Stanley Power 100.1 460100 – Recensione

Ultimo aggiornamento: 30.11.22

 

Principale vantaggio

La saldatrice inverter Stanley Power 100.1 ha il pregio di essere compatta, leggera ma soprattutto di richiedere una potenza di installazione di soli 2,5 kW, ragion per cui consuma poco e può essere tranquillamente collegata al normale impianto elettrico domestico senza il timore di sovraccaricarlo. 

 

Principale svantaggio

Come impongono gli standard produttivi relativi agli impianti di saldatura per uso hobbistico, anche la Stanley è penalizzata dalla bassa qualità degli accessori in dotazione, che è meglio sostituire il prima possibile.

 

Verdetto: 9.6/10

Nel complesso la Stanley è una buona saldatrice inverter, ma il campo di regolazione Ampere è più limitato rispetto ai modelli prodotti dalle ditte concorrenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Saldatrici statunitensi con tecnologia italiana

Il noto gruppo statunitense Stanley-Black&Decker è noto ai più soprattutto per il comparto di produzione di elettroutensili, destinati sia all’impiego hobbistico sia professionale, ma sono in pochi a sapere che lo storico marchio, di recente, si è attivato anche nel settore degli impianti di saldatura.

Per ovviare alla mancanza di esperienza nel campo, però, la ditta si è rivolta a una delle numerose ditte italiane che detengono il primato di eccellenza in questo specifico ramo, e nella fattispecie alla ditta Awelco International, che ha sede in provincia di Avellino e ha oltre 40 anni di esperienza nel settore.

L’azienda è caratterizzata quindi da due distinte linee di produzione, quella degli impianti di saldatura introdotti sul mercato col marchio proprietario Awelco, e quella destinata a produrre saldatrici per conto della ditta Stanley, commercializzate con il colore della scocca e il brand tipici dell’azienda statunitense.

Sia la qualità dei materiali e dell’assemblaggio, quindi, sia il livello di prestazioni offerte dalle saldatrici Stanley sono di ottimo livello e, anche se relativamente economiche, si collocano comunque sui primi gradini della fascia medio-alta di mercato.

Progettata per gli hobbisti

La Stanley Power 100.1 appartiene alla serie Power, appunto, ed è una saldatrice inverter IGBT, quindi offre il vantaggio di essere decisamente facile da gestire sia per quanto riguarda l’innesco dell’arco sia per l’esecuzione stessa delle saldature.

Ovviamente si tratta di un modello destinato esclusivamente all’impiego hobbistico non intensivo, quindi ideale per i lavori di manutenzione e riparazione di lamiere, serrature e altre componenti metalliche, nonché per la creazione artigianale di oggetti in ferro battuto.

È compatibile sia con gli elettrodi basici sia con quelli rivestiti in rutilo, a patto che il loro diametro non superi i 2,5 millimetri, in modo da poter saldare acciaio, acciaio inox e ghisa.

 

Alimentabile da rete domestica

Un altro aspetto caratteristico della saldatrice inverter Stanley è dato da un assorbimento di potenza di soli 1,6 kVA, equivalenti a un carico resistivo di circa 1,6 kW, grazie al quale può essere alimentata con estrema facilità anche dall’impianto elettrico domestico. Inoltre è predisposta per il collegamento a motogeneratori dalla potenza massima di 4,0 kVA, nel caso occorra utilizzarla in situ per piccoli lavori di manutenzione o riparazione.

L’unico aspetto limitante, tra l’altro derivato proprio dal basso assorbimento di potenza dell’impianto, è rappresentato dal campo di regolazione della corrente in uscita che varia solo dai 20 ai 90 Ampere, quanto basta per saldare lamiere e profilati con spessori molto sottili oppure barre di acciaio dal diametro ridotto.

Nell’ottica del tipo di impiego per il quale è stata progettata però, e cioè quello hobbistico non intensivo, le sue caratteristiche sono ottimali, la potenza è adeguata e, grazie alla tecnologia IGBT, è di facile gestione e quindi adatta anche agli hobbisti e saldatori alle prime armi.

 

Ben accessoriata

Tra i vari impianti di saldatura disponibili nella stessa fascia di prezzo, la saldatrice inverter Stanley sembra essere quella che offre la dotazione di accessori migliore, sempre nell’ottica del numero e della varietà però. Il difetto comune a tutte le saldatrici per uso hobbistico, infatti, è la qualità degli accessori che non corrisponde a quella dell’impianto ma è nettamente inferiore, quando non addirittura scarsa.

La Power 100.1 è venduta in una confezione insieme agli strumenti di saldatura, a una maschera di protezione di tipo semplice ma conforme alle norme CE, una spazzola a martello per pulire i pezzi da saldare e i cordoni, e una comoda valigetta di plastica rigida in formato ventiquattrore per custodire il tutto, e all’occorrenza trasportarlo con il minimo sforzo.

A differenza della valigetta, della spazzola e degli strumenti di saldatura, che seppur di bassa qualità risultano funzionali e abbastanza durevoli se usati con moderazione, la maschera di protezione è decisamente scarsa e quindi conviene sostituirla subito con una migliore.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS