il prezzo non è nemmeno così basso poi, considerato che si tratta di un marsupio di piccole dimensioni da agganciare alla cintura mediante una chiusura in velcro; ma essendo un prodotto Usag la qualità è nettamente superiore rispetto a quella dei marsupi economici. 

È realizzata con un tessuto rinforzato che ne incrementa notevolmente la robustezza e la durata nel tempo e ha un design che ruota attorno alle quattro tasche elasticizzate; inoltre è dotata anche di un gancio metallico porta nastro. Le sue caratteristiche la rendono adatta soprattutto per gli elettricisti; le tasche, infatti, sono fatte apposta per accogliere cacciaviti, pinze e forbici.

 

Pro

Qualità: Nonostante sia un marsupio di concezione semplice e di dimensioni ridotte, è comunque un prodotto Usag caratterizzato da un elevato livello qualitativo, realizzato con materiali di prima scelta.

Per elettricisti: Le sue caratteristiche la rendono particolarmente adatta per accogliere gli strumenti di lavoro adoperati più spesso dai tecnici elettricisti: forbici, nastro isolante, pinze spelacavi, cercafase e cacciaviti.

Economica: Nonostante sia un prodotto professionale di alta qualità, la borsa per attrezzi da cintura Usag è disponibile a un prezzo facilmente accessibile anche per la fascia di utenza amatoriale.

 

Contro

Chiusura: Al posto della chiusura a velcro, secondo alcuni,sarebbe stato meglio utilizzare un bottone a pressione, in modo da garantire maggiore sicurezza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Borsa porta attrezzi da cintura doppia

 

8. Ausonia doppia borsa completa di cintura

 

Questa borsa porta attrezzi da cintura doppia è prodotta da Ausonia Tools, una piccola ditta italiana di Maniago che ha da poco festeggiato il centenario della sua fondazione. È realizzata in tessuto di poliestere rinforzato di colore nero e blu ed è costituita da una cintura imbottita di ampiezza regolabile, alla quale sono applicate due borse porta attrezzi e un gancio in metallo per appendere il martello. 

Tutti questi elementi possono scorrere liberamente lungo la cintura; le borse, inoltre, sono dotate di tasche frontali di varie dimensioni, in modo da poter accogliere qualsiasi tipo di utensile. Il materiale è di buona qualità e resistente, è anche molto versatile visto che le sue caratteristiche sono abbastanza generiche; proprio per questa ragione, però, risulta poco pratica per chi ha esigenze più specifiche soprattutto a causa delle tasche un po’ troppo ampie.

 

Pro

Doppia borsa: Si tratta di un modello particolare che è adatto soprattutto a chi lavora nel campo dell’edilizia, in particolar modo per coloro che realizzano pareti e soffitti in cartongesso.

Buona qualità: Il tessuto è resistente e durevole; la cintura, inoltre, è imbottita e può essere regolata in ampiezza in modo da adattarsi alla perfezione al girovita di chi la indossa.

Gancio: Alla cintura è attaccato anche un gancio in metallo per appendere il martello, in modo da incrementare ulteriormente la versatilità d’uso.

 

Contro

Generica: La foggia delle borse è un po’ troppo generica e le tasche hanno aperture troppo ampie, e questo la rende poco adatta per chi ha esigenze di tipo specifico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come scegliere le migliori borse porta attrezzi

 

Per capire come scegliere una buona borsa porta attrezzi bisogna partire dalle proprie esigenze specifiche; sul mercato sono disponibili diverse varianti, infatti, vediamo quindi in cosa differiscono e quali sono le caratteristiche più importanti.

Le diverse tipologie

Le borse porta attrezzi appartengono alla stessa famiglia di accessori che include le cassette, le valigie e i trolley, progettati per custodire e trasportare gli attrezzi da lavoro. La genericità di questo accessorio rende spesso arduo decidere quale borsa per attrezzi comprare; molti trascurano questo aspetto e si limitano a considerare soltanto il lato economico, scegliendo magari il prodotto che sembra più vantaggioso in termini di rapporto qualità-prezzo.

La verità è che le borse porta attrezzi si differenziano non solo per il costo, ma anche per la destinazione d’uso e per le proprietà possedute dai materiali con cui sono fabbricate; esistono, per esempio, quelle specifiche per gli elettricisti, per i meccanici, per gli idraulici, per i carpentieri e così via. Per un profano non è semplice distinguerle, in quanto le differenze sono minime e possono essere notate soltanto dai professionisti che sono abituati a usarle tutti i giorni, di conseguenza il requisito primario a cui badare sono proprio le esigenze specifiche di colui che la utilizzerà.

Dal punto di vista del design non c’è nulla di nuovo, nel senso che le diverse tipologie di borsa porta attrezzi attualmente in commercio non sono diverse da quelle che esistevano in passato; a cambiare sono stati soltanto i materiali di fabbricazione. Al giorno d’oggi, infatti, si usano resine termoplastiche e tessuti tecnici ottenuti da filati sintetici.

La foggia, invece, cambia in funzione della destinazione d’uso; le borse porta attrezzi da cintura, per esempio, sono fatte prevalentemente per i manovali, per i carpentieri e per i falegnami, che adoperandole hanno piena libertà di movimento nel loro ambiente di lavoro tenendo sempre a portata di mano gli attrezzi più importanti. Le borse classiche, invece, sono adoperate soprattutto da elettricisti, meccanici e idraulici.

Le caratteristiche specifiche

Come accennato nel paragrafo precedente, individuare le differenze tra una borsa e l’altra non è così semplice, soprattutto considerando che queste sono rappresentate da aspetti che tendono a passare in secondo piano agli occhi di un profano. Il numero e la collocazione delle tasche, per esempio, le loro dimensioni, il fatto di essere elasticizzate oppure no, sono tutti fattori che possono incidere notevolmente sulla funzionalità, che dipende non tanto dalle caratteristiche oggettive possedute dalla borsa quanto dalle esigenze specifiche di chi deve usarla. Le tasche piccole possono essere inutili per chi ha la necessità di custodire e trasportare attrezzi che hanno un certo ingombro, per esempio, ma sono utilissime per chi ha l’esigenza di conservare un discreto quantitativo di minuterie metalliche o piccoli oggetti in generale.

Se si desidera acquistare una borsa porta attrezzi per fare un regalo, quindi, è meglio cercare di informarsi prima, in modo da capire che tipo di esigenze d’uso ha il destinatario del regalo. La qualità dei materiali di fabbricazione, invece, è un requisito di primaria importanza a prescindere dalla tipologia; se è destinata all’uso intensivo in ambienti di lavoro, è meglio non badare a spese e puntare ai modelli che possono garantire le migliori prestazioni in termini di resistenza e durabilità.

 

 

 

Come valutare la resistenza delle borse porta attrezzi

 

La resistenza strutturale

La caratteristica principale che deve possedere una buona borsa porta attrezzi, indipendentemente dalla sua destinazione d’uso, è la resistenza. Questo accessorio, infatti, è destinato a custodire attrezzi e utensili da lavoro che, nella maggior parte dei casi, sono dotati di estremità appuntite oppure estremamente affilate; inoltre, a differenza delle cassette per attrezzi dove questi ultimi trovano posto nei rispettivi alloggiamenti, nel vano di una borsa gli attrezzi sono liberi di muoversi, quindi durante il trasporto sono più soggetti a essere sballottati.

Le parti acuminate e affilate quindi, a lungo andare e in seguito allo sfregamento, finiscono inesorabilmente per danneggiare le pareti interne della borsa, ragion per cui se questa non è fabbricata con un tessuto resistente finisce col bucarsi molto in fretta.

Il tessuto tecnico

Per evitare le problematiche accennate in precedenza, tutte le borse porta attrezzi sono necessariamente realizzate con il “tessuto tecnico”, ovvero con dei filati sintetici sottoposti a particolari processi di tessitura finalizzato ad assicurare particolari proprietà, come la resistenza strutturale, la traspirazione, l’impermeabilità e via dicendo, a seconda delle funzionalità e degli scopi a cui il filato deve assolvere.

Si usa in diversi ambiti, a partire dall’abbigliamento sportivo sino a quello di lavoro; per quanto riguarda in particolare le borse porta attrezzi, queste riportano spesso la dicitura tessuto tecnico, ma le caratteristiche variano in base al prezzo e alla ditta produttrice. Bisogna quindi fare molta attenzione alla descrizione del tessuto e individuare in particolar modo l’indicazione relativa al denaro, che è l’unità di misura adoperata nell’industria tessile per stabilire la densità lineare, e corrisponde a un grammo di peso per ogni 9 chilometri di filato.

Le indicazioni sui denari sono riportate sotto forma di un numero seguito da una D maiuscola, oppure dalla scritta den; più il numero è alto e tanto più fitta e resistente è la trama del tessuto. Le calze da donna, per esempio, possono avere una trama che va dai 6 ai 150D, mentre le borse porta attrezzi devono possedere una trama di almeno 600D, e in alcuni casi arrivare a 1000D o anche oltre. Un modello realizzato in tessuto tecnico 600 denari offre già un buon livello di resistenza ma sarà, ovviamente, ancora migliore se il tessuto ha una trama 1.000 denari.

Le parti in plastica rigida o alluminio

Un’altra caratteristica che distingue le borse per attrezzi di buona qualità da quelle più scadenti è la presenza di zone rinforzate che incrementano ulteriormente la resistenza e la durabilità dell’accessorio. Uno dei più comuni è il fondo in plastica resistente all’acqua per esempio; anche in questo caso, però, esistono diversi materiali con differenti specifiche. Alcuni sono resistenti solo all’acqua infatti, mentre altri lo sono anche agli oli e agli idrocarburi.

Alcuni modelli, inoltre, adottano ulteriori soluzioni per irrigidire o rinforzare parti specifiche, come i fianchi per esempio, oppure la maniglia di trasporto, che nelle borse per meccanica è spesso costituita da un tubo di alluminio.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quanti tipi di borse porta attrezzi esistono?

In commercio sono disponibili un’ampia gamma di modelli diversi, anche se a prima vista molti possono sembrare simili tra loro. Le differenze più consistenti sono quelle tra le borse porta attrezzi da cintura e quelle classiche; le prime sono destinate soprattutto ai carpentieri, ai falegnami e ai professionisti che lavorano nel campo dell’edilizia e delle costruzioni.

Queste possono essere di varie dimensioni, a seconda delle esigenze specifiche, oppure singole o doppie; altre ancora sono dotate persino di bretelle, in modo da incrementare ulteriormente la vestibilità e il comfort di utilizzo, soprattutto per coloro che devono lavorare in altezza.

Le borse di tipo classico tendono a essere più generiche, invece, e questo le rende molto diffuse anche in ambito domestico e hobbistico; in ambito professionale, invece, sono adoperate soprattutto da elettricisti, idraulici e meccanici. Anche nel caso delle borse generiche è disponibile un’ampia scelta per quanto riguarda le misure e gli altri requisiti tipici, come la presenza di tasche esterne e interne che si adattano in modo particolare a determinati attrezzi, la presenza di rinforzi, ganci di supporto, cinghie a tracolla e via dicendo.

Quanto costa una borsa porta attrezzi?

Il prezzo di una borsa porta attrezzi può variare da un minimo di 15 euro fino ad arrivare a 400 euro e oltre, a seconda del tipo e della ditta produttrice. Nella fascia dei modelli più economici si possono trovare sia quelle di qualità inferiore, destinate prevalentemente all’uso domestico e hobbistico, sia le piccole borse e astucci da cintura di qualità superiore prodotte dalle ditte più blasonate, come Usag o Beta per esempio.

Nella fascia di prezzo che va dai 30 ai 90 euro sono concentrati la maggior parte dei modelli adoperati sia in ambito domestico sia hobbistico e artigianale; dai 70 euro in su è possibile trovare anche modelli di qualità professionale, ovviamente, anche se di tipo generico. Tutte le borse a partire dai 100 euro in su, invece, fatte le debite eccezioni, tendono ad avere caratteristiche prettamente professionali; il loro prezzo può raggiungere e superare i 400 euro a seconda della ditta produttrice, delle dimensioni e della tipologia.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS