Le 8 Migliori Seghe da Banco del 2022

Ultimo aggiornamento: 30.11.22

 

Seghe da Banco – Opinioni, Analisi e Guida all’acquisto

 

Avete intenzione di acquistare una sega da banco ma siete indecisi sul modello da prendere? Niente paura, nel nostro articolo abbiamo recensito le migliori seghe da banco per uso hobbistico attualmente disponibili in commercio. Gli acquirenti hanno apprezzato in particolar modo la Makita LS1018L, un modello radiale di alta qualità dalle prestazioni superiori alla media, e la Bosch AdvancedTableCut 52, il nuovissimo modello prodotto per la linea Home and Garden.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 Migliori Seghe da Banco – Classifica 2022

 

 

Sega da banco Makita

 

1. Makita LS1018L Sega da Banco con Laser

 

Secondo i pareri dei numerosi acquirenti soddisfatti, la Makita LS1018L è una delle migliori seghe da banco del 2022, e infatti è uno dei modelli più venduti tra tutti quelli attualmente in commercio.

La sega da banco Makita è stata apprezzata soprattutto per l’alta qualità dei materiali di fabbricazione e dell’assemblaggio, infatti il piano di taglio è perfettamente in squadra e perfino la lama è già impostata di fabbrica su un’angolazione di 90°, in modo da poterla usare subito. 

È azionata da un motore da 1.430 Watt di potenza con sistema Soft Start per l’avvio graduale sicuro, il quale genera una velocità massima di 4.300 giri al minuto; è compatibile con lame da 260 millimetri di diametro e foro centrale da 30 millimetri, ed è dotata di guide laser che la rendono estremamente precisa nel taglio. La Makita LS1018L è un elettroutensile di qualità eccellente, del tutto esente da difetti.

 

Pro

Qualità Makita: La ditta giapponese è una delle più apprezzate nel settore di produzione degli elettroutensili. La LS1018L, come gli altri suoi prodotti, si distingue per un’elevata qualità e per le eccellenti prestazioni offerte.

Precisione: In comparazione agli altri modelli esaminati nella nostra guida, la sega da banco Makita è quella che offre il livello di precisione più alto, sia per quanto riguarda il taglio sia per quanto concerne l’assemblaggio stesso della macchina e della lama.

Versatile: Le sue caratteristiche la rendono adatta tanto per l’impiego hobbistico e saltuario quanto professionale, in carpenteria e falegnameria soprattutto.

 

Contro

Nessuno: Non un solo acquirente ha segnalato problemi o difetti di sorta, anzi, tutti ne elogiano le ottime caratteristiche e il buon prezzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sega da banco Bosch

 

2. Bosch Home and Garden AdvancedTableCut 52 t

 

Di recente la ditta tedesca Bosch sta rinnovando completamente i suoi prodotti; nella linea Home and Garden e in quella Professional, quindi, sono disponibili degli elettroutensili del tutto nuovi, sia per quanto riguarda la progettazione e il design sia per il livello di prestazioni offerte.

La sega da banco AdvancedTableCut 52 appartiene giusto alla linea Home and Garden, quindi si tratta di un modello progettato esclusivamente per l’uso amatoriale non intensivo; la caratteristica primaria di questo elettroutensile consiste soprattutto nelle lame basate sulla tecnologia NanoBlade, che invece di essere circolari sono simili a quelle di un motosega.

Questo design è dovuto a un’altra caratteristica peculiare dell’attrezzo, e cioè l’aggiunta di un ulteriore sistema taglio oltre a quello tradizionale: il Pull, grazie al quale è possibile eseguire tagli senza dover avvicinare le mani alla lama; di conseguenza l’attrezzo risulta particolarmente adatto per i principianti, che potranno adoperarlo in tutta sicurezza.

 

Pro

Compatta: Le misure sono 637 x 435 x 246 millimetri e il peso complessivo è di 8,5 chilogrammi; l’ingombro è minimo e la maniglia laterale la rende estremamente semplice da trasportare o spostare.

Taglio Pull: Grazie a questo sistema è possibile immobilizzare i pezzi di legno sul pianetto di lavoro e, mediante una leva, movimentare direttamente la lama per tagliarli in modo sicuro, senza rischi per le mani.

Facile da gestire: Si tratta di un elettroutensile maintenance-free, quindi non richiede oliatura, affilatura o tensionamento delle lame.

 

Contro

Amatoriale: Il limite massimo di taglio, per lo spessore, è di 52 millimetri, anche cambiando lama non si può arrivare oltre i 65 millimetri di spessore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sega da banco Einhell

 

3. Einhell TC-TS 2025 U Sega Circolare con Banchetto

 

Se invece state cercando dove acquistare una sega da banco particolarmente economica, allora la TC-TS 2025/1 U prodotta dal noto marchio tedesco Einhell, uno dei marchi leader nel settore di produzione di elettroutensili a basso costo, potrebbe essere proprio quello che fa al caso vostro.

La caratteristica principale della sega da banco Einhell, infatti, è quella di essere il più economico tra tutti i modelli esaminati nella nostra guida; ha un motore da 1.800 Watt di potenza, con picco da 2.000 Watt, ed è dotata di due elementi che ampliano la larghezza del piano di lavoro. 

Come gli altri modelli è predisposta per l’attacco a un sistema di aspirazione delle polveri ed è dotata anche di un comodo supporto da pavimento, nel caso non si disponesse di un banco da lavoro. Però è una sega da banco a basso costo, quindi la qualità e le prestazioni sono di livello modesto.

 

Pro

Economica: Difficilmente troverete una sega da banco a un prezzo più basso della Einhell, quindi è l’ideale per coloro che hanno un budget di spesa molto limitato e non pretendono prestazioni superiori.

Supporto: Il supporto pieghevole da pavimento è molto pratico e permette di posizionare l’elettroutensile facilmente, anche in assenza di un banco da lavoro, e consente di spostarla facilmente all’occorrenza.

Estensioni: I due elementi aggiuntivi possono essere posizionati ai lati del piano di lavoro, aumentando così la sua estensione e facilitando il taglio dei pezzi di grandi dimensioni.

 

Contro

Basso livello: Sia il livello di precisione, sia l’assemblaggio e i materiali di fabbricazione, non incantano. È una sega da banco economica consigliata esclusivamente ai principianti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sega da banco DeWalt

 

4. DeWalt DWE7485-QS sega a banco con lama da 210 millimetri

 

La sega a banco DWE7485 è un piccolo gioiello di tecnologia prodotto dalla ditta statunitense DeWalt; il modello esaminato, inoltre, è il Type 3, quindi si tratta della versione più recente.

La macchina arriva già dotata di una lama a 24 denti da 210 millimetri di diametro e un millimetro di spessore, della guida goniometrica, dell’attrezzo spingitore e della cuffia di protezione superiore per la lama. È azionata da un motore da 1.850 Watt di potenza e dispone di un piano di lavoro da 60 centimetri di larghezza, ma la battuta laterale può estesa fino a raggiungere una distanza massima di 62,2 centimetri dalla lama.

I materiali di fabbricazione sono di alta qualità e la macchina è estremamente solida, la costruzione è impeccabile inoltre, e la macchina è perfetta sotto tutti gli aspetti. L’unico neo è un leggerissimo gioco della guida goniometrica all’interno della scanalatura di alloggiamento, trascurabile nell’ambito della carpenteria.

 

Pro

Prestazioni: La DWE7485 è una sega a banco professionale sotto tutti gli aspetti, e quindi è ideale per l’uso intensivo in falegnameria e carpenteria; inoltre è adatta anche per l’uso in esterna, direttamente in sito e sui cantieri.

Potente: Il motore da 1.850 Watt permette di eseguire tagli in modo veloce ed efficiente, inoltre è anche sicuro perché dotato di freno per la lama e pulsante di stop di sicurezza.

Guida laterale: La precisione del parallelismo è uno degli aspetti che gli acquirenti hanno apprezzato di più; la guida laterale, anche alla sua massima estensione, è stabile e perfettamente allineata alla lama.

 

Contro

Guida goniometrica: Quella in dotazione alla macchina fa gioco nella scanalatura di alloggiamento; ma può essere sostituita con una guida Incra, compatibile e più precisa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sega da banco professionale

 

5. Bosch Professional 0601B30400 Sega a banco

 

Anche la GTS 10 XC è una sega da banco professionale, infatti il colore blu della scocca la identifica subito come utensile appartenente alla linea specifica Bosch Professional; a parte ciò è anche la più potente tra tutti i modelli che abbiamo preso in esame nella guida, con un assorbimento massimo di ben 2.100 Watt.

È una sega da banco adatta soprattutto per le officine e i laboratori di carpenteria e falegnameria, infatti oltre a essere potente è dotata di numerosi sistemi atti a incrementare sia le prestazioni e la precisione di taglio sia la sicurezza dell’operatore. 

Il sistema di regolazione elettronica della velocità, inoltre, permette di mantenere la velocità sempre costante durante il lavoro, a prescindere dal numero di giri al minuto selezionati.

Nonostante le ottime premesse, però, la GTS 10 XC è penalizzata dal carrello e dal sistema di guide, che fanno gioco e incidono negativamente sulla precisione.

 

Pro

Potente: I suoi 2.100 Watt la rendono potente ed estremamente versatile, capace di tagliare non soltanto il legno massello ma anche i materiali compositi a base di legno, pannelli multistrato e laminati.

Constant Speed: Il sistema di regolazione elettronica della velocità, oltre a selezionare in modo preciso i parametri, permette anche di mantenere un numero di giri costante durante il taglio, senza rallentamenti nella corsa della lama.

Sicura: L’Intelligent Brake System è un ulteriore sistema che aumenta il livello di sicurezza per l’operatore, dal momento che funziona anche in assenza di alimentazione e permette di bloccare rapidamente la lama.

 

Contro

Guide e carrello: Sia il carrello sia il sistema di guide scorrono su binari invece che cuscinetti a sfere, di conseguenza fanno gioco e incidono negativamente sulla precisione dell’apparecchio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini sega da banco

 

6. Mini sega da banco 96W

 

Quella che recensiamo in queste righe è una mini sega da banco destinata esclusivamente all’uso hobbistico. Oltre al prezzo, facilmente accessibile anche per i risparmiatori più attenti, è caratterizzata da un motore silenzioso ma efficiente, che può essere regolato su sette diverse velocità. 

È venduta con in confezione quattro lame pensate per soddisfare le più diffuse esigenze di taglio, la cui altezza può essere regolata tra 0-19/32″ e con una profondità di taglio di 0-1/2”. È ideale per i tagli di precisione su pezzi di piccole dimensioni e può essere utilizzata per operare su legno, plastica, acrilico, alluminio, ferro e acciaio.

Dotata di un deflettore di sicurezza trasparente, la mini sega da tavolo è in grado di eseguire taglii ad angolo retto o smussato di 45 gradi.  

L’unica pecca è rappresentata dalle lame in dotazione, che avendo un numero limitato di denti sono poco adatte per eseguire tagli di precisione; ma il problema può essere facilmente risolto sostituendole con altre più adatte alle proprie esigenze.

 

Pro

Economica: Il prezzo è conveniente e questo la rende accessibile anche a coloro che hanno un budget di spesa molto limitato.

Compatta e silenziosa: Le dimensioni mini permettono di posizionarla praticamente ovunque, anche su una piccola scrivania; il motore, inoltre, è estremamente silenzioso, quindi può essere usata anche in casa senza problemi.

Versatile: A seconda del tipo di lama montata è in grado di tagliare legno, plastica, alluminio, ecc.

 

Contro

Lame: Quelle in dotazione sono quattro ma hanno pochi denti e non sono adatte per i tagli di alta precisione, quindi vanno sostituite.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sega da banco Femi

 

7. Fox Femi F36-528 Banco Sega HP 2,0 M 

 

La sega da banco Femi F36-528, invece, è montata direttamente su un supporto da pavimento dotato di due ruote e due impugnature, in modo da sollevarla e spostarla agevolmente per poterla usare sia nei piccoli laboratori e nelle officine sia nei cantieri.

Ha una potenza di 2,5 HP, equivalenti a circa 1.860 Watt, e monta una lama Widia da 315 millimetri di diametro. La lama può essere regolata in altezza, fino a un massimo di 83 millimetri, e può essere inclinata fino a 45°; il piano da lavoro è fisso invece, misura circa 83 x 59 centimetri ed è dotato di una ulteriore prolunga da 80 x 40 centimetri.

Secondo gli acquirenti si tratta di un sega da banco valida e funzionale, ma considerato il prezzo è un po’ troppo spartana; infatti non sono presenti sistemi di sicurezza né l’avvio graduale, tipico invece delle seghe da banco di fascia medio-alta.

 

Pro

Affidabile: Gli acquirenti ne hanno potuto testare le capacità e sono rimasti soddisfatti dal livello di prestazioni, la ritengono affidabile e adatta anche per l’impiego sui cantieri, grazie alle buone doti di mobilità.

Già assemblata: La sega da banco Fox Femi viene fornita già assemblata, quindi non ci sarà bisogno di perdere tempo per il montaggio e per assicurarsi che le gambe di supporto siano perfettamente a squadra.

Lama Widia: La lama in dotazione è del tipo Widia, cioè interamente realizzata con una matrice metallica di cobalto contenente particelle dure di carburo di tungsteno. Quindi può tagliare perfino l’acciaio e i legni più duri.

 

Contro

Spartana: Nonostante le buone caratteristiche è un modello decisamente spartano, privo di particolari sistemi atti a incrementare le prestazioni o salvaguardare l’operatore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sega da banco Ryobi

 

8. Ryobi RTS1800ES-G Banco Sega

 

L’ultimo modello esaminato è l’RTS1800ES-G, prodotto dalla ditta giapponese Ryobi, economico e adatto prevalentemente per un impiego hobbistico e non intensivo. La sega da banco Ryobi appartiene alla stessa fascia di prezzo delle seghe da banco Bosch Hobby e Einhell esaminate in precedenza, ma a differenza di queste ultime ha il pregio di offrire una precisione di taglio che, anche se non raggiunge l’eccellenza, è comunque superiore. 

Ha una potenza di 1.800 Watt e monta lame del diametro di 254 millimetri, con foro centrale da 30 millimetri, ed è ideale per coloro che non hanno particolari esigenze. I tagli quindi risultano precisi e anche molto puliti, e la potenza è adeguata a tagliare anche i legni più duri. 

Le note dolenti invece, secondo alcuni acquirenti, sono il banco prolunga che risulta di un millimetro più basso rispetto al banco da lavoro primario e la rumorosità emessa.

 

Pro

Precisione: Considerato che si tratta di una sega da banco di fascia economica, è decisamente più precisa nel taglio rispetto agli altri modelli di pari fascia esaminati nella nostra guida.

Efficiente e potente: I suoi 1.800 Watt di potenza le permettono di tagliare senza problemi anche i legni più duri, in modo netto e pulito; anche il sistema di aspirazione delle polveri è efficiente.

Soft Start: Il sistema di avvio graduale è estremamente funzionale e il motore, una volta azionato, non rallenta la velocità selezionata nemmeno spingendo i pezzi con molta forza.

 

Contro

Rumorosa: Rispetto agli altri modelli economici, la sega da banco Ryobi sembra essere più rumorosa, inoltre la prolunga del banco da lavoro non è perfettamente in piano con lo stesso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere le migliori seghe da banco?

 

I presupposti di maggior rilevanza

Decidere quale sega da banco comprare non è semplice come sembra, anche se i modelli disponibili sul mercato sembrano possedere quasi tutti più o meno le stesse prestazioni, in realtà tendono a differenziarsi soprattutto per quanto riguarda il livello di precisione nel taglio, la qualità dei materiali di fabbricazione e quella dell’assemblaggio. 

 

 

Per capire come scegliere una buona sega da banco, quindi, è importante stabilire il tipo di applicazioni per cui si intende usarla e il volume di lavoro che l’attrezzo dovrà affrontare.

Per quanto riguarda le applicazioni, la sega da banco è solitamente usata per eseguire tagli rettilinei in lunghezza di legno e derivati, ma alcuni modelli sono in grado di tagliare anche materie plastiche e metalli.

Di conseguenza è usata soprattutto per i lavori di falegnameria e carpenteria, ma ne esistono delle versioni di dimensioni ridotte che sono progettate apposta per i lavori di precisione.

Ricapitolando, quindi, le discriminanti di scelta principali sono rappresentate dalle dimensioni dell’apparecchio, dal suo livello qualitativo e dal tipo di prestazioni offerte. In base a questi parametri i prezzi delle seghe da banco attualmente in commercio possono variare dai 100 euro circa dei modelli più economici, destinati agli hobbisti, fino ai 1.000 euro e oltre dei modelli progettati per soddisfare esigenze di tipo professionale.

 

Le seghe da banco per hobbisti

Nella fascia più economica di mercato, e cioè quella che va dai 100 ai 450 euro circa, rientrano principalmente le seghe da banco destinate all’uso hobbistico non intensivo.

In questa fascia sono molto diffusi i modelli realizzati dalle ditte più famose del settore, come le tedesche Einhell e Bosch e la giapponese Ryobi, tanto per fare un esempio, questo tipo di elettroutensili stazionari sono infatti caratterizzati da un prezzo contenuto e relativamente accessibile.

L’ulteriore pregio delle seghe da banco economiche, anche se non proprio comune a tutti i modelli, è una discreta qualità strutturale, mentre le carenze sono date da un assemblaggio che spesso e volentieri risulta grossolano, soprattutto per quanto riguarda determinati elementi in particolare, come le guide di taglio e le prolunghe per il piano di lavoro. 

I classici “difetti” presentati da questo tipo di seghe da banco, di conseguenza, sono soprattutto la scarsa precisione, dovuta al leggero gioco delle guide, e le vibrazioni generate dalla struttura come conseguenza dell’assemblaggio meno curato.

Nonostante queste piccole limitazioni, le seghe da banco hobbistiche sono ideali per coloro che non hanno grosse esigenze e ne fanno un uso saltuario e non intensivo, per il bricolage e per occasionali lavori di manutenzione domestica. Sempre nella stessa categoria, inoltre, rientrano anche le mini seghe da banco, dei modelli speciali destinati prevalentemente al modellismo e ai lavori di precisione su piccoli pezzi. 

Nonostante rientrino nella fascia di prezzo economica, però, le mini seghe da banco si distinguono per un livello di precisione nel taglio di gran lunga più elevato rispetto ai modelli hobbistici standard.

 

 

Le seghe da banco con prestazioni professionali

Nella fascia di prezzo che va dai 450 euro fino ai 1.000 euro e oltre, invece, si concentrano i modelli che offrono le caratteristiche migliori, sia per quanto riguarda il tipo di assemblaggio e il livello di precisione nel taglio, sia per la versatilità d’uso e per il tipo di materiali su cui è possibile lavorare.

Le seghe da banco che rientrano in questa fascia, infatti, sono assemblate con cura e i pezzi non fanno gioco, soprattutto le guide di taglio, i motori sono più potenti e prestanti e anche le funzionalità di taglio sono superiore. Inoltre differiscono anche per l’eventuale presenza di ulteriori sistemi integrati, come le guide laser, l’avvio graduale e i sistemi di protezione, che spesso e volentieri sono assenti nei modelli più economici.

A fronte di un prezzo più elevato, questo tipo di seghe da banco offrono delle prestazioni di tipo professionale; di conseguenza, quindi, sono destinate a una fascia di utenza che è composta tanto dagli hobbisti più esperti ed esigenti quanto dagli artigiani e dai professionisti che la usano prevalentemente per il loro lavoro.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è una sega da banco?

La sega da banco non è altro che la versione stazionaria della sega circolare, ed è uno strumento usato per il taglio di diversi materiali, a cominciare dal legno e dai suoi derivati.

Cambiando il tipo di lama, infatti, oppure a seconda del tipo di sega e della sua potenza, è possibile tagliare anche materie plastiche, metalli e altri materiali compositi di diversa origine.

La sua invenzione risale al 1775, a opera del falegname Walter Taylor, ed è stata progettata appositamente per eseguire tagli esclusivamente rettilinei, e a differenza delle seghe circolari che vengono azionate manualmente, nelle seghe da banco è il pezzo da tagliare a essere spinto contro la lama che si trova in posizione fissa.

Lo spessore di taglio può variare in base al tipo di macchina, ma di solito raramente supera gli 8 o 10 centimetri al massimo, ragion per cui è adatta prevalentemente per il taglio di laminati, profilati, pannelli e pezzi dallo spessore ridotto.

 

A cosa serve una sega da banco?

Come già accennato nella risposta precedente, la sega da banco può eseguire soltanto tagli rettilinei su legno e materiali di altro tipo. Le sue applicazioni quindi rientrano soprattutto nell’ambito della falegnameria, della carpenteria e delle costruzioni. Sono ideali per tagliare pezzi dallo spessore ridotto ma dalla lunghezza elevata; a seconda delle dimensioni dello strumento, però, possono servire anche in altri settori.

Nella meccanica di precisione e nel modellismo, per esempio, sono molto diffuse le mini seghe da banco; sono in tutto e per tutto identiche alle normali seghe da banco fatta eccezione per le dimensioni e per la velocità generata dal loro motore, che è di gran lunga superiore. 

Le mini seghe da banco possono tagliare senza problemi legno, plastica e metallo per la creazione di pezzi di piccole dimensioni, quindi sono usate da orologiai, odontotecnici e altre figure professionali specializzate nella costruzione o riparazione di piccoli oggetti meccanici ed elettronici. Sono inoltre largamente usate anche in ambito hobbistico, per la fabbricazione di piccoli manufatti e per il modellismo, soprattutto quello navale.

In ambito industriale, invece, vengono impiegate seghe da banco adeguate per il taglio di pezzi di notevoli dimensioni, mentre i modelli standard sono ampiamente diffusi sia per applicazioni hobbistiche come il fai da te e il bricolage, sia per impiego artigianale e professionale.

 

 

 

Come utilizzare una sega da banco

 

Come costruire una sega circolare da banco

Se avete una piccola officina attrezzata e potete contare su una buona riserva di materiali di recupero, a seconda delle circostanze potrebbe essere più o meno vantaggioso cercare di riciclarli per la creazione di una sega da banco. La procedura più semplice, tra le diverse opzioni possibili, consiste nell’adattare una normale sega circolare a una struttura fissa.

 

 

Per quest’ultima è possibile usare dei profilati in acciaio per la struttura di supporto di base, ma in questo caso dovrete mettere in conto l’uso di una saldatrice, mentre se avete la possibilità di recuperare una cassa industriale potrete fare a meno di usare altre attrezzature.

Usando la cassa industriale come basamento, quindi, basterà procurarsi un solido tavolo di legno in grado di coprire almeno tre lati della cassa. A questo punto basterà prendere le misure del caso e praticare un foro sulla tavola usando la sega circolare stessa, dopodiché sagomarlo in modo da permettere alla lama di sporgere dalla sua superficie e di poterla inclinare di 45 gradi, in modo da eseguire sia tagli perpendicolari sia angolati.

Una volta praticato il foro basterà fissare la sega circolare imbullonando la piastra al tavolo, rovesciare quest’ultimo e poggiarlo sulla cassa, facendo attenzione a lasciare scoperto per 15-20 centimetri uno dei lati. Così lascerete spazio a sufficienza per il passaggio del cavo di alimentazione, inoltre potrete utilizzare lo spazio morto nella cassa come ricettacolo per lo smaltimento rapido dei residui di taglio.

 

 

Per creare la guida di taglio, invece, basterà sovrapporre al tavolo ulteriori pezzi di legno tagliati e sagomati in modo da combaciare con le misure del caso, la guida dovrà essere larga circa 20 centimetri ma più lunga rispetto al tavolo, in modo da poter aggiungere i pezzi necessari a tenerla in posizione e, al tempo stesso, lasciarla libera di scorrere in modo da adattarsi alle dimensioni del pezzo da tagliare. 

Un’abbondante spruzzata di spray siliconico sulla superficie superiore del tavolo e su quella inferiore della guida, prima di fissarla, aiuterà quest’ultima a scorrere con maggiore fluidità ed efficacia.

 

 

La sega circolare: caratteristiche e applicazioni

 

Osserviamo da vicino una delle tipologie di sega più versatile, dai grandi esemplari del settore industriale fino a quelli micro destinati ai lavori di precisione.

 

La sega circolare viene definita in tal modo proprio perché utilizza lame di forma discoidale, il cui diametro può variare in base allo standard posseduto dal modello e alle sue dimensioni; il primo esemplare di sega circolare fu inventato nel 1775, dal falegname e ingegnere inglese Walter Taylor.

In giovane età Walter Taylor, prestando servizio nella marina reale inglese, rimase incuriosito dai blocchi di sartiame adoperati sulle navi i quali, essendo fatti a mano e quindi non squadrati con precisione, erano causa di problemi ed esponevano i marinai a seri rischi. Grazie all’invenzione della sega circolare, Taylor fu in grado di produrre blocchi di sartiame precisamente squadrati, incrementandone notevolmente la qualità e soprattutto la sicurezza, cosa che gli valse un contratto di fornitura con la Royal Navy.

 

L’evoluzione della sega 

Col passare degli anni e grazie al progresso tecnologico, le seghe circolari si sono evolute su tre diversi percorsi che hanno originato altrettante versioni della stessa, che oltre al legno sono in grado di tagliare anche la plastica e i metalli. I tre diversi tipi attualmente in uso, quindi, sono la sega circolare portatile, la sega da banco e la troncatrice radiale.

I modelli portatili si distinguono per le dimensioni compatte e il peso contenuto, in modo da essere leggeri e maneggevoli in quanto devono essere impugnati e fatti scorrere a mano libera lungo la linea di taglio del pezzo; quest’ultimo è collocato su un piano di lavoro e assicurato alle guide, in modo da rimanere immobile e consentire un taglio preciso.

 

 

Le seghe da banco, invece, sono delle macchine stazionarie dove è la lama circolare a essere collocata in posizione fissa, di solito negli immediati pressi del motore, ed è possibile muoverla soltanto per regolare l’angolo di inclinazione; mentre è il pezzo da tagliare che viene fatto scorrere lungo il suo bordo dentato grazie all’ausilio di un carrello, oppure semplicemente spingendolo a mano lungo la lama dopo averlo assicurato alle guide di taglio.

Anche le troncatrici radiali sono macchine stazionarie, a differenza delle seghe da banco però, l gruppo lama-motore è collocato su un braccio snodato posto superiormente rispetto al piano da lavoro; il pezzo da tagliare torna quindi a essere posizionato sul piano di lavoro, assicurato alle guide in modo da rimanere immobile, mentre il taglio avviene calando la lama direttamente sul pezzo e facendola scorrere sugli appositi binari.

 

Differenze tecniche

La caratteristica tecnica principale che distingue le seghe circolari è la lama, come accennato in precedenza, il cui diametro può variare dai 140 ai 315 millimetri circa a seconda del tipo; va da sé che i modelli con la lama più grande sono progettati prevalentemente per l’impiego professionale, sui cantieri o nelle officine di falegnameria e carpenteria. 

Le seghe circolari da banco con lama fino a 254 millimetri, invece, e le seghe circolari portatili, che di solito impiegano lame da 140 millimetri, sono destinate per lo più al settore hobbistico, ma a seconda della qualità costruttiva e delle prestazioni offerte dai vari esemplari possono essere adatte anche per l’uso professionale non intensivo.

La lama è azionata da un motore elettrico universale con uno o più stadi di riduzione, a seconda della tipologia scelta, il quale imprime una velocità variabile in un intervallo compreso tra i 2.000 e 5.000 giri al minuto.

Fanno eccezione, invece, le seghe circolari da mandrino, che rientrano nella categoria dei micro utensili di precisione. Queste lame possono avere un diametro variabile dai 18 ai 33 millimetri circa, e possono essere regolate a velocità comprese tra i 5.000 e i 20.000 giri al minuto.

 

Effettuare la scelta migliore

Come avrete potuto facilmente intuire, a questo punto, anche la migliore sega da banco non è certo adatta per il taglio di spessori elevati. Lo schema strutturale della macchina infatti, caratterizzato dal motore posto quasi a ridosso della lama, fa sì che solo una piccola porzione della stessa fuoriesca dal braccio o dal piano di lavoro.

Le seghe circolari possono tagliare soltanto pezzi fino a uno spessore massimo di 140 millimetri con inclinazione perpendicolare, e dal momento che la lama può essere inclinata per eseguire tagli angolati fino a 45°, lo spessore massimo per questi ultimi si riduce a circa 113 millimetri. Queste misure ovviamente non sono standard, e come per quelle delle lame variano in base al tipo di sega circolare.

Le seghe da banco del comparto hobbistico, per esempio, possiedono una profondità di taglio che varia dai 30-35 millimetri degli esemplari più piccoli fino agli 80-100 millimetri, mentre quelle del comparto artigianale e professionale sono caratterizzate da una profondità di taglio compresa tra i 100 e i 140 millimetri; per quanto riguarda le seghe circolari portatili e i microutensili, invece, la profondità di taglio si riduce ulteriormente, oscillando tra i 40 e 90 millimetri a seconda del modello e delle dimensioni.

Lo stesso vale per le troncatrici radiali dove il gruppo lama-motore, pur collocato in posizione inversa, presenta di solito le stesse caratteristiche di quello delle seghe da banco, l’unica differenza sostanziale tra i due tipi di macchina sta nella lunghezza massima dei pezzi lavorabili. 

Quella consentita dalle troncatrici, infatti, è ridotta a causa del particolare disegno delle guide, che oltre a rendere preciso il taglio hanno il compito di bloccare il pezzo. Le seghe da banco, invece, non pongono limitazioni alla lunghezza dei pezzi lavorabili, dal momento che sono questi ultimi a essere mobilizzati e spinti lungo il piano di lavoro.

 

 

La destinazione d’uso

La lavorazione dei tronchi appena tagliati richiede macchine stazionarie di grosse dimensioni, quindi le seghe circolari da banco industriali sono molto grandi e pesanti e vengono usate solo dopo che le seghe a nastro hanno fatto il grosso del lavoro tagliando i tronchi in fette più piccole.

Il segmento di mercato più ampio, di conseguenza, è quello hobbistico e artigianale; in questa fascia si concentrano la maggior parte delle seghe da banco, troncatrici radiali e seghe circolari portatili, con una ulteriore suddivisione in base al prezzo e alla qualità finalizzata a distinguere tra gli esemplari destinati esclusivamente all’uso amatoriale e quelli adatti anche per l’uso artigianale e professionale.

I microutensili invece hanno una diversa nicchia di mercato, dal momento che questi sono impiegati nella meccanica di precisione e quindi interessano una fascia di utenza che è meno ampia ma di gran lunga più esperta e altamente specializzata, sia in ambito professionale sia amatoriale.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Novellife Mini Sega a Mano Lavorazione del Legno

 

La Novel Life G7 è una mini sega da banco destinata prevalentemente agli hobbisti, visto che in ogni caso si tratta di un utensile della fascia economica. Il suo prezzo, infatti, è di poco superiore rispetto alla Einhell esaminata in precedenza.

Ha la scocca e il piano di lavoro realizzati in acciaio, lo spessore del piano è di 6 millimetri in modo da resistere alle deformazioni e mantenere una superficie planare. Il motore è azionato da un alimentatore da 180 Watt di potenza, incluso nella dotazione di accessori, e sviluppa una velocità massima di 10.000 giri al minuto. Monta una lama circolare di acciaio da 4 pollici di diametro e l’altezza massima di taglio è di 2,7 centimetri.

Gli acquirenti la considerano una buona mini sega da banco, particolarmente adatta per chi ha l’hobby del modellismo; l’unica pecca è la difficile reperibilità dei ricambi, in particolare della cinghia di trasmissione.

 

Pro

Qualità e prestazioni ottime: A dispetto delle sue origini cinesi, la mini sega da banco Novel Life ha sorpreso gli acquirenti grazie al suo ottimo livello qualitativo e alle buone prestazioni, che si avvicinano a quelle dei modelli analoghi delle marche più prestigiose.

Prezzo contenuto: L’ulteriore vantaggio è dato dal prezzo. Se la qualità dei materiali, l’assemblaggio e le prestazioni sono solo di poco inferiori a un modello analogo prodotto però dalla Proxxon, per esempio, rispetto a quest’ultimo costa meno della metà.

Mandrino: Oltre alla lama circolare, la Novel Life G7 è dotata anche di un mandrino su cui si possono montare sia punte da trapano sia dischi abrasivi per la smerigliatura, incrementando così la versatilità d’uso.

 

Contro

Ricambi e assistenza: L’unica incognita di questa sega da banco, ben fatta ed efficiente tra l’altro, è dato dalla difficile reperibilità dei ricambi e dalla mancanza di un’adeguata assistenza per la clientela europea.

 

 

DᴇWALT DW745-QS Sega a Banco, 1850 W

 

Sembra proprio che la ditta DeWalt, con la DW745-QS, abbia concepito un nuovo modo di interpretare le seghe da banco, e soprattutto le loro caratteristiche di mobilità e trasportabilità.

La sega da banco DeWalt, infatti, si distingue soprattutto per le sue dimensioni compatte e per la particolare architettura della scocca, che è racchiusa da due barre di metallo tubolare con piedini di supporto regolabili, che permettono di posizionarla praticamente ovunque, anche su un cavalletto pieghevole. 

È anche solida, realizzata con materiali di prima scelta e ben assemblata, e potente quanto basta per tagliare senza problemi anche i legni più duri e consistenti; grazie al banco di lavoro compatibile con le guide INCRA, inoltre, è anche estremamente precisa. L’unica pecca purtroppo, tra l’altro neanche trascurabile, è la mancanza del sistema di avvio graduale Soft Start; per tutto il resto è un’ottima sega da banco, adatta sia per l’uso hobbistico sia professionale.

 

Pro

Elevata mobilità: Nonostante il peso standard di circa 22 chilogrammi, la DW745-QS è progettata apposta per offrire un’elevata mobilità e facilità di trasporto, in modo da poterla usare direttamente sui cantieri.

Versatile: Le ottime caratteristiche e il livello di prestazioni la rendono adatta sia agli hobbisti più esperti ed esigenti sia ai professionisti, per usarla in piccoli laboratori di carpenteria e falegnameria oppure nei cantieri di costruzione.

Compatibilità: Il piano di lavoro è stato reso compatibile con le guide prodotte dalla nota ditta INCRA, quindi il suo livello di precisione nei tagli può essere ulteriormente incrementato.

 

Contro

Soft Start: L’unica pecca è la mancanza del dispositivo di avvio graduale Soft Start; per tutto il resto, invece, è un elettroutensile di alta qualità dalle prestazioni professionali.

 

 

Bosch 0603B03400 PTS 10 Banco Sega, 1400 Watt

 

La sega da banco Bosch PTS 10 appartiene alla linea degli elettroutensili Hobby, riconoscibili dal classico colore verde della scocca, ragion per cui è uno strumento progettato per un uso non intensivo.

È azionata da un motore da 1.400 Watt, che genera una velocità a vuoto di 5.000 giri al minuto, e ha un’altezza di taglio massima di 75 millimetri su un angolo perpendicolare di 90°, e di 63 millimetri se inclinata a 45°; inoltre è dotata di guide parallele per il taglio ed è compatibile con lame circolari da 254 millimetri di diametro e foro centrale da 30 millimetri.

Il prezzo della Bosch PTS 10 è vantaggioso ma la qualità dell’utensile lascia un po’ a desiderare; infatti ha un assemblaggio decisamente inferiore rispetto alla Makita, ragion per cui è poco precisa e adatta soltanto per gli amanti del fai da te o per coloro che non hanno particolari esigenze.

 

Pro

Soft Start: Il motore è dotato del sistema Soft Start che aiuta a prevenire inceppamenti e altri eventuali rischi con la lama, quindi l’avvio è graduale e sicuro anche per gli operatori alle prime armi.

Potente: I suoi 1.400 Watt di potenza le permettono di segare senza alcuno sforzo fino a uno spessore massimo di 75 millimetri in verticale e di 63 millimetri in orizzontale, in modo da poter lavorare anche pezzi di grandi dimensioni.

Conveniente: Rispetto alla media degli altri prodotti, inclusi quelli a prezzi bassi, la sega Bosch è disponibile a un prezzo decisamente conveniente e ben proporzionato al livello qualitativo della macchina.

 

Contro

Imprecisa: L’assemblaggio della PTS 10 non è perfetto e molte componenti fanno un leggero gioco, ragion per cui questa sega da banco Bosch pecca in termini di precisione.

 

 

Sega circolare da banco

 

Bosch Professional GTS 635-216 sega circolare professionale da banco

 

 

Secondo i pareri dei numerosi acquirenti soddisfatti, la Bosch Professional GTS 635-216 è la migliore sega circolare da banco attualmente disponibile in commercio tra i diversi modelli destinati a uso semi-professionale, in interni ed esterni.

La GTS 635-216 è progettata apposta per soddisfare le esigenze degli artigiani e degli hobbisti più esperti, e in particolar modo per adattarsi ai laboratori di piccole dimensioni; la sega ha dimensioni compatte infatti, ma è costruita con materiali di prima scelta ed è ben assemblata, di conseguenza offre un livello di precisione superiore alla media standard.

Ha una potenza di 1.600 Watt e può tagliare spessori fino a 70 millimetri in perpendicolare e fino a 50 millimetri con inclinazione a 45°; il piano di lavoro, inoltre, è dotato sia della guida parallela sia di quella angolare. L’unica pecca è rappresentata dalla rumorosità, quindi è consigliabile munirsi di cuffie antirumore da indossare mentre si lavora.

 

Pro

Trasportabile: Le dimensioni compatte e il peso contenuto sono caratteristiche ideali per chi lavora in ambienti di piccole dimensioni, inoltre permettono di trasportarla con estrema facilità, quindi è adatta per i lavori in esterna.

Prestazioni: La macchina è solida e ben costruita, e la sua precisione di taglio è tale da non richiedere l’ulteriore messa a punto della macchina, e questa caratteristica l’ha resa una dei modelli più venduti online.

Prezzo: A prima vista potrebbe sembrare una macchina costosa, ma il rapporto qualità-prezzo della GTS 635-216 è a dir poco eccellente, soprattutto in relazione alle prestazioni offerte.

 

Contro

Rumore e aspirazione: Le sole pecche di questa sega circolare da banco consistono nella sua rumorosità e nella scarsa efficienza del sistema di aspirazione.

 

 

Sega circolare Parkside

 

Parkside PHKSA 20-Li A2 sega circolare a batteria

 

 

Volete sapere dove acquistare una sega circolare a batteria? Allora vi conviene dare un’occhiata alla Parkside PHKSA 20-Li A2, perché potrebbe essere proprio quello stavate cercando.

La sega circolare Parkside, infatti, è un modello manuale dalle caratteristiche analoghe a quelle dei modelli prodotti dalle ditte concorrenti, con la differenza che al posto del cavo è alimentato da una batteria ricaricabile a ioni di litio da 2 Ah, fornita in dotazione insieme al relativo caricabatteria. La profondità e l’inclinazione del taglio sono regolabili, e lo spessore massimo arriva fino a 48 millimetri per i tagli perpendicolari e fino a 36 millimetri per quelli inclinati a 45°, inoltre è presente anche la guida laser.

Le sue prestazioni sono decisamente buone, ma ovviamente sono sempre di livello hobbistico; a confezione è costituita da una valigetta contenente la sega circolare, la batteria, il caricabatteria, una chiave esagonale e l’adattatore di aspirazione.

 

Pro

A batteria: L’alimentazione a batteria elimina l’ingombro del cavo e di conseguenza ne incrementa notevolmente la maneggevolezza offrendo al tempo stesso una maggiore libertà di movimento, inoltre la rende particolarmente adatta per l’uso in esterni.

Completa: La confezione include tutti gli accessori, compresi la batteria e il caricabatteria; quest’ultimo impiega solo 60 minuti per la ricarica completa, ma non sono riportate indicazioni sull’autonomia della batteria.

Precisa: Nella dotazione di accessori è inclusa anche la guida parallela, ovviamente, inoltre non le manca nemmeno la guida laser per incrementare la precisione durante i tagli a mano libera.

 

Contro

Amatoriale: Il livello di prestazioni va bene soltanto per chi non ha particolari esigenze, quindi è adatta soltanto per uso domestico e per gli appassionati di bricolage.

 

 

Mini sega circolare

 

Hychika CS-85C mini sega circolare da 500 Watt

 

 

In comparazione agli altri modelli di sega circolare esaminati nella nostra classifica, quello prodotto da Hychika non solo è il più economico ma possiede anche una caratteristica molto peculiare.

Si tratta infatti di una mini sega circolare con capacità di taglio da 0 a 25 millimetri, adatta per ogni tipo di materiale: legno, plastica, metallo e laterizi; è estremamente facile da usare e anche sicura, grazie alla doppia protezione posta sul pulsante di accensione. La base di appoggio in alluminio, inoltre, protegge dalle scintille prodotte durante i tagli sul metallo.

Nonostante le dimensioni ridotte, la Hychika è molto efficiente e precisa, in quanto dispone sia della guida di taglio parallela sia di quella laser, inoltre è predisposta per il collegamento a un aspiratore; nella confezione sono incluse anche tre lame circolari, una per il legno, una per il metallo morbido e una lama diamantata per le piastrelle.

 

Pro

Economica: La Hychika CS-85C è consigliata soprattutto a chi non ha l’esigenza di lavorare con grandi spessori e quindi cerca una sega circolare che sia disponibile a prezzi bassi.

Compatta e sicura: Le dimensioni ridotte ne facilitano al massimo l’utilizzo, inoltre è dotata di protezioni tali da renderla estremamente sicura anche per gli appassionati di bricolage alle prime armi.

Ben accessoriata: La confezione include la custodia in tessuto, la guida parallela, il manuale delle istruzioni, una chiave a brugola e tre lame circolari: una per il legno, una per il metallo e una per le piastrelle.

 

Contro

Motore: Se utilizzata per tempi prolungati il motore tende a scaldarsi parecchio, quindi è sconsigliato usarla in maniera troppo intensiva.

 

 

Sega circolare Bosch

 

Bosch PKS 55 A sega circolare 1.200 Watt

 

 

La sega circolare Bosch PKS 55 A, invece, è un modello portatile appartenente alla linea Home and Garden, quindi è destinata all’uso hobbistico ed è adatta anche ai principianti. È azionata da un motore elettrico da 1.200 Watt di potenza, in grado tagliare il legno fino a uno spessore massimo di 55 millimetri, l’alluminio e altri metalli non ferrosi fino a 10 millimetri, nonché l’acciaio fino a 3 millimetri di spessore.

Grazie al nuovo sistema di taglio CutControl brevettato da Bosch, inoltre, assicura una maggiore precisione nel seguire la linea di taglio quando si lavora a mano libera, senza l’ausilio della guida parallela.

La PKS 55 A è dotata anche di una scatola collegata al sistema di aspirazione, per raccogliere i trucioli prodotti durante il taglio; le dimensioni della Clean Box sono relativamente piccole però, quindi per i lavori più impegnativi conviene collegarla a un aspiratore esterno.

 

Pro

Qualità: Il marchio Bosch è sinonimo di qualità, infatti i materiali di fabbricazione della PKS 55 A sono solidi e robusti, nonostante siano in prevalenza costituiti da elementi in plastica.

Precisa: Il sistema CutControl è basato su una guida trasparente che incrementa la precisione durante i tagli a mano libera; tra gli accessori, inoltre, è incluso un binario che permette di eseguire tagli perfettamente dritti.

Versatile: I 1.200 Watt di potenza permettono di tagliare qualsiasi tipo di materiale: legno massello, multistrato, MDF, lamellare, plastica, alluminio, metalli non ferrosi e leghe di acciaio.

 

Contro

Lama: L’unica pecca è rappresentata dalla lama in dotazione, di qualità mediocre, ma basta sostituirla; inoltre è consigliabile una messa a punto dell’utensile prima di usarlo.

 

 

Sega circolare Makita

 

Makita HS7601J sega circolare 190 millimetri 1.200 W

 

 

In quinta posizione troviamo un’altra sega a immersione, questa volta prodotta dalla ditta giapponese Makita e proposta nella confezione MAKPAC, ovvero completa della valigetta rigida per la custodia e il trasporto.

La Makita HS7601J è progettata per montare lame da 190 millimetri di diametro ed è dotata di un motore elettrico da 1.200 Watt in grado di generare una velocità di rotazione di 5.200 giri al minuto; tra i diversi modelli di sega a immersione esaminati nella nostra classifica, inoltre, è quella che offre le prestazioni migliori, con una capacità di taglio che arriva fino a 66 millimetri di spessore in perpendicolare e fino a 46 millimetri con inclinazione a 45 gradi.

Anche la qualità dei materiali e l’assemblaggio sono di alto livello, superiori alla media standard; purtroppo, però, lo è anche il prezzo e questo la rende accessibile soltanto alla fascia di utenza più esigente.

 

Pro

MAKPAC: La confezione comprende la sega circolare a immersione più la custodia rigida a valigetta; nella dotazione accessori, inoltre, sono inclusi anche la guida laterale graduata e la chiave per smontare la lama.

Prestazioni: La capacità di taglio con inclinazione perpendicolare raggiunge i 66 millimetri di spessore, ben oltre la media standard quindi, mentre quella per i tagli inclinati a 45 gradi arriva a 46 millimetri.

Potente: Il motore da 1.200 Watt raggiunge i 5.200 giri al minuto a vuoto; l’elettroutensile è estremamente potente ed è in grado di soddisfare anche le esigenze professionali, do conseguenza va adoperato con attenzione.

 

Contro

Prezzo e lama: A parte il costo, superiore alla media, la lama in dotazione ha pochi denti ed è puramente dimostrativa; quindi bisogna acquistare una ulteriore lama.

 

 

Sega circolare manuale

 

Einhell TE-CS 190/1 sega circolare manuale 1.500 Watt

 

 

La sega circolare manuale TE-CS 190/1 è l’unico modello a immersione in grado di reggere un paragone con quella di Makita esaminata in precedenza, se non altro per quanto concerne la potenza del motore, che è addirittura superiore, e la capacità di taglio.

La Einhell, infatti, è azionata da un motore da 1.500 Watt in grado di raggiungere una velocità di rotazione di 6.000 giri al minuto, ha una profondità di taglio perpendicolare di 66 millimetri e di 48 millimetri con inclinazione a 45 gradi; inoltre possiede anche una luce LED per illuminare l’area di lavoro, anche se per una sega circolare si tratta di un elemento per lo più superfluo.

Anche se la Einhell si presenta come decisamente potente, però, la qualità dei materiali di fabbricazione e dell’assemblaggio sono ben lontane da quelle della sega Makita; inoltre è del tutto priva di accessori.

 

Pro

Potente: In termini di potenza non ha nulla da invidiare alle seghe a immersione di categoria professionale: il motore ha una potenza di 1.500 Watt, infatti, e sviluppa la ragguardevole velocità di 6.000 giri al minuto.

Capacità: Lo stesso discorso si applica alla capacità di taglio, che è alla pari con quella delle seghe circolari destinate a uso semi-professionale e professionale. Lo spessore massimo che raggiunge nei tagli perpendicolari, infatti, è di 66 millimetri.

LED: Nonostante sia superflua su questo tipo di macchine, è presente anche una luce LED che permette di illuminare l’area di lavoro. Data la potenza, però, è sconsigliato usarla in ambienti poco illuminati.

 

Contro

Materiali: Nonostante l’elevata potenza e capacità di taglio, la qualità mediocre dei materiali di fabbricazione la rende inadatta all’uso professionale.

 

 

Accessori

 

Guida per sega circolare

 

Wolfcraft FKS 115 guida parallela universale per seghe circolari

 

 

Questo accessorio è consigliato a tutti i possessori di una sega circolare portatile, indipendentemente dalla ditta produttrice, e a coloro che sono in procinto di acquistarne una. La FKS 115 prodotta dalla ditta tedesca Wolfcraft, infatti, è una guida per sega circolare a carattere universale, compatibile con tutti modelli che abbiano una piastra di appoggio dalle dimensioni non superiori ai 200 x 385 millimetri, la cui profondità di taglio non superi i 66 millimetri. La guida è realizzata in alluminio ed è di buona qualità, è provvista anche dei morsetti per bloccarla sui pezzi da tagliare, ma ovviamente è un prodotto destinato al bricolage.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS