Come realizzare una panchina fai da te utilizzando pallet, bancali o mattoni

Ultimo aggiornamento: 29.09.22

 

Vediamo insieme alcune idee originali e interessanti su come realizzare una panchina fai da te usando materiali economici oppure facilmente recuperabili a costo zero.

 

La panca per esterno è una delle idee bricolage più semplici da realizzare, anche per coloro che sono ancora alle prime armi; in questo articolo vedremo quali strumenti occorrono e come bisogna procedere per costruire delle panchine fai da te.

 

Gli strumenti necessari

Progettare una panchina fai da te non richiede particolari competenze, disegnarne una è estremamente semplice e di conseguenza anche la sua realizzazione non è molto complessa.

Ciò nonostante è comunque richiesta una serie di attrezzature basilari, a partire dai classici utensili manuali del fai da te fino agli elettroutensili da perforazione, come i trapani, e quelli da taglio, gli avvitatori e via dicendo. L’uso di questi attrezzi è ovviamente subordinato anche al tipo di progetto che si intende realizzare. Tanto per fare un esempio, se per costruire la panca da giardino si adoperano soltanto mattoni forati grandi e assi di legno; in questo caso basterà assemblare le gambe e i supporti per lo schienale cementando insieme i mattoni forati e poi infilare le assi di legno opportunamente tagliate all’interno dei fori quadrati dei mattoni, creando così lo schienale e la seduta.

Se invece si sceglie di realizzare delle panchine di legno, allora sarà indispensabile l’uso di un trapano e magari di un buon avvitatore Makita; indipendentemente dal tipo di progetto che si desidera realizzare, però, è importante munirsi anche di un elettroutensile da taglio, preferibilmente di un seghetto alternativo con lame intercambiabili, in modo da poter essere in grado di tagliare sia il legno sia il metallo.

A parte gli strumenti occorrono anche i materiali ovviamente, e dal punto di vista economico questi fanno sicuramente la differenza. A seguire prenderemo in esame alcune idee e spunti originali che vi saranno utili per realizzare panchine da giardino fai da te; ma prima parleremo dei materiali più adatti a questo scopo.

Materiali e costi

La pandemia ha portato a un arresto della produzione in molti settori tra il 2020 e il 2021, incluso quello edilizio, il che ha fatto impennare notevolmente il costo dei materiali da costruzioni, in primis l’acciaio e il legno. Inoltre, nonostante la produzione sia stata ripresa di recente, molte delle aziende stanno speculando e quindi il prezzo del legname si mantiene ancora abbastanza alto; questo significa che il prezzo attuale del legno, in generale, oscilla dal 30% al 60% in più rispetto a quello che aveva prima della pandemia, e dal momento che il costo varia ulteriormente a seconda della varietà del legno, della quantità acquistata e del rivenditore, non è possibile fare una stima esatta di quanto costa realizzare una panca in legno massello.

Nell’ottica del fai da te e da un punto di vista strettamente economico, quindi, la soluzione migliore è rappresentata dal riciclo. Invece di acquistare assi di legno da costruzione, per esempio, ci si può orientare sui pallet o sulle bobine per i cavi elettrici industriali, in modo da risparmiare il più possibile; questi materiali, infatti, hanno un costo di gran lunga inferiore rispetto a quello del legname da costruzione, e in alcuni casi è possibile recuperarli direttamente a costo zero se si conoscono le persone giuste e si ha la possibilità di accedere ai magazzini di un centro commerciale o di una fabbrica.

Non bisogna sottovalutare nemmeno i vecchi mobili, soprattutto tavoli, sedie, scrivanie, cassapanche e armature di letti, ma in questo caso bisogna fare attenzione al materiale con cui sono fabbricati; sono da escludere completamente quelli realizzati in truciolato, per esempio, e anche quelli in legno massello ma di varietà che non sono resistenti all’acqua. Per quanto riguarda i supporti della panca, invece, questi possono essere realizzati sempre in legno oppure con altri materiali da costruzione. Il ferro e l’alluminio sono sicuramente tra questi ma possono essere presi in considerazione soltanto dagli hobbisti più esperti e meglio attrezzati, in quanto la loro lavorazione è complessa e richiede l’uso di attrezzature difficili da usare per un principiante, come per esempio la saldatrice. Materiali come mattoni e cemento, invece, sono molto più semplici da gestire e anche questi possono essere recuperati a costo zero chiedendo ad amici e conoscenti.

Idee e progetti

Il legno non è solo il materiale più facile da recuperare a costo zero, oppure con una minima spesa, ma è anche il più adattabile per quanto riguarda la tipologia di progetto che si intende realizzare. Che si tratti di un’idea semplice oppure complessa, come la realizzazione di una panchina circolare o di una panchina decorata con intarsi nel legno, partendo da un disegno ben realizzato che riporti chiaramente le misure e tutte le altre particolarità del caso, il legno permette di realizzare qualsiasi cosa.

Un altro aspetto che non bisogna assolutamente trascurare è l’esposizione alle intemperie; infatti la panchina per esterno, anche se collocata su un balcone oppure in giardino ma sotto una copertura, è comunque esposta all’umidità e a temperature estreme, di conseguenza deve essere realizzata con una varietà di legno in grado di resistere alle deformazioni. Anche in questo caso la scelta dei pallet si rivela la migliore possibile, perché sono realizzati con legno di pino e quindi sono in grado di resistere all’acqua senza deformarsi; come accennato in precedenza, inoltre, lo stesso discorso vale per il legno dei vecchi mobili, che possono essere riciclati a questo scopo solo se sono realizzati in frassino, noce, mogano o altri legni dalle analoghe caratteristiche di resistenza.

Un ultimo consiglio per quanto concerne la fase progettuale, inoltre, è di attenersi a delle idee che risultino fattibili in base al proprio grado di esperienza nel maneggiare le attrezzature; i disegni troppo complessi potrebbero rivelarsi una sfida per chi non ha le giuste competenze. Invece di rischiare di sprecare tempo e materiale prezioso senza portare a compimento il lavoro, quindi, meglio attenersi a un progetto semplice, di facile esecuzione e funzionale allo scopo prefissato.

 

DEJA UN COMENTARIO

0 COMENTARIOS