Utility Diadora S1P HRO SRC – Recensione 

Ultimo aggiornamento: 30.11.22

 

Principale vantaggio

Sebbene il design non sia dei più intriganti, d’altronde ci troviamo di fronte una scarpa da lavoro, il prodotto Utility Diadora riesce comunque a distinguersi dalla concorrenza non solo per il suo prezzo competitivo ma soprattutto per gli ottimi materiali con cui è realizzato, permettendo di godere di un paio di scarpe traspiranti e comode.

 

Principale svantaggio

La zona del tallone risulta poco ammortizzata. Generalmente non si tratta di un grosso problema, tuttavia gli utenti che camminano molto durante la propria giornata lavorativa o che passano la maggior parte del proprio tempo in piedi, potrebbero notare una stanchezza accentuata a fine giornata.

 

Verdetto 9.7/10

Chi fosse alla ricerca di un paio di scarpe antinfortunistiche realizzate con materiali di prim’ordine, in grado di garantire al piede la giusta aerazione, troverà nella Beat Textile Low le calzature adatte alle proprie esigenze. Non sono le più economiche sul mercato ma la spesa leggermente superiore è ampiamente giustificata dalla resa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Scarpa antinfortunistica

Le scarpe antinfortunistiche devono rispettare necessariamente degli standard per poter essere definite tali. Essendo utilizzate sul luogo di lavoro dove è possibile andare incontro a incidenti di varia natura, la protezione del piede e in modo indiretto dell’utente che le indossa è la priorità. 

Come si definiscono però le scarpe antinfortunistiche? Esistono diversi codici, relativi alle normative di sicurezza, che permettono di capire subito per che tipo di lavori sono più o meno indicate. 

Per esempio, le scarpe più comuni sono quelle identificate dalla normativa S1P, ovvero scarpe che presentano un puntale di sicurezza in metallo, per evitare che oggetti pesanti cadendo danneggino le dita dei piedi, una suola antiperforazione e antiscivolo, la zona del tallone con sistema antishock per assorbire l’energia e infine una tomaia antistatica. 

In questa categoria rientrano le scarpe che prendiamo in esame, ovvero le Beat Textile Low S1P HRO SRC di Utility Diadora, adatte sia per uomini sia per donne grazie al loro stile unisex.

Design

Sebbene non si presenti come una scarpa particolarmente elegante, poco indossabile dunque in contesti che non siano lavorativi, la calzatura proposta da Diadora è comunque sufficientemente moderna e in grado di essere scambiata per una classica scarpa da ginnastica. Presenta una doppia cromia, due tonalità di grigio e degli inserti gialli che donano un tocco di colore in più, rendendole più piacevoli alla vista. 

L’estetica non è tutto però e naturalmente è molto più importante optare per scarpe che siano innanzitutto comode, soprattutto se bisogna utilizzarle per lavoro, indossandole per svariate ore al giorno. Da questo punto di vista gli utenti si dicono molto soddisfatti, grazie ai materiali resistenti ma malleabili che permettono al piede di adagiarsi al meglio senza creare il classico effetto da scarpa metallica tipico di altre calzature antinfortunistiche. 

Qualora le troviate comunque troppo dure, ricordate che è possibile sostituire la soletta interna con una in gel, facilmente reperibili sul mercato e molto più morbide. Attenzione però, poiché le solette di questa tipologia, così come quelle in memory foam, hanno sì un’azione defaticante sul corpo, ma creano anche dei dislivelli all’interno della scarpa, prendendo la forma del piede anche se la postura è errata. Si tratta dunque di solette pensate per chi non ha problemi di schiena e appoggia la pianta del piede in modo corretto.

 

Traspirabilità

Un elemento fondamentale per le scarpe, siano esse da lavoro o meno, è la traspirabilità. Il piede all’interno deve essere non solo comodo ma deve poter godere di un ricircolo d’aria continuo, in modo da evitare di creare un ambiente umido in cui il sudore possa ristagnare. Si tratta infatti dell’ambiente ideale per la proliferazione di batteri e muffe, che possono poi portare a problemi di salute che richiedono l’intervento di un medico. 

Ricordate dunque di analizzare sempre la composizione della scarpa che state per acquistare, dando una rapida occhiata alla scheda tecnica. In questo caso parliamo di una calzatura realizzata in poliestere sovrainiettato in TPU, sebbene si tratti di componenti sintetici non c’è da temere per una eventuale traspirabilità ridotta poiché in realtà la tomaia è foderata in Air Mesh, tessuto tridimensionale estremamente resistente alle abrasioni ma che permette al piede di respirare. 

Uno dei difetti riscontrati dai consumatori sembra essere invece relativo alla zona del tallone, risulta infatti poco ammortizzato nonostante rispetti comunque tutti gli standard per rientrare nelle norme di sicurezza S1P.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS