Metabo BAS 261 Precision – Recensione

Ultimo aggiornamento: 30.11.22

 

Principale vantaggio

La Metabo BAS 261 è un ottimo elettroutensile per la fascia di utenza composta da hobbisti e amanti del fai da te. Il suo vantaggio principale è quello di possedere un eccellente rapporto qualità-prezzo, soprattutto rispetto ai modelli analoghi prodotti dalle altre ditte.

 

Principale svantaggio

Lo svantaggio è dato dalla regolazione della lama, che è alquanto complicata e difficile da eseguire; le guide laterali e il goniometro, inoltre, sono di qualità appena sufficiente.

 

Verdetto 9.8/10

La BAS 261 è un’ottima sega a nastro, robusta e affidabile, ma è consigliata esclusivamente per l’impiego in campo hobbistico e amatoriale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Sega hobbistica di qualità superiore

La ditta tedesca Metabo è meno popolare rispetto agli altri marchi teutonici Bosch e Einhell, ma nonostante tutto quelli che la conoscono tendono ad apprezzarla di più rispetto alle consorelle dai brand più blasonati.

Come i prodotti delle altre ditte che abbiamo nominato, infatti, anche gli elettroutensili Metabo sono destinati prevalentemente alla fascia di utenza amatoriale e a quella hobbistica; ma a differenza delle ditte concorrenti, però, i prodotti si distinguono per una maggior cura nell’assemblaggio e per l’uso di materiali di ottima qualità e tecnologie all’avanguardia, quindi sono caratterizzati da un livello di affidabilità decisamente più alto.

La sega a nastro BAS 261 Precision, infatti, nonostante sia destinata all’impiego hobbistico è estremamente versatile, e a seconda del tipo di lama montata sui volani può tagliare sia il legno sia le materie plastiche e le lamiere di alluminio con spessori di pochi millimetri.

Motore a induzione elettromagnetica a zero manutenzione e vibrazioni

Parlando di tecnologie all’avanguardia, una delle caratteristiche più apprezzate della BAS 261 è di certo il motore a induzione elettromagnetica, che oltre a ridurre a zero gli interventi di manutenzione è anche estremamente silenzioso e non produce vibrazioni di sorta, assicurando non soltanto un notevole incremento nelle prestazioni rispetto ai motori elettrici standard, ma anche un elevato comfort d’utilizzo e una resa migliore in termini di precisione nel taglio.

Il motore ha una potenza di appena 400 Watt, ideale per il tipo di utenza per il quale è progettata la sega, inoltre è dotato della protezione anti-ripristino che impedisce l’avviamento accidentale dell’utensile in caso di interruzione momentanea dell’alimentazione elettrica, in modo da garantire la massima sicurezza all’operatore.

Nonostante la potenza limitata però, come accennato anche in precedenza, la BAS 261 è perfettamente in grado di tagliare non soltanto il legno, materiale per il quale è stata originariamente progettata, ma anche le materie e l’alluminio, a patto di usare le lame adatte e limitarsi a spessori minimi ovviamente.

 

Compatta e anche precisa

La BAS 261 si distingue anche per le sue dimensioni compatte, infatti misura soltanto 530 x 470 x 840 millimetri, e può essere collocata con il minimo ingombro anche in ambienti dallo spazio ridotto.

È dotata di un piano di appoggio che misura 328 x 335 millimetri, quindi nel caso in cui la si voglia adoperare per il taglio di pezzi abbastanza lunghi, si dovranno trovare dei supporti laterali adeguati dal momento che questa sega non li prevede nemmeno come optional. Il piano di appoggio può essere inclinato di 45 gradi ovviamente, in modo da permettere tagli angolati, ed è dotato di guide parallele e goniometro per eseguire tagli precisi.

Trattandosi di un elettroutensile hobbistico, però, è quasi superfluo ricordare che le guide, e soprattutto il goniometro, sono le uniche componenti che peccano in qualità. Questa di solito è una caratteristica comune a tutti gli elettroutensili hobbistici, a prescindere dal tipo e dalla ditta produttrice, in quanto guide e goniometri sono realizzati con materiali più economici e tendono sempre a possedere un gioco di uno o due millimetri, se non di più.

Dal momento che il motore a induzione della BAS 261 non genera vibrazioni, però, quest’ultima riesce comunque ad assicurare una precisione maggiore nei tagli rispetto alle altre seghe a nastro disponibili sul mercato.

 

Prestazioni di taglio

L’altezza massima di taglio consentita dalla BAS 261 è di 103 millimetri, ma siccome lo spazio utile tra il piano di appoggio e la parte superiore della sega è di 120 millimetri, volendo è possibile superare il limite nominale imposto dalle specifiche tecniche. In ogni caso è meglio non oltrepassare i 110 millimetri, in modo da evitare problemi.

Per quanto riguarda le materie plastiche e l’alluminio, invece, non essendo materiali previsti è meglio limitarsi a spessori più sottili, non oltre i 10 millimetri.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS