Come usare la sega circolare

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

La precisione nel taglio del legno è di fondamentale importanza specialmente per la creazione di mobili, modellini e altri oggetti. La sega circolare è uno degli strumenti più adatti sia a livelli amatoriali sia professionali.

 

Se avete intenzione di avventurarvi nell’affascinante mondo della lavorazione del legno, allora dovete conoscere gli strumenti del mestiere in modo da poter capire quali sono i più adatti alle vostre esigenze. Principalmente il taglio del legno viene effettuato con seghe manuali ed elettriche, tra queste ultime troviamo l’utilissima sega circolare. 

Probabilmente vi sarà capitato di vederne qualcuna in azione in un’officina o magari da qualche amico appassionati di bricolage. La sega circolare da banco permette di effettuare tagli obliqui e dritti di diversa lunghezza, per questo è una delle preferite dai vari artigiani professionisti, sebbene sia possibile trovare anche dei modelli ‘entry level’ per il fai da te a un prezzo conveniente. Per cominciare quindi non è necessario acquistare la migliore sega da banco spendendo un patrimonio.

 

Come si presenta

La forma della lama circolare dà il nome a questo tipo di utensile che solitamente viene azionato da un motore elettrico asincrono, monofase o trifase. Tra questi motori c’è una differenza di potenza, per esempio quelli monofase arrivano a 230 V mentre quelli trifase raddoppiano la potenza con ben 400 V. 

La lama dentata è posta su un supporto sul quale viene fatto scorrere il pezzo da tagliare. L’efficacia effettiva e la velocità del taglio sono determinate dalla potenza del motore che determina i giri della sega e dal diametro della lama. Di base, per usare una sega circolare, basta accenderla tramite il tasto on/off, ma i modelli in commercio dispongono di altre funzioni come ad esempio il regolatore per la profondità di taglio o la piastra base di appoggio. 

Prodotti più avanzati possono avere una scala graduata per la calibrazione dell’angolo di taglio, una guida a scorrimento e magari un puntatore laser che aumenta notevolmente la precisione della sega. Di fondamentale importanza è il sistema di bloccaggio del mandrino di azionamento che rende la sega sicura da utilizzare.

 

 

Come funziona

La sega circolare viene usata prevalentemente per la lavorazione del legno, ma può funzionare con altri materiali come metalli, resine e agglomerati compositi. Ovviamente la capacità di taglio dipende molto dalla lama e dal diametro del disco. Una tecnica utilizzata spesso consiste nel montare sulla sega delle lame più grandi dell’oggetto da tagliare, per esempio su una tavola da 10 cm si potrà usare un disco da 18 cm. 

Per bloccare il pezzo di legno bisogna inserirlo in una morsa per tenerlo fermo. Senza una morsa si rischia di sbagliare il taglio, vanificando così tutta la preparazione del lavoro, rovinando inevitabilmente l’oggetto. Per quanto riguarda i trucioli, il movimento della sega circolare li distribuisce all’indietro, quindi in non sono necessari particolari sistemi di sicurezza. A ogni modo prima di adoperare la sega leggete tutte le regole e le istruzioni per poter eseguire il taglio senza problemi e senza alcun rischio.

 

Sicurezza

Dato che adopererete uno strumento in grado di causare gravissimi infortuni è bene informarsi sulle varie operazioni che lo rendono sicuro. Prima di tutto munitevi del giusto abbigliamento: guanti antitaglio, occhiali protettivi, maschere e magari anche dei gambaletti rinforzati. In seguito fissate la tavola da tagliare o l’oggetto con estrema cura, stringendo accuratamente la morsa. 

In seguito dovete regolare la profondità del taglio, consentendo all’oggetto di uscire di qualche centimetro in modo da essere sicuri di aver completato l’operazione. La cosa più importante però è lavorare tenendo la sega con due mani, lasciando la presa solo quando la lama è del tutto ferma.

 

Diverse tipologie

La sega circolare esiste in diverse forme e tipologie adatte agli appassionati del fai da te e ai professionisti. Oltre a quella da banco che abbiamo descritto nei paragrafi precedenti, si possono trovare seghe circolari molto più compatte e portatili. Questi modelli solitamente sono estremamente leggeri e si possono portare ovunque si vada. Risultano particolarmente utili nel caso non si dispone di abbastanza spazio per poter installare un banco da lavoro. 

Le seghe portatili dispongono di un motore elettrico monofase, quindi da soli 230 V, mentre le lame dal diametro ridotto permettono di tagliare solo il legno. L’assenza del banco di lavoro implica che per tagliare gli oggetti bisogna tenere la sega saldamente durante il taglio che si potrà eseguire sia in obliquo sia dritto.

 

 

La lama

Concludiamo questa guida con un piccolo cenno sulle lame. Per i tagli precisi consigliamo di scegliere lame con 40 o 80 denti, mentre per quelli normali sono sufficienti 25-30 denti. Le prime sono particolarmente adatte anche per tagliare plastica e alluminio, mentre per il legno vanno benissimo le seconde. Potete trovare seghe circolari e lame nei vari negozi di bricolage oppure sui siti di e-commerce, dove spesso i prezzi sono molto convenienti. Tenete conto che alcuni prodotti vi verranno consegnati in pezzi e quindi dovrete seguire le istruzioni per il montaggio.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

4 COMENTARIOS

Giovanni

May 8, 2022 at 6:32 am

Ciao!! Volevo chiederti se mi chiarisci l’utilizzo del dente di guida che si trova dietro la lama. Per fare tagli ad immersione lo devo togliere. Grazie mille!

Répondre
Flavio EU

May 10, 2022 at 9:07 am

Salve Giovanni,

potresti farci capire un po’ meglio che cosa intendi per “dente di guida”? Intendi il binario che ha lo scopo di mantenere l’allineamento longitudinale sulla linea di taglio? Scusaci ma non è molto chiaro…

Grazie
Team EU

Répondre
Giuliana

April 2, 2020 at 3:01 pm

Buongiorno,
vi chiedo un’informazione: ho una sega circolare nuova che dopo aver iniziato il taglio il disco si ferma e non prosegue piu. Ho controllato anche le spazzole di carboncino ma non sono consumate. Cosa posso controllare del motore che pare abbia perso potenza?.

Répondre
Gianluca

April 6, 2020 at 3:00 pm

Salve Giuliana,

se perde potenza durante il taglio prova a spingere il pezzo applicando meno forza; le seghe circolari più economiche e quelle destinate a uso amatoriale, infatti, sono più soggette a cali di potenza quando si applica troppa pressione. Se invece la lama si ferma anche se non stai tagliando, allora probabilmente qualche componente elettrico del motore è andato in avaria, in quel caso l’unica soluzione è farlo controllare da un tecnico oppure, se la sega è ancora in garanzia, contattare il servizio di assistenza al cliente della ditta produttrice.

Saluti

Team EU

Répondre