Come restaurare e dipingere le piastrelle del bagno

Ultimo aggiornamento: 30.11.22

 

Vediamo insieme come riportare a nuova vita le piastrelle del bagno, oppure cambiare la loro decorazione, senza ricorrere a costosi interventi di ristrutturazione.

 

Se le piastrelle del vostro bagno sono ridotte male, oppure semplicemente vi siete stancati del colore e vorreste cambiarlo senza affrontare una dispendiosa ristrutturazione, esistono diversi metodi alternativi che permettono di ottenere un buon risultato con una spesa nettamente inferiore.

Ovviamente il bagno è la prima stanza alla quale abbiamo pensato, in quanto è quella dove i rivestimenti occupano la maggior parte delle superfici; le diverse metodologie esaminate nel nostro articolo, però, possono essere adoperate anche per le piastrelle della cucina e per i pavimenti delle altre stanze.

 

Pitturare le piastrelle

Uno degli interventi più semplici e meno dispendiosi consiste nel verniciare le piastrelle, e di solito è anche quello a cui si ricorre più spesso. In questo caso, infatti, non sono richieste doti particolari e chiunque può cimentarsi nel lavoro, a patto di rispettare le regole standard che vengono adottate di solito durante la verniciatura: coprire il pavimento con i teli di plastica, in modo da evitare che si sporchi di vernice per piastrelle, e adoperare la mascherina e la tuta, così da proteggere abiti, pelle, occhi e vie respiratorie.

Questa semplice metodologia offre già diverse alternative, subordinate innanzitutto al tipo di piastrelle e alla stanza in cui sono collocate. Tralasciando i pavimenti, su cui torneremo più avanti quando parleremo delle resine, per ora focalizzeremo la nostra attenzione sulle piastrelle del bagno. Il primo passo è scegliere con attenzione quale pittura per piastrelle acquistare; la vernice per le piastrelle del bagno deve possedere caratteristiche ben precise infatti, deve essere resistente all’acqua, all’umidità, al calore, agli urti, ai graffi e ai lavaggi con prodotti chimici e detergenti sgrassanti.

Le vernici per piastrelle, inoltre, si possono stendere direttamente sulle superfici senza bisogno di uno strato di fondo di primer, aderiscono bene anche sulle superfici lucide e non porose e hanno un elevato potere coprente. In commercio ne esistono tre tipologie specifiche: lo smalto per piastrelle, lo smalto per i sanitari e il piatto doccia e la resina per piastrelle.

Lo smalto è ideale sia per dipingere le piastrelle del bagno sia quelle della cucina, è disponibile in un’ampia scelta di colori e tonalità ed è estremamente semplice da stendere perché non richiede diluizione né preparazione, assume una finitura brillante ed è estremamente resistente nel tempo.

Lo smalto specifico per i sanitari e il piatto doccia, invece, è una vernice bicomponente, cioè è costituita da due prodotti distinti che devono essere miscelati insieme al momento dell’uso; una volta applicata e seccata, inoltre, richiede la stesura di un’ulteriore mano di vernice di finitura ceramizzante. L’uso di questa vernice, però, è necessario soltanto se si ha intenzione di dipingere anche i sanitari oltre ai rivestimenti

La resina per piastrelle

Dedichiamo un paragrafo specifico alla resina, invece, perché si tratta di un prodotto che è soggetto a un ciclo applicativo più lungo e quindi richiede una maggiore attenzione. Anche la resina per dipingere piastrelle è costituita da due distinti prodotti che vanno miscelati al momento dell’uso, come lo smalto per sanitari, ma a differenza di quest’ultimo è molto più costosa; in compenso offre una resa nettamente superiore sia dal punto di vista estetico sia da quello della durabilità e della resistenza.

Questa soluzione è adatta soprattutto per il rifacimento dei pavimenti; grazie a degli specifici fondi livellanti, infatti, la resina può riempire le fughe e creare delle superfici continue in grado di nascondere completamente alla vista le vecchie mattonelle. Inoltre esistono anche resine adatte a ricoprire le piastrelle delle pareti e per rinnovare i sanitari.

In commercio se ne possono trovare diversi tipi, a seconda dell’effetto che si desidera ottenere o della superficie a cui sono destinate; alcune sono fatte apposta per le superfici verticali, per esempio, poi esistono resine a strato sottile, a effetto smaltato, resine per velature, per finiture e a effetto spatolato materico. Queste ultime permettono di dare un aspetto del tutto diverso alle superfici dove vengono applicate, in quanto creano uno strato che riproduce l’aspetto e la texture di diversi materiali, dal cemento alla pietra.

Come coprire le piastrelle senza toglierle

Un ulteriore metodo per rinnovare le piastrelle senza prima rimuoverle, è quello di ricoprirle con un nuovo rivestimento. Questa soluzione potrebbe sembrare assurda a prima vista, perché applicare un nuovo rivestimento di piastrelle senza prima rimuovere quello vecchio significherebbe aumentare ulteriormente lo spessore. In realtà si possono trovare in commercio dei prodotti speciali ideati apposta per questo scopo.

Ci riferiamo in particolar modo a piastrelle da 3 millimetri appena di spessore, che di conseguenza possono essere posate sui pavimenti senza creare nemmeno problemi di apertura delle porte. Nonostante siano così sottili, sono realizzate in gres e quindi estremamente resistenti, e possono essere applicate direttamente sui vecchi rivestimenti adoperando la normale colla per mattonelle.

L’unica raccomandazione, in questo caso, è quella di fare molta attenzione durante le fasi di preparazione del sottofondo di collante e di successiva posa delle piastrelle, in modo da non creare dislivelli o irregolarità sulle superfici. Dato il loro lo spessore ridotto, inoltre, è consigliato l’uso di un tagliapiastrelle per sagomare alla perfezione i riquadri da inserire negli angoli e nelle strettoie.

 

Precauzioni

Come abbiamo accennato in maniera generica in uno dei paragrafi precedenti, se i lavori di verniciatura o rinnovo del bagno vengono affrontati in modalità fai da te è importante adottare delle misure precauzionali.

Questa avvertenza vale soprattutto nel caso in cui si scelga di utilizzare la resina al posto della vernice; durante la miscelazione dei componenti, infatti, si producono esalazioni invisibili ma potenzialmente dannose, quindi oltre ad aerare bene i locali è molto importante munirsi di una mascherina con filtri. Dal momento che la resina fluida potrebbe risultare aggressiva anche sulla pelle, inoltre, è bene indossare dei guanti in lattice e degli occhiali, oppure uno schermo trasparente per la protezione completa del viso.

 

DEJA UN COMENTARIO

6 COMENTARIOS

Melania Scozzarella

February 27, 2022 at 10:31 am

Buongiorno, vorrei dipingere le mattonelle del bagno, (pareti e pavimento) quali prodotti devo acquistare..devo fare un’ordine on-line e non so da dove cominciare. grazie

Répondre
Flavio EU

March 3, 2022 at 7:41 pm

Salve Melania,

per dipingere le mattonelle e i pavimenti del bagno ti consigliamo gli smalti multimateriale prodotti dal colorificio V33. Li potrai acquistare direttamente sul sito BricoCenter, dove troverai una discreta scelta di colori sia per gli smalti destinati al bagno sia per i pavimenti.

Saluti

Team EU

Répondre
Alfonso

February 5, 2022 at 3:41 pm

Buonasera, vorrei dipingere le piastrelle del bagno, ma l’unico dubbio che ho riguarda le fughe. Se il colore utilizzato è un grigio un po’ scuro la fuga si colorerà di grigio, forse con un tono diverso ma pur sempre grigio. E questo non darà la sensazione di distacco tra una piastrella ad un’altra. O almeno così me lo immagino. Avete qualche suggerimento in proposito? Grazie Alfonso

Répondre
Flavio EU

February 10, 2022 at 7:41 pm

Salve Alfonso,

la ditta giapponese Tamiya produce dei nastri adesivi per mascheratura utilizzati in modellismo, questi nastri hanno una larghezza di pochi millimetri e potrebbero rappresentare la soluzione più adatta al tuo problema. L’unico problema è che il lavoro di applicazione ti porterà via un po’ di tempo e di pazienza, ma se non altro ti garantirà un eccellente risultato nell’evitare che le fughe siano verniciate insieme alle piastrelle.

Saluti

Team EU

Répondre
Mirna Fantini

September 25, 2021 at 1:32 pm

Vorrei dipingere le piastrelle e il pavimento del bagno lo farete direttamente voi?

Répondre
Flavio EU

October 1, 2021 at 9:31 am

Salve Mirna,

purtroppo questo tipo di lavori non sono di nostra competenza; la nostra redazione si occupa soltanto di scrivere articoli informativi, recensioni e guide al consumatore. Per le tue esigenze specifiche dovresti contattare un pittore professionista nella tua zona.

Saluti

Team EU

Répondre