Come imbiancare casa risparmiando

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Perché chiamare un imbianchino quando voi stessi potreste dare una rinfrescata alle pareti di casa in modo facile ed economico? Ecco qualche consiglio utile.

 

Che dobbiate imbiancare casa o semplicemente dare una rinfrescata alle pareti stinte del vostro appartamento, non è necessario chiamare un professionista, se avete un po’ di manualità e di tempo libero.
Dipingere casa da soli potrebbe rivelarsi un’esperienza divertente e farvi risparmiare un bel po’ di denaro. Il primo passo da fare è quello di scegliere i colori per pareti che più vi piacciono, facendo attenzione a optare per una tonalità che sia in sintonia con gli ambienti e con lo stile d’arredamento.

 

Tinteggiare casa fai da te

Per molte persone la sola idea di pitturare casa autonomamente, provoca una reazione abbastanza istintiva, ovvero pensare di farlo fare da un imbianchino professionista. Chi invece ama il fai da te, non vede l’ora di armarsi di secchio e rullo e di cimentarsi nella tinteggiatura delle pareti domestiche.
Di certo non si tratta di un’impresa impegnativa quanto realizzare un muro in cartongesso ma comunque occorre una certa predisposizione al bricolage e un po’ di buona volontà. Sicuramente una volta eseguito bene il lavoro, la soddisfazione di vedere le pareti colorate e ravvivate dopo un’accurata pennellata, ripaga di tutto l’impegno speso.
Alla fine del lavoro, la vostra abitazione sembrerà aver mutato pelle e i vari ambienti appariranno più luminosi e accoglienti.

Preparazione

Per far sì che il lavoro risulti soddisfacente e ben realizzato, occorre suddividerlo in diversi step e non avere fretta di eseguirlo. Innanzitutto dovrete preoccuparvi di salvaguardare tutti i mobili e gli oggetti presenti nella stanza da imbiancare. Le cose più leggere possono essere spostate temporaneamente in un’altra camera, onde evitare di sporcarle e per sgomberare quanto più possibile l’area di lavoro.  

I mobili devono essere spostati dalle pareti, possibilmente verso il centro della stanza e devono essere adeguatamente coperti con degli appositi teli in nylon, facilmente reperibili online o nei negozi di ferramenta.
Di seguito vi elenchiamo alcuni suggerimenti utili su come dipingere una parete nel miglior modo possibile.

 

1. Occorrente

Per imbiancare le pareti delle stanze di casa, vi suggeriamo di usare l’idropittura per interni. In commercio è possibile trovare questa vernice in diverse tonalità: lucida, mediamente lucida, altamente lucida, patinata e opaca.
Prima di acquistare il prodotto, calcolate il numero di metri quadri da imbiancare, tenendo conto anche dei soffitti; in questo modo non rischierete di trovarvi a secco di pittura nel bel mezzo del lavoro.
Fate scorta anche di nastro adesivo di carta, così potrete proteggere le prese elettriche e i battiscopa. Come già anticipato, è necessario munirsi di teli di nylon per coprire i mobili e i pavimenti e ovviamente di rullo e di pennello piatto per rifinire gli angoli delle pareti.
Vi suggeriamo di utilizzare un rullo con bastone telescopico, in modo da utilizzare la scala il meno possibile. Infine nella lista della spesa, non devono mancare lo stucco in barattolo, una spatola e la carta vetro.

2. I colori

Se per esempio siete indecisi sul colore delle pareti della camera da letto o del salotto, tenete in considerazione che il bianco è in grado di donare molta luce all’ambiente, infatti è un colore ideale per illuminare sia piccoli spazi e sia ampi locali.
Chiaramente se volete optare per una tonalità diversa per la pittura della camera da letto, potete dare sfogo alla vostra fantasia e scegliere la cromia più adatta a esaltare l’arredamento e lo stile della stanza. In fondo, un tocco di creatività non fa mai male, anzi personalizza l’ambiente e rispecchia il carattere della persona che lo vive.
Se la vostra abitazione è sita in una zona soggetta a umidità, al fine di preservare quanto più a lungo la tinteggiatura della casa, vi suggeriamo di applicare uno strato di pittura antimuffa. Questa sarà in grado di proteggere le pareti dalla formazione di macchie d’umidità e di muffe.

 

3. Come cominciare

Come già suggerito in precedenza, prima di mettervi all’opera, occorre spostare tutti i mobili al centro della stanza da imbiancare. Successivamente copriteli con dei teli di nylon e con lo scotch di carta coprite battiscopa, punti luce, prese di corrente e interruttori. Ricordate di proteggere anche termosifoni e termoconvettori, qualora fossero presenti.
Successivamente coprite i pavimenti e smontate le mensole e i quadri affissi alle pareti. Con una pinza rimuovete i chiodi e stuccate i buchi presenti sui muri. Una volta che il prodotto è asciutto, carteggiate le otturazioni rimuovendo lo stucco in eccesso, fino a livellare perfettamente le parti lavorate.
A questo punto preparate il vostro secchio di pittura seguendo attentamente le indicazioni riportate sulla confezione di vernice.

4. Come pitturare

Intingete il rullo nel secchio e rimuovete la pittura in eccesso prima di passarlo sulla parete, così eviterete di creare sbavature. Imbiancate i muri in modo schematico da una parte all’altra, rifinendo gli angoli con un pennello piatto. Lasciate asciugare per bene la vernice e poi passate una seconda mano di pittura. Qualora fosse necessario, procedete dando anche una terza mano, soprattutto se dovete ricoprire una parete colorata.

 

5. Quando imbiancare

Per far sì che le pareti asciughino velocemente e in maniera corretta, vi sconsigliamo di imbiancare casa in primavera o in estate. In questo modo non solo velocizzerete il processo di asciugatura della pittura ma consentirete ai locali di arieggiarsi meglio, così da eliminare in poco tempo gli odori della vernice.
Gli interni di un’abitazione dovrebbero essere ripitturati a seconda di come si vivono i vari ambienti, ovvero da quanto si cucina, dal tipo di riscaldamento e dal fatto se si fumi o meno in casa.
Ovviamente la cucina è un ambiente che deve subire più interventi di tinteggiatura rispetto alle altre stanze, in quanto è soggetto all’emissione di fumi e vapori, che con il passare del tempo vanno ad alterare il colore delle pareti.
Idealmente, possiamo consigliarvi di imbiancare casa con la media di una volta ogni quattro o cinque anni.

6. Consigli utili

Quando decidete di imbiancare le pareti domestiche, scegliete sempre dei materiali di buona qualità, onde evitare di fare dei pastrocchi, che potrebbero costarvi un secondo intervento di ritinteggiatura per riparare al danno fatto con l’utilizzo di materiali scadenti.
Assicuratevi di coprire bene tutte le superfici e i mobili prima di imbiancare; in questo modo risparmierete tempo e fatica per pulire tutto a lavoro ultimato. Cercate di stendere correttamente la pittura sulle pareti, seguendo delle linee precise, per non rischiare di lasciare degli aloni che potrebbero notarsi in controluce.

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS